Volevo una palestra, ho trovato il cyberdiavolo

foto

«Noi le offriamo piscina, idromassaggio, solarium, corsi di zumba…»
«Sì, ma avete i pesi o no?» chiedo.
«Le faccio fare un giro.»

Mentre percorro questo curioso pollaio, noto che la clientela è giovane, predominanza femminile, pochi ragazzi paffuti e scazzati con l’inconfondibile faccia di chi si è iscritto da due settimane a causa dei bagordi e tra altre due settimane svanirà. Attraverso gironi danteschi di donne in idromassaggio che scrivono al cellulare, una piscina infestata di bambini urlanti e spalti gremiti di genitori. Ovunque, macchinette che distribuiscono merendine proteiche da 12.000 calorie l’una. Una pletora di quaglie da scopo che si contorcono a tempo di musica latinoamericana davanti a uno specchio.

«Questa è la sala dove occasionalmente facciamo anche soft crossfit. Conosce il crossfit?»
«Sì» dico.

Il crossfit è l’allenamento di Rocky o di qualsiasi pugile. Una volta te lo faceva fare il sor vittorio per 7 euro in una palestrina di pugilato di periferia, oggi te lo fa Denis, laureato in scienze motorie, per 120 euro al mese. Chi fa crossfit lo riconosci perché se ne vanta come se fosse una medaglia d’oro al valor civile. Ogni volta che uno si bulla di ‘sta cosa mi sembra di vedere le sue labbra pronunciare “io mi faccio estorcere mensilmente danaro da ex truzzi cresciuti a droga, Barbie girl e RICH sul culo”. Milano sembra essere la capitale di questo meccanismo, il che mi affascina oltre ogni dire.

«Vorrei solo dei pesi» faccio «sa, due bilanceri, manubri, una panca…»
«Sono nella sala wellness.»
«La cosa?»
Mi squadra come a dire non conosci la sala wellness, grezzo di merda? e tira dritto senza rispondere, finché si gira con aria orgogliosa e decreta: «Eccoci!»

Sei multipower.
Nessuna panca piana.
La barra per le trazioni usata come appendino.
Donne che chiocciano o leggono riviste sulle cyclette.

 

tumblr_inline_nvamwtSEmv1sm84md_500

 

«Non avete la panca piana» decreto, dimenticando il punto di domanda.
«È per allontanare i bodybuilder.»
«Cosa?»
«Sì. Spaventano la clientela femminile e fanno sentire inadeguati gli uomini. Noi vogliamo essere una palestra più friendly, sia dal punto di vista del budget che dal punto di vista emotivo. Una persona viene qui per rilassarsi, per stare bene, non per essere competitiva.»

Nemmeno i loro prezzi sono competitivi.
Gli va riconosciuta una certa coerenza.

«Ora venga, le parlerò diffusamente di come funziona qui» dice, trascinandomi via.
Ora sto scrivendo questo post sul cellulare sperando questa donna si renda conto che mi sta annoiando ai pazzi, dato che sono seduto in questo ufficio da mezz’ora e lei parla interrompendomi ogni volta che dico qualcosa più di “sì, ma”.

«L’abbonamento minimo parte dai 12 mesi, ma la promozione più conveniente sono i 36. Se lei…»
Tre anni.

Sgrano gli occhi: «TRE ANNI?!»
«Trentasei mesi» mi corregge.
«Signora, un patto col demonio è più brev
«Se non vuole versarli tutti subito, c’è la possibilità del prelievo dal conto corrente mensile fornendo i numeri di una carta di credito valida.»
«Sì, ma il passo successivo è darvi mia moglie in ostag
«Tenga presente che sarebbe l’offerta più conveniente.»
«Di cos
«Molti dei nostri clienti hanno fatto questa scelta.»
Faccio per parlare, mi giro verso le tizie che si contorcono sulla zumba.
Riporto gli occhi sulla venditrice.

«Quelle hanno gli alimenti dal marito» dico.
«Anch’io. È Milano. Secondo lei perché qui la maggioranza dei maschi è gay?»
«Per la moda?»
«No, per difesa. Firmi il contratto.»
«Sìsìsì, ci penso su» dico, alzandomi.
«Non se ne può andare. Ora voglio raccontarle la storia della mia vita. È il primo uomo a Milano che mi ascolta» dice, agguantandomi la manica.
«Mi lasci.»
«Ho fatto un figlio con un uomo sbagliato.»
«Signora, lasci la manica.»
«Mi ha mantenuta fino a cinquant’anni e adesso devo fare questo lavoro di merda, ma sono una persona solare.»
«Molla!»
«Ho anche un profilo su Badoo e Adottaunragazzo.it»
«MOLLA, PAZZA, MOLLA!»
«Firmi questo contratto, il maestro di sci del bambino devo pagarlo io perché il giudice…»
Le entro in faccia in maniera strabiliante.
Le labbra di gomma mi rimbalzano il pugno, strappandosi e rivelando una mascella metallica sotto cui scorrono fibre ottiche e lucine.

«Lasci cinquanta euro per la consulenza» dice, tentando di ghermirmi con le dita magnificamente curate. Mi tolgo la cintura e la frusto facendola retrocedere. Le sferzate strappano i vestiti svelando uno scheletro metallico e circuiti. La fibbia le colpisce un occhio, sotto cui pulsa una microcamera con luce rossa. Il cyborg si rialza.
Tento la fuga.
La porta è sbarrata dall’esterno.
Afferro uno schedario e lo scaglio contro il vetro della finestrella, infrangendola. Dallo schedario piovono cambiali, reni in pegno, fedi nuziali, polmoni seminuovi, certificati di verginità, documenti di adozioni, feti in formaldeide, chiavi di automobili, contratti firmati col sangue, denti, orologi, un lingotto d’oro con la svastica nazista. Lo uso per ripulire il bordo della finestrella dalle schegge di vetro e lo scaglio sul petto dell’automa.
C’è un TUNNNG metallico.

«Va bene, mi ha convinto» dice l’essere, ora con voce meccanica «le parlerò della tariffa basic. Con soli settanta euro al mese lei avrà diritto…»

Prendo il monitor con entrambe le mani e glielo spacco in testa, poi mi arrampico verso la salvezza. Mi afferra i pantaloni: «…Illimitato accesso all’area ristoro, le centrifughe bio a soli 8,99 e

La parola BIO scatena in me un attacco di diarrea incontrollabile. Dal culo scoperto esplode un geyser verdastro che centra il volto del cyborg.

«Becca ‘sta caparra, mostro» dico, divincolandomi.
«Ha quindi scelto l’opzione TOTAL WARM UP VIP ACCESS, con consulenza plicometrica e/o esame delle feci/urine/prelievo del sangue necessari ad ottenere punti FIT per assicurarsi uno sconto del 2% su certificato medico (obbligatorio entro una settimana dal primo accesso) eseguito da personale medico convenzionato al prezzo di 74,99 euro?»

Frano sul marciapiede sottostante. Mentre mi spolvero i vestiti la sento continuare a borbottare di incredibili vantaggi e fantastiche offerte. È quasi ora di pranzo, devo fare la spesa. L’Esselunga è un’istituzione, per Milano. Entro nel primo che mi capita, guardo i prezzi dei petti di pollo. Ruoto lentamente, molto lentamente, la testa verso destra.

Head-turn-GIF
Un commesso mi fissa con espressione vuota.
Con cautela, porto la mano alla cintura.

  • Lore

    La cosa migliore che mi sia successa da inizio anno è il tuo trasferimento a Milano!

  • Avion

    Trova lavoro da me. Abbiamo la palestra universitaria con abbonamento open a meno di 160 euro l’anno!

    • Avion

      E ‘sto banner di adblock ha rotto le balle. E’ disattivato. VEDO LE PUBBLICITA’. DANNAZIONE!

      • constoignavia3ban

        Vabbè, tiene famigghia pure il buon Nebo.

        • Alberto(Jordi)

          Replico qua

          Ciao ivan , innanzitutto è sempre un piacere leggerti e me la passo
          discretamente bene , nonostante abbia parecchio lavoro da svolgere
          Sì , se n’è andato amadiro , oggi ho deciso di levare le tende pure io , non sopporto più la propaganda ottusa di quel blog
          Pensavo di poterci passare sopra , purtroppo non è così , lo considero un insulto all’intelligenza
          Ci vediamo su queste pagine o sul fq , lascerò l’account aperto e mi fa piacere che anche tu abbia iniziato a diffidare delle toghe
          Ciauz
          🙂

          • constoignavia3ban

            Nooooooo, non diffido delle toghe :)))
            La mia era una battuta.
            Dicevo, per l’appunto, che ho perso fiducia in loro perchè ancora non ti hanno ingabbiato:))
            Comunque da dei renziani non mi aspetto altro che grillismo. Questa è la loro cifra, ricordalo bene.
            Ciao.

          • constoignavia3ban

            PS
            Amici in comune mi hanno avvisato che la setta parla di me e di te.

          • Alberto(Jordi)

            Be’ , amen 🙂
            Di alcuni utenti conservo dei bei ricordi ( max , kat , thalon , brutal , tex, gabriele , ecc ) , dei rimanenti me ne frega meno di niente
            Ma posso immaginare di cosa stiano parlando : si saranno lanciati all’attacco con le solite piroette dialettiche per smentire il tutto , confermando quanto detto più sopra , perché la lingua batte dove il dente duole
            Inoltre , andare a leggere i post di un utente che ormai se n’è andato e riportarli per fare “dibattito” , ma lol , non hanno nient’altro di interessante da dire e/o fare?

          • constoignavia3ban

            Tu te ne sei andato.
            Io sono stato bannato senza essermelo meritato, mentre il dispensatore di olio di ricino è ancora al suo posto e sfotte i bannati mille volte più civili di lui).
            E se mi intercettano da qualche parte (magari su FQ o altrove) ho visto che tendono a correre subito dal branco.

          • Alberto(Jordi)

            Se ti riferisci all’analfabeta di ritorno sappi che è stato già bannato una volta , poi se lo sono ripreso , evidentemente perché gli torna comodo quando si deve fare un po’ di propaganda , questo nonostatnte i non pochi flame che ha fatto scoppiare
            Ma non è il solo , è in buona compagnia : ce n’è pure uno che si è messo l’avatar della boschi
            Ma si può essere più ridicoli ?

          • John Hawkwood

            ora uno non si può mettere nememno l’avatar che vuole?

          • Alberto(Jordi)

            Per me si può mettere come avatar anche un preservativo bucato , ma almeno non venga a rompere il cazzo e a dispensare presunte verità

      • BoboMilano

        Io invece avevo disattivato adblock, non mi chiede di disattivarlo ma i banner non li vedo.
        Mah…

  • LolaNorimberga

    Dai che cattivo non sono tutti dei Cyborg a Milano… forse…

    • Engine

      Vero. Ad esempio quelli venuti da fuori.

  • tyreal

    Cazzarola, stamattina eravamo nella stessa palestra

  • Robs

    Il fatto che sotto a questo tuo post mi appaia la pubblicità di Somatodrol, con tanto di bodybuilder, mi fa pensare.

  • VkMi

    I tuoi post mi fanno capire sempre più quanto sono contento di non essermi trasferito a Milano.
    Mi spiace, anche se ci sei tu, resta pur sempre una città di merda.

    • é bello andare nell’internet, e trovare pareri arguti di gente che parla per esperienza. #credici

      • VkMi

        Trovato il milanese

        • …and proud. anche se espatriato, ora come ora.

        • Diego Piacentini

          Bè, con un articolo come questo, facile quasi quanto “trova il vegano”

      • Alice Stoll

        A parte tutto, non capisco sul serio chi, dovendosi trasferire, si trasferisce a Milano, o a Torino, o comunque da un’altra parte in Italia. Non è la solita tirata esterofila (io in Italia ci sono tornato), ma Cristo, visto che te ne vai almeno vai in un posto che ti dia più vantaggi possibile.

        • se mi sai fare un esempio di una cittá in Italia che offra piú opportunitá di Milano (o Torino, perché pure Torino per certi ambiti spacca, soprattutto dal punto di vista tecnologico/scientifico) sono piú che pronto a ricredermi. Non tutti hanno la possibilitá di finire all’estero. Io son stato fortunato, ma qua in germania é pieno di ragazzi che arrivano alla spera in dio credendo di trovare l’el dorado, e se ne vanno dopo 6 mesi “perché tutti parlano tedesco” (true story)

          • sfax6

            La parola “opportunità”, insieme ad altre perle come “esclusivo”, sono talmente false da aver perso qualsiasi significato. Oggi sono solo dei suoni disarticolati.
            Quando leggo “opportunità”, il mio cervello interpreta “efbnniefojeem”.

            se mi sai fare un esempio di una cittá in Italia che offra piú efbnniefojeem di Milano

          • l’arte di aprir bocca senza dire nulla, vol.1

            bravo, datti una pacca sulla spalla

          • sfax6

            Chiedo scusa. Vedo dai Vostri commenti che Siete un lettore de “Il Fatto Quotidiano”. Se l’avessi saputo non mi sarei permesso.

          • me la immagino la scena, te che clicchi sul mio profilo disqus, che vedi dove vado a commentare, che trovi che commento molto spesso gli articoli del fatto quotidiano, e posso immaginare la tua gioia “ehi, é un qualcosa con cui lo posso attaccare! quasi quasi mi faccio anche una sega” . e quindi ti prodighi a lanciare la tua frecciatina, senza nemmeno porti il problema ti capire quale sia la mia opinione. commento quasi esclusivamente quelli di scienza, e molto spesso per lamentarmi del basso livello degli articoli o per rispondere ai vari complottari / animalisti. Alcuni di quelli che scrivono sul fatto son bravi, altri meno. Lo spirito critico stá anche nell’andare a verificare di persona quanto gli altri ti propongono come propria opinione. evidentemente a te va bene farne a meno. Se lo vuoi sapere, leggo online anche la repubblica, il corriere, lo spiegel e la bbc. Questo cosa fa di me?

          • sfax6

            Nulla, rimani un maleducato.
            Facciamo un passo indietro.
            Sostengo che la parola “opportunità”, qui e ora, sia completamente svuotata di senso. Al più buona per qualche campagna di marketing di grana grossa o per circuire giovani laureati da spremere, se c’è qualcosa da spremere.

            Mi sbaglio?

          • si. lavorativamente parlando, Milano e Torino per chi ha un background di studio scientifico o tecnico/tecnologico, almeno, sono il meglio che l’italia puó offrire. Poco sotto, il nordest, dove ci sono alcuni poli di eccellenza che resistono stoicamente. Poi puoi fare quello che va contro a tutti i costi, per caritá, liberissimo di farlo e di trattare il mio utilizzo della parola “opportunitá” come se io fossi l’ultimo politichello che difende il proprio giardino. Ma mentre tu ti perdi a fare semantica sul nulla, io almeno parlo per esperienza personale e per quel che ho visto nei tre anni in cui mi sono girato il nord italia a vender laser.

        • ihaveadrin

          A parte che c’è gente che, trasferendosi, va ad abitare a Firenze o a Roma.
          Se fai cose tipo ricerca scientifica o lavori non immediatamente utili o addirittura commercio sei fottuto in qualsiasi parte d’Italia, altrimenti Milano e Torino, se escludi il viverci, sono posti che professionalmente possono darti tanto.

  • Nebo ma in che zona sei finito, di Milano? magari riesco a darti qualche dritta

  • Francesco Cellinese

    favoloso.

  • griso

    Ho Adblock installato, ma il tuo blog mi giudica male

  • Andrea Bianchi

    Ho riso male

  • Verde Bottiglia

    Milano è grigia, triste, e piena di zotici che pensano di essere migliori di te solo perchè si circondano di cazzate inutili fatte allo solo scopo di creare invidia negli altri.
    L’abbondanza di subumani, neqri e wigger è uno dei mali minori.

  • Tutto bene, poi mi tocchi l’Esselunga.
    Perchè voi veneziani c’avete i prezzi bassi?
    Due giorni quest’estate per vedere la Biennale e m’avete puppato più voi in quarantotto ore che il proseguo vacanza in Slovenia in quattro giorni.

    • Sì. Tra i più bassi del nord Italia, ti linkerei i dati ma sto su cellulare. Dovevi andare da Iper Lando.

  • Stefano 6884

    SANTA POLENTA.

  • Francesco Razzetti

    “È per allontanare i bodybuilder – Spaventano la clientela femminile e fanno sentire inadeguati gli uomini.”

    È come planetfitness negli usa

  • Giuseppe

    Benvenuto a Milano! Se vuoi spunti per nuovi post prova a usare le bici di BikeMI o a collegarti con OpenWifiMilano

  • ihaveadrin

    Se davvero finisce che da luglio passo nell’hinterland milanese dall’hinterland bresciano, verrò armato.

  • Damiano Bluto Lanzoni

    Avete voluto essere grande città?
    Adesso sono cazzi vostri.

  • cello

    Cristosantiddio ma davvero Nebo si trasferisce a Milano 3 mesi dopo che me ne sono andato io?? la vita è proprio ingiusta.. benvenuto a Milano comunque, spero che ti diverta 😉

  • Non chiedermi il perché, ma ti immagino frustare la virago con la cintura sul ritmo di questa:

    https://youtu.be/bMCwoHNm_d4

  • Dizze

    Mi hai ricordato The world’s End con la storia dei cyborg

  • Corrado

    Sei andato alla Virgin Active, marrano…io lo so….

  • mrblack1982

    La foto della Virgin Active di Assago che hai messo in testata è assolutamente azzeccata: l’altro giorno, al club della Bicocca, mi hanno impedito di reclinare la panca piana per fare i pettorali bassi perché altrimenti “gli altri mi avrebbero imitato ed è pericoloso”…aggiungo che non sono presenti macchine per fare polpacci, praticamente l’antitesi del bodybuilding

    • Sara Bersani

      Ma si può essere più stronzi ? Mollali

  • nonickname

    Milano è Gibsoniana

  • Them

    Ahahah, palestra + Esselunga: ma sei passato dalle parti di via Feltre/via Mestre? Io ci passo tutti i giorni in auto, chiuderò gli sportelli e terrò giù il gas!

  • cello

    P.S. Nebo metti il tasto “Un articolo a caso” nella home così la gente può scoprire “nuove” vecchie perle

  • Filippo

    comunque iscriviti alla 20hours e vai sul sicuro. Prezzi stracciati, attrezzi arrugginiti e, in base alla sede, puoi avere la fortuna di allenarti con i jihadisti che fanno la preparazione pre-Siria

  • lmao2pl8

    la cosa bella è che non è nemmeno satira

    da quando ho scoperto l’esistenza di planet fitness non riesco più a sorprendermi di alcuna altra stronzata della quale io venga a conoscenza

  • constoignavia3ban

    Milano.
    La capitale morale d’Italia.
    Siamo nella merda.

    • constoignavia3ban

      Ma poi, a ripensarci, mi viene da spezzare una lancia.
      IN fondo milano è stata la patria del craxismo, del berlusconismo e adesso del renzismo.
      La lancia spezzata decidete voi come usarla :)))

  • D.

    Nel mentre, sotto l’articolo mi esce una pubblicità a tema

  • Laurelion

    Milano mi ha provocato il mio primo crollo psicotico ancora prima di arrivare a tutta questa merda.

    Il genere sessuale della venditrice mi sembra rimanga incerto fino a metà racconto, suscitando una lieve confusione. Specificarlo fin dall’inizio dovrebbe dare un poco di stabilità.

  • BoboMilano

    I Virgin Active sono come Vodafone e Sky: ti fanno capire che ci sono 2 mondi diversi, uno in cui puoi permetterti di spendere 75€ al mese per una cosa superflua ma fichissima, un’altro dove devi accontentarti di correre in strada, usare Tre e scaricarti i torrent

  • Penicottero

    Mo però sta pubblicità del somatodrol ce l’ho in ogni cosa che leggo, figa, peggio di una malattia venerea nebo

  • Jonny Dio

    Io l’AdBlock lo tengo attivo, così come Vitellozzo le finestre le tiene aperte! Se vuoi scrivere fallo, se no astieniti, se riesci a raggranellare qualcosa meglio per te, ma è inutile spaccare le palle alla gente che lavora solo perchè usa l’AdBlock.
    Quanto ti renderebbe ogni pubblicità che io (non) visualizzo? Un millesimo di euro? Ora sei a Milano, và a laurà, barbùn. Ah, no, non ti viene nemmeno quello, perchè i ricavi dipendono dalle pubblicità su cui uno clicca, e quello non succederà mai, con o senza AdBlock.
    P.S: Se vuoi solo due bilanceri e una panca, comprateli e mettili nella tua nuova casa, vedrai che lo spazio lo trovi, e risparmi pure.
    P.P.S: Per il resto bel pezzo, un po’ sotto la media, ma sarà il cambio d’aria.

    • “Spaccare le palle alla gente che lavora”? In che modo leggere il mio blog è un lavoro? Spiegami.

      • Jonny Dio

        Intendevo che uno già lavora tutto il giorno, magari alla sera vuol rilassarsi un attimo leggendo quattro cazzate su internet, che bisogno c’è di fargli terrorismo psicologico perchè in un momento di sanità mentale aveva installato l’AdBlock? Tanto in quanti vuoi che ce l’abbiano? Hai notato grosse differenze da quando l’avviso non c’era? Ne vale così tanto la pena? Agisci di conseguenza, e che la forza sia con te in quest’ardua decisione. Noi vivremo e vedremo, comunque.
        Anzi, ti propongo un patto: noi lo disattiviamo, e tu, quando hai tirato su la cifra esatta per comprare la panca coi pesi, lo togli.

        • Fabrizio Leone

          Ma con che faccia ti lamenti? Sul serio, non ti fai schifo da solo? Arrivi, magni a sbafo, e ti lamenti se ti fanno notare che c’è un conto da pagare?

          • Jonny Dio

            Non è che voglia poi essere questa gran lamentela. Insinuavo solo che non credo Nebo viva con gli introiti di questo blog, per cui tutta questa faccenda avviso anti-adblock si o no, che non ho peraltro iniziato io, ma ho preso spunto da altri commenti, è un pò discutere del (quasi) nulla. E, a parer mio, nulla per nulla tanto vale fare più bella figura eliminandolo, ma è solo la mia opinione.
            Il tuo paragone del mangiare a sbafo non regge, dato che chi mangia consuma una merce, qua è un po’ come con la messa e le offerte, e l’avviso anti-adblock è quello che non ti leva il cappello da sotto il naso finchè non ci butti qualcosa, ma non è che uno dice messa solo per avere in cambio l’obolo, come non credo Nebo scriva solo per guadagno, di certo non su questo blog. Non credo neanche che abbia bisogno di avvocati difensori, se ti deve anche pagare non gli bastano altri cento blog come questo (e fattela una risata).

          • ihaveadrin

            Uno si farebbe una risata se facessi ridere

          • Ruben

            io ho risolto eliminando l’intero nodo nel DOM tramite gli strumenti di sviluppo… Su Firefox il tasto F12 ti apre un mondo nuovo, ma anche Chrome ha una roba simile: una volta schiacciato il tasto magico ti appare una nuova scheda con tante icone in cima e il codice sorgente della pagina (l’html è pubblico e incriptabile): dopo aver sganciato la scheda suddetta, in modo che appaia come una finestra flottante, pigi sull’icona più a sinistra (“seleziona un elemento”), quindi con il mouse punti l’area della pagina che ti interessa, fino a quando non si colora di celestino (in questo caso la enorme barra arancione); a questo punto, con torni sul codice HTML della pagina, nella finestra flottante degli strumenti di sviluppo, dove viene evidenziata la sezione corrispondente (di solito racchiusa in un DIV), Clic destro -> Elimina nodo e au revoir…
            Ovviamente, se ricarichi la pagina o ne carichi un’altra, la barra torna al suo posto e devi ripetere l’operazione.

          • ihaveadrin

            Con dieci minuti di google e Greasemonkey puoi rendere la cosa permanente

          • 16dB

            Oddio un pentastellato! Ma scommetto che l’adblock per il bolg di geppe lo spegni… .

          • Jonny Dio

            Non sono pentastellato, come non sono di nessuno per partito preso, sono mio e basta, e mi riservo di decidere su ogni questione con la mia testa, poi se trovo qualcuno che la pensa come me bene, se no amen.
            L’adblock l’ho installato anni fa e neanche mi ricordavo di averlo, fino a quando non è arrivata questa discussione.
            Sul blog di grillo ci andavo una decina di anni fa, quando era uno dei dieci blog più seguiti al mondo e in Italia nessuno sapeva cosa fosse un blog. Ormai non lo visito più da molto tempo.
            Ho soddisfatto la tua curiosità? Se vuoi esibirti in altre figure di cazzo, son qui apposta.

            Ah, per le scommesse, forse è meglio se ti dai all’ippica.

          • 16dB

            Leggendo gli ultimi 2-3 commenti del tuo storico commenti si direbbe il contrario. Magari è come per quei padri di famiglia che poi all’improvviso a 50 anni si scoprono gai: domani ti svegli e scopri che voti Geppe! Può succedere a tutti, stai attento.

          • Un grande problema della società sono proprio ‘sti tizi che si credono spiritosissimi, senza notare che passano solo per stronzi. I milioni che tentano di emulare Spinoza.it ne sono un esempio lampante.

          • Jonny Dio

            A parte il fatto che spinoza.it non è una persona ma è appunto formato da (milioni non lo so, ma sono tanti) di spiritosi utenti che inviano le loro personali battute, per cui, in un certo senso, Spinoza siamo noi; a parte che se questo, per te, è un “grande problema” vuol dire che fai parte di un’altra società; a parte tutto, dicevo, a me non sembra di aver insultato nessuno, le mie erano tutte considerazioni lecite.
            Una volta si diceva “veneziani gran signori”, poi è arrivato Nebo. Il primo veneziano genovese.

    • opla

      io prima di leggere questo blog manco sapevo cos’era adblock, l’ho installato appunto dopo aver letto qua

    • alex furla

      Basta disattivarlo su questo sito tendendolo attivo per tutto i resto. Lo fa il mio cane

  • Fabio Lord Phobos Bolzoni

    Il paffuto e scazzato iscritto da due settimane e che in due settimane sparisce sono io.

  • Baboo85

    Io AdBlock l’avevo disattivato, ma la scritta sotto permane. Quindi l’ho rimesso, a sto punto…

    Comunque al di la’ del sarcasmo, dipingete tutti Milano come una citta’ di merda… Io invece l’esatto contrario, forse perche’ ci sono nato (in un paese appena fuori) e non vedo tutte ste cose che vedete voi altri…

    A parte gli imbecilli in macchina. Da 1 annetto che sono a Como posso affermare che i comaschi sono impediti (sono bravi nei posteggi, di solito) ma almeno guidano tutti uguale. Quindi e’ difficile sclerare.
    Milano e’ piena di imbecilli, donne impedite, vecchi col cappello (che ancora mi chiedo PERCHE’ guidano), neopatentati che fanno i fenomeni col BMW del padre (o loro) per poi rimanere sempre bruciati in partenza dalle 600, pazzi scatenati in Golf che fanno la stessa fine, lesi sulle vecchie Mercedes Classe A…
    A Milano sclero sempre. A Como e’ come in America: tutti impediti ma omogenei…

    Per il resto: se venite da paesini di 2.000 abitanti non e’ colpa di Milano…

    • alex furla

      Sto a gorizia, ho preso la patente a novembre, e mi sono fatto pesaro- mestre- milano in auto e tutti fanno schifo uguale o non rispettano un cazzo.
      Detto questo mi sa che andare a lavoro a Milano è un casino la mattina, si starà un’ ora e mezza tra semafori e coglioni, meglio la metrò che non mi ha deluso nelle due settimane passate là.

  • After Findus

    Meraviglioso, meraviglioso! Ma il pilates? Fanno anche il pilates? 😀
    Nella mia palestra però siamo oltre: hanno smantellato via metà delle macchine per disegnare una griglia per terra (tipo il gioco dei bambini sui marciapiedi) dove poter fare in modo più plateale la figura dei deficienti.
    L’hanno chiamata “The Grid” e quanto pare giustifica un aumento indiscriminato della retta mensile per tutti.

  • dataghoul

    Anche a me la parola BIO scatena un attacco di diarrea incontrollabile.
    E’ grave?