Sulle barricate

160241

Visto che continuano ad arrivare notifiche di ogni tipo ho deciso di buttar giù due righe sul casino che è successo. Tra un po’ potrò essere più specifico e vi dirò quello che ho deciso di fare e come comportarmi, adesso è presto.

Dunque.

Quando ho iniziato a collaborare con GQ nella rubrica “Underground” dovevamo ancora decidere il tono con cui farlo. L’idea era: “facciamo delle prove e vediamo quali vengono meglio”. Il responso dei lettori è stato tiepido. Gli è piaciuto? Sì, no, boh. I toni variavano. Questo pare un feedback di nera, questo è quasi un’ANSA, questo sembra Saviano. E’ difficile capire la direzione se lo scarto d’errore è minimo. Potrebbero essere falsi positivi. Abbiamo quindi proseguito coi tentativi e oggi posso affermare senza tema di smentita di aver capito qual è il tono che non funziona per un cazzo.

Sono soddisfazioni.

Cos’è successo? Christy Mack, la mia pornodiva preferita, racconta con dovizia di particolari su Twitter di essere stata aggredita dal suo ex fidanzato War Machine. E’ una notizia? Sì. Va bene per Underground? Sì. La sottopongo alla redazione. Mi dicono di scrivere il pezzo, eseguo, mando. Lo pubblicano. All’inizio le condivisioni volano e va tutto alla grande, poi su Twitter arriva una youtuber proclamandosi disgustata dal tono del mio articolo, altri le vanno dietro accusandomi di sessismo e di giustificare la violenza sulle donne, o addirittura di incitarla.

quizzical

La cosa mi scivola addosso sia per l’assurdità dell’insulto sia per il semplice fatto che lo scopo dell’articolo a me pareva chiarissimo: mostrare quanto potesse essere frustrato e patetico uno che mena una donna. In particolare quella donna, non proprio Gina Carano, con quella corporatura, non proprio Brienne. Il mio compito era raccontare la violenza con termini forti e pesanti invece di appiattirla dietro il solito pettegolezzo da salottino TV di domenica pomeriggio con “efferata violenza”, “drammatiche immagini” e altra roba che oggi entra col primo boccone di pasta ed esce col rutto al caffè. Per me la cronaca nera è questo. Quando ho paragonato la Mack a un hamburger volevo ficcare in testa del lettore una metafora forte e fastidiosa, affiancando la bellezza di lei a qualcosa che tutti vedono al supermercato. Se scrivevo “ferita al volto”, “tumefatta”, “irriconoscibile” era il solito articolo asettico che i lettori, oggi, sfiorano con lo sguardo dal tabaccaio. Se ti pianto in testa il paragone viso di Christy-hamburger rimane più di mille frasi trite e ritrite. E in effetti è rimasto, inspiegabilmente nel verso sbagliato.

Tutt’ora non me ne capacito.

Anche per questo nei social ho risposto agli insulti ridendo. Io come rispondo a uno che esige di sapere il nome del giornalista, quando è scritto in bella vista in alto a sinistra? Come rispondo a uno che mi domanda le fonti per dei fatti EVIDENTEMENTE inventati e inseriti nell’articolo a scopo narrativo, cioè una comparsa sullo sfondo che si masturba? Come rispondo a un video di 11 minuti dove una tizia stravolge del tutto il senso dell’articolo pur di avere un motivo per indignarsi e non ha evidentemente gli strumenti (intellettivi? culturali?) per fare altrimenti?

A risate.

Questo fa incazzare tutti, redazione e forcaioli together. L’articolo viene rimosso e ricevo una telefonata da una persona mai sentita prima. L’interlocutore prima mi dà del lei domandando la mia qualifica professionale. Rassicurato dal fatto che non sono iscritto all’ODG passa a darmi del tu e a rovesciarmi addosso quegli epiteti che si dicono nelle risse in TV (lett. “sei una merda”, “coglione”, “una testa di cazzo”, “non ho idea in che merda ti sei ficcato”). Sbraita “non scriverai mai più per noi” e pretende che io gli mandi subito tre righe di scuse da pubblicare pena gravissime conseguenze, anche legali. Rispondo che sentirò il mio avvocato. Lui dice “non permetterti di prendermi per il culo” e che se non gli mando le scuse entro venti minuti scriverà “il signor Zuliani si rifiuta di scusarsi”. Saluto, mi faccio scrivere le scuse dall’avvocato (scuse che non sento di dovere, ma che almeno rappresentano quello che penso) e vado a cena con la Leo.

 

 

Il giorno dopo Roberto mi chiama per capire cos’è successo. Gli racconto tutto e lui decide di diffondere sul suo blog un riassunto della vicenda. La potenza virale di RRobe la conoscete tutti. In poco tempo la storia arriva all’orecchio delle twitstar che si dividono, ognuno con migliaia di followers alle spalle. La mole di spettatori e opinionisti aumenta a livelli mai visti. Tanti si fanno sentire dicendo che non vedono sessismo da nessuna parte, men che meno insulti alla Mack o giustificazioni per War Machine. Altri che sono una bestia e che istigo alla violenza (sic). Su Facebook mi scrivono italiani da Las Vegas, New York, Dublino, Germania, località turistiche Dio sa dove dicendo che loro il sessismo non lo vedono manco a pagarlo. Donne insorgono a mia difesa, altre urlano alla gogna, poi la notte copre tutto.

L’alba mostra un normale lunedì mattina italiano con la gente nei bar, i caffè a un euro, i fruttivendoli che gridano, i vecchi col gilet da pescatore, gli scooter che clacsonano agli autobus che clasonano il tram che scampanella al ciclista che insulta i pedoni. In tasca il cellulare trilla molto meno. Se l’epilogo avesse una canzone, sarebbe la base de “L’antagonista” di Piotta: note divertite di Dr. Dre risuonate a mandolino e fisarmoniche.

E’ una storia tutta italiana di giornalisti vecchi e stanchi, di lettori distratti e di persone più interessate a indignarsi che a capire e più a urlare che ascoltare, in un’epoca difficile con un ferragosto di pioggia e noia.

Perché ho scritto così quel pezzo? Per deridere un frustrato con cento chili di complessi d’inferiorità che si mette con una pornodiva e poi la massacra di botte per gelosia, come se uno allergico al glutine andasse a vivere nel Mulino bianco. Per dipingere la scena in modo che si imprimesse nella testa lasciando al lettore un’immagine sgradevole, invece del solito scrollare di mouse annoiato. Chiedermi perché una donna bella come la Mack, che potrebbe avere qualunque uomo o donna del pianeta, scelga un ex carcerato con precedenti di aggressione e violenza. Soprattutto volevo farlo facendo sorridere i lettori controvoglia, invece di fare uno dei tanti “efferata aggressione!!!1!!” che scompaiono quando si volta pagina. E’ quel che faccio nel blog dal 2007, è quello che ho fatto nel libro con le tragedie della Storia, è quel che faccio nella vita reale coi fallimenti, i lutti e le vittorie mie e dei miei amici. Perché credo ci sia sempre un modo per raccontare una storia e far sorridere. Robin Williams scherzava su tutto, anche sulla sua salute. De Andrè quando la donna dice di aver perso due figli risponde “signora, lei è una donna molto distratta”. Alcuni lo chiamano humor nero, altri cinismo, altri sarcasmo, altri cattivo gusto, per me è un modo di affrontare e vedere la vita da 34 anni a questa parte.

Se quando ho iniziato a scrivere questo blog non mi fossi aspettato una reazione del genere sarei stato un ingenuo. Venire defenestrato da una redazione per le proteste de laggente, invece, no. Non me l’aspettavo. C’ho perso un bella opportunità e un modestissimo guadagno che faceva comodo, ma posso tirare avanti.  Ogni giorno sulle barricate dell’Internet un indignato si sveglia e sa che dovrà indignarsi per qualcosa, o rischierà di guardarsi in faccia. Ogni giorno sulle barricate dell’Internet uno come me si sveglia, si guarda in faccia e ride. Io non so se chi legge sia un indignato o uno come me.

Di fatto, ci rivedremo sulle barricate.

Continuerò a scrivere puttanate che fanno incazzare gli indignati qui, nei libri, nei fumetti, alle convention e alle presentazioni. E se qualcuno pensa io sia “un mediocre che cavalca l’onda” sarò l’Easy Writer, se pensa io sia “un mostro” sarò Hannibal Letter, se pensa io sia un morbo per la letteratura sarò Nebola, se pensa io sia un mercenario sarò Iban il terribile, se pensa io sia uno stronzo qualsiasi sarò solo Nicolò Zuliani, il tremor nel tuo monte di Venere. Finché c’è gente che entra qui dentro di nascosto in ufficio, storie da raccontare ne ho.

  • Luca Leprotto Bisestile Dalbos

    Amen!

  • Magó

    Rispetto

  • Jacopo Re

    Quanta verità man.

  • Gatsu

    ma io ti amo (metaforicamente e decisamente non a sfondo sessuale) sei un boss nebo!!!!

  • Moby

    Nebo posso solo farti i complimenti per le palle che dimostri di avere e un enorme in bocca al lupo. Se passi da Milano dillo che ci si va a bere un Campari (magari più di uno)

  • Andrea Pinazzi

    tutto vero, complimenti per la reazione.
    troppi “rivoluzionari da tastiera” e troppi pochi zappatori.

  • ganfione

    amen, fratello. ma poi, con quel nome là, dovrebbe indignarsi di continuare a stare al mondo.

  • MrMik

    Solo applausi.

  • Alessio

    Facci sapere come continua la storia. Siamo con te!

  • Luigi Vavassori
  • cippas

    nebola continua così

  • Galeon

    Bentornato a casa, Nebo

  • andrea

    il fatto che tu debba spiegarle queste cose è veramente molto ma molto triste.

  • Marco Albarelli

    “Ogni giorno sulle barricate dell’Internet un indignato si sveglia e sa
    che dovrà indignarsi per qualcosa, o rischierà di guardarsi in faccia.”
    Se fossi uno che si fa tatuare credo che sceglierei questa frase 😀

  • Diego

    La Ggente non smette mai di stupire. Siamo sempre con te. hai uno stile unico e meraviglioso, rideremo insieme degli invidiosi moralisti.

  • el mona

    Letto l’articolo devo dirti che non mi è piaciuto, ma non per il discorso dello stupro, del machismo o caxxate varie, ma proprio per la sua struttura e per lo stile. De guistibus.
    Detto questo devo dire che GQ fa una figura barbina che se fossimo in altri paesi (Stanis mode: on) qui si parlerebbe altro che dell’articolo, ma degli editori e di tutta quella manica di gente che se n’è lavata le mani e t’ha gettato in pasto ai leoni.
    Sono sconvolto poi dalle scuse banali e assurde usate per smarcarsi dalla tua persona, come se tu potessi caricare un articolo senza che nessuno in una redazione cosi importante possa anche minimamente darci un occhio.
    AGGHIAGGIANDEEE!!11!!

  • arcp

    suggerisco un pezzo sullo stato dell’istruzione in italia.
    in particolare sulla comprensione del testo.

    • Glu

      it.wikipedia.org/wiki/Analfabetismo_funzionale
      in sostanza un italiano su due non capisce un cazzo di quello che legge o ascolta. La vicenda di nebo ne è conferma

      • KHRAZ

        Se dessimo all’articolo di Nebo una difficoltà di comprensione anche solo di 2 (su una scala di 5) stando alla ricerca del”ALL (Adult Literacy and Lifeskills) solo il 30% della popolazione italiana tra i 16 e i 65 anni saprebbe decifrarlo e comprenderlo.
        Ah, è una ricerca del 2006 quindi la situazione è molto molto molto peggio.

        • Glu

          Cazzo è vero.

          • definizioni a domicilio

            immagino in un futuro spenderemo l’80% di parole in una conversazione/testo in disclaimer mentre il restante 20% sarà sintetizzabile come:”…cazzo il disclaimer ha detto praticamente tutto,se solo non fossimo così coglioni potremmo anche comunicare”

  • scottecs

    Grazie, Nebo.

    • Sio legge Nebo? Fantastico!

      • scottecs

        E chi non lo legge?

        • Tirando ad indovinare, direi la tipa del video di cui parla nebo.

        • Stark

          BarbieXanax, forse

          • Daniele Cereda

            Suo padre, Ken Tavor, pare lo legga…shhht

    • nereus

      Ma grazie di che. Grazie al caxxo

      • scottecs

        “Grazie” di cercare di comunicare pensieri in maniera non “conforme” al modo di comunicare “standard”. È un ottimo antidoto contro la stupidità. Il giorno in cui l’essere umano non capirà più l’ironia sarà l’inizio della fine.

        • Billy

          Concordo con Sio e, se posso, mi aggiungo al suo ringraziamento.
          Seguo Nebo proprio perché condivido il suo pensiero e adoro il modo in cui riesce a esporlo.

        • nereus

          l’ironia va bene finchè non è perpetuata per lucrarci sopra. Ma in fondo essendo questa la pagina dell’ironia tanto vale riderci pesantemente sopra al suo licenziamento dicendogli, ahaha credevi di farla anche sta volta gran cazzaro di Nebo ma non ci sei riuscito, spero tu abbia imparato qualcosa ma sicuramente no perché sai già tutto tu, sicuramente un posto sul giornalino della parrocchia lo trovi di questi tempi lo sanno tutti quanto sono diventate sporcaccione le parrocchiane. Alla fine una redazione di mmerda del genere è meglio perderla che trovarla, tanto a chi servono i soldi!
          saluti e baci

          • 16dB

            “l’ironia va bene finchè non è perpetuata per lucrarci sopra.”

            Serio serio? o Ironico?

          • nereus

            chi lo sa. Sei tu che non sai interpretare il testo wei, mica scrivo io cagate per poi rigirare la frittata ahahhaah o forse è proprio cosi! o.o

  • Gian Marco

    Mi chiedevo chi potesse avere lacune intellettuali tanto evidenti da travisare in questo modo il senso dell’articolo… poi ho letto il nome e mi si è illuminato il cuore: Barbie Xanax (già nota per aver criticato, senza capirci un cazzo, altre persone di grande intelletto, tipo il Frusciante, quello delle recensioni sul cinema).

  • Vincenzo

    Analfabetismo funzionale, ci vorrebbe un servizio demmerda su studio aperto per far capire agli indignados cosa sia, tra il culo della Satta e le gambe della Theron, così, in scioltezza, prendere coscienza di una malattia senza fargli rendere conto che li stai fot***do, storditi come sono da cotanta abbondanza mai arrivata e ormai irraggiungibile, un po’ come quando ci parlano del’ebola, che cazz’era prima che ci facessero i servizi al tiggì e ci morisse un migliaio di persone? Nebo, io clicco il blog tutti i giorni, te paghiamo noi, fanc**o GQul0.

    • Daniele Cereda

      Dimentichi che studio aperto ha dentro degli analfabeti funzionali.

  • Davide Pellei

    grande

  • Louis Tesso

    “iban il terribile” meriterebbe un premio, un sito, le magliette ed una festa a tema in spiaggia.

    • Perché, Nebola no?

      Fantastico.

      • Stefano Dolomite Comoglio

        Nebola vince su tutto

  • un ventilatore

    Non prendertela, a Barbie Xanax sarà venuto un ciclo copioso questo mese.

    • brahda89

      intanto lui però ha perso un lavoro

  • Francesco Crescenzi

    Solidarietà totale, ma purtroppo di ritardati ne è pieno il mondo.

  • Kappa

    Rispetto.

  • Jack

    Senza parole, solo una perfetta testa di merda potrebbe leggere derisione per la vittima nel tuo articolo.
    Rispetto Nebo. Saluti dall’ufficio 🙂

  • Araest

    Questa vicenda ha dimostrato quanta frustrazione e ignoranza c’è negli italiani. Mi vergogno di abitare nello stesso paese di certe persone.

  • Enrico

    Massima solidarietà, viviamo in un paese triste in tempi tristi. E complimenti pure per la coerenza, dote sempre più rara…daje Nebo!

  • Maurizio Putzolu

    Ti meriti una lavata di applausi

  • Una Youtuber che non coglie l’ironia in un pezzo volutamente provocatorio non è strano. Da che mondo è mondo le faide tra i protagonisti dell’Internet sono uno dei motivi per cui l’Internet è bello. Oltre al fatto che durano poco e la settimana prossima cadrà tutto nel dimenticatoio. Quante risate.
    Siamo su internet, l’80% di chi ci naviga o lo fa per sfogarsi con semi-sconosciuti o si limita a fare da spettatore rincoglionito.

    La cosa vergognosa è il comportamento di quelli di GQ. Incompetenti, senza dignità, vigliacchi, perfetta rappresentazione del giornalismo italiano. E mi stupisco del fatto che queste cose ancora mi stupiscono. Nebo, auguri

    • FrancescoDondi

      Esatto. Internet è una fogna, e si sa. Ma una rivista non dovrebbe esserlo.

  • breezio

    Vai Nebo, devi spaccare i culi!!!!
    Ti prego, di tanto in tanto, quando ci sono, pubblica aggiornamenti, vogliamo sapere come si mette.
    Continua così.

  • bastaconladroga

    “Sono una critica cinematografica con tanto di laurea.”

    Barbiexanax

    • breezio

      Ah beh, allora stiamo freschi. Per andare a pulire le strade ci vuole più talento e lo dico con il massimo rispetto di chi molto onestamente ramazza l’asfalto.

    • ihaveadrin

      Se pensi che esistono critici cinematografici che hanno fatto cose come Profondo Rosso, l’embolo parte e diventa missile AIM-7

    • Nickname

      Laura al DAMS cristo… Non è una laurea è una lasciapassare che ti fanno i tuoi per mandarti fuori di casa a fare la giovane Ribbelle e fumare le canne mentre gli altri studiano medicina o ingegneria

    • Glu

      Pure sara tommasi è laureata alla bocconi.
      Aspetto il porno di barbie a sto punto 😀

  • Marco Albarello

    La cosa che più mi ha fatto ridere dell’intera vicenda è che tutti si sono indignati a seguito dello sfogo di un’autodichiarata “femminista” che usa come nick l’accostamento del nome di una bambola, che riassume tutti gli stereotipi possibili sulle donne, e di un tranquillante per gli attacchi di panico o ansia. Un pò come se io fossi un maschilista e mi facessi chiamare Ken Andriol ® Testosterone undecanoato – Anabolizzanti

    Andriol.

    Potrebbe interessarti: http://www.my-personaltrainer.it/sport/andriol-testosterone-undecanoato.html

    Nebo, quando al lavoro lo stress mi sovrasta perchè ho a che fare con persone psichiatriche, tu sei la valvola di sfogo giusta che mi fa ridere e mi fa capire che al mondo i veri matti sono quelli che ancora non sono stati rinchiusi. Non mischiarti con loro però, che sennò non ho più nessuno di sano con cui interagire. Grazie e continua così.

  • ZEB-DEMON

    Nessuno si è poi soffermato sulle continue correzioni sull’uso della virgola (palesemente errate) fatte dall’oca stridula, tra l’altro. Tutto il resto è routine (idioti amplificati da internet).

    Anche se devo dire che, per libertà di parola, lei aveva diritti di fare quel che ha fatto. Chi è in torto marcio, ed ha fatto la figura del coglione, è chiunque si sia occupato della questione nella redazione di GQ. (p.s. avevo fatto la battuta sull’abbonarmi, dopo aver letto il tuo pezzo. mi rimangio anche quella :P)

    Niebbo, tu continua a scrivere che tanto di lettori rischi solo di averne di più, non in meno.

    In attesa del secondo libro 😉

    • La libertà di parola è sopravvalutata.

      • ZEB-DEMON

        Finché è parola, non lo è mai. Fidati che senza ci sarebbero i veri problemi.

        Un coglione ignorante è innocuo finché parla solamente, ed ha tutto il diritto di farlo. Il problema è quando gli si inizia a dare ascolto. Sta lì il problema, nella carenza di buon senso.

        • Era una battuta. Non ripetiamo sempre che ognuno ha il diritto di dire quello che vuole. Certo che lo ha, ma io il diritto di dire che è una cretina, e che se ne stava zitta e non usufruiva di quel suo diritto era meglio. Diritto non vuol dire immunità.

      • Nazareno Marzetti

        Tu ci scherzi. Io sto cominciando a chiedermi se sia il caso di toglierla. Poi mi ricordo chi dovrebbe decidere come toglierla e dico… Meglio tenersela.

    • Mario Barretta

      Che triste storia davvero ma, purtroppo, no vi è nulla di nuovo sotto al sole.
      peccato che abbia dovuto ugualmente presentare le scuse e non aver trovato salva la sua collaborazione.
      Chi ci ha perso è GQ e pure parecchio sia per contenuto di qualità che non pubblicherà più che per la figura di **** che ha fatto e che rimarrà nella storia come quella storica di #poernano

    • Giulia Zamboni

      Adoro la cagata delle virgole! Per l’appunto: “Lui, come nei tweet che scrive, non riesce a capire quando va messa la virgola. Quando ci sono tante virgole e poi il punto finale, dopo tutta questa serie di elenchi che hai fatto, l’ultima parte, non va la virgola, va: E, ultima parte e punto. Non è che va: virgola e poi punto.” Eh, no, la grammatica non funziona mica così, eh!!!11!1 Giusto quella che hanno insegnato a lei, temo.
      A parte il fatto che l’elenco è UNO, se ELENCHI più cose fai UN ELENCO, non una serie di elenchi, il significato di ELENCO è proprio quello (dato che Barbie riesce solo a tentare di ribattere attaccandosi alle minuzie ortografiche/grammaticali, quando le trova), tigggggiuro! A parte il fatto che la suddetta frase non è esattamente in lingua italiana, la regola ferrea da lei esposta (comunque male), è proprio assolutah, infatti sentiamo come suonerebbe bene: “Potrebbe essere una studentessa ubriaca, una zombie walk, una trovata pubblicitaria E una nuova strategia di marketing.” UGUALE. Anzi, no, meglio! OH, WAIT. Ok, mi fermo.

      • ZEB-DEMON

        la riprende anche a fine filmato, quindi ne è proprio convinta. non ha manco cercato di controbattere quando gliel’ho fatto notare 🙂

      • Rodolfo Bevione

        Non sono riuscito ad ascoltare il suo video perché ha una voce troppo stridula, non sono riuscito a capire la sua tirata sugli elenchi perché è scritta troppo male. Povero me.

    • Daniele

      Io ci ho provato a metterle la pulce riguardo alle virgole. Ma ho scoperto che far sentire idiota un’idiota risulta nel ban istantaneo.

      • Daniele

        [qui il mio intervento da “isterico squadrista” (cit.)]

        • Rodolfo Bevione

          Ecco qui.

      • aldo

        “auswhitch”…mahahahahahah!

  • Z

    Mi sembra patetico e indice dello stato dell’internet quella seria, quella vera il fatto che tu abbia dovuto scrivere un pezzo come questo, per spiegare cose che dovrebbero esser non solo chiare, ma sottintese per qualsiasi avente diritto al voto.
    Ma vabbé, GQ non lo leggevo già, e su bagniproeliator ci entro apertamente e sghinazzante dall’ufficio.
    Regalerò una visita alla tipa di ioutubbe per capire con quale spreco di risorse genitoriali stiamo parlando, per il resto è solo supporto morale, fino ad ordine contrario.

  • Avion

    A parlare di hamburger m’è venuta fame. S’è anche fatta ‘na certa.

  • E’ tutto molto deprimente. Il tizio che ti telefona e che parte con gli insulti appena sente che non sei dell’ODG, mi ha fatto cascare le palle definitivamente. Però Nebo, probabilmente hai sovrastimato l’intelligenza dei lettori. Il tizio che si masturba lo capiscono i tuoi lettore che è uno scherzo; su GQ ci capita gente che non sa minimamente chi sei tu, e sono lettori di GQ e follower/amici dei lettori di GQ. Capisci che insomma, ecco…

    P.s: Che poi, licenziato per colpa di Barbie Xanax. Il peggio di youtube. E’ riuscita ad accusare Frusciante (dei Licaoni) di essere omofobo.

    • brahda89

      no aspetta un secondo: non centra chi è Nebo secondo me, il problema è più grande. Quella signorina Barbie e tutto il seguito hanno gli stessi diritti che ho io, il loro voto in cabina elettorale vale quanto il mio.

      Ora il problema non è Nebo o i toni, ma l’ignoranza cavalcante di quest’epoca, è palese l’articolo, un bambino lo capirebbe.

      Che i lettori di GQ POSSANO non esser dei luminari, ok, non lo so ma ok..ma cazzo non ha scritto un articolo di termodinamica.

      • Ma non so neanche se ci sono arrivati alla fine. Gli si è chiusa la vena già alla parola “masturbare” secondo me.

      • brahda89

        Se dico Mela, e una persona capisce Pera, perdonami ma è evidente che ha problemi di comprendonio e di conseguenza è facilmente circuibile

  • Guest

    e il link al video/rant?

  • Carlo Caprino

    Ahimè, di imbecilli è pieno il mondo e la Rete ne amplifica echi e portata :-/

  • Pingback: Dalla parte di Nebo – Bagniproeliator | prefetthura()

  • mao

    “Nebola” spacca! Fanculo agli “indignados”, vai avanti per la tua strada e lascia che ti chieda una favore col cuore in mano: meno pezzi su riviste pattume e più libri come “la storia la fanno gli idioti” o pezzi su BP.

  • diableria_

    Mi hai aperto gli occhi sul fenomeno youtubers, che ignoravo in quanto viecchiodimmerda, e mi sono documentato. Da ieri non dormo più tranquillo. Gli youtubers fanno vacillare l’idea di democrazia e mi fanno capire che il diritto di voto non ce lo meritiamo.

    • Purtroppo quello è un mondo dove il tantissimo buono che c’è viene volutamente ricoperto da tonnellate di sterco equino per colpa di una percentuale minore di personaggi indecenti.
      Un esempio a me vicino: Youtube Italia è pieno di validissimi youtubers che parlano professionalmente del mondo e del mercato dei videogiochi, eppure un non addetto quando fa la somma Youtube italiano + videogiochi pensa alla feccia come Favij o Zeb89, col risultato poi di far affondare nello sterco equino di cui sopra tanta altra gente capace.

      • Pascal Brax

        Hey! Zeb è un validissimo youtuber, serio e professionale!

        • Certo, e io mi scopo Kate Upton…

        • breezio

          zeb al massimo fa ride, ok. Va bene per qualche teenager che ha tempo da perdere a guardare minutaggi infiniti di battute che facevo io nel ’96 a giochi tipo Alien Rampage.

          • Stefano Padelli

            No, Zeb è uno che c’ha brutte storie alle spalle, tipo quella del malware infilato nella mod di GTA da lui creata. A me uno così non fa ridere neanche di striscio purtroppo.

  • Tafazzi

    Meraviglioso come il responsabile di un articolo sia solo chi lo scrive ma non chi lo ha approvato. Hai la mia solidarietà e quella di molti altri a quanto pare, sebbene con il supporto online uno ci si possa pulire il culo, dato che non ti paga le bollette. Anche questo è un modo facile per sentirsi nel giusto senza dover fare nulla.

  • orazon

    Ed è per questo che ti leggo. A pagamento e non. Perchè mi sono VERAMENTE rotto i coglioni del politicamente corretto a tutti i costi.

  • brahda89

    Mo ti chiama Barbara D’Urso

  • Chiara Landolfi

    Francamente non apprezzo troppo nè il cinismo nè lo stile giornalistico che scegli. Però cotanta voce in capitolo agli youtubers (ma chi sono, poi?!) è davvero espressione di decadenza.

  • Djeug WiKo Vuillermoz

    dovresti far tradurre il pezzo, twittarlo alla mack e chiederle se lo trova sessista

  • Andrea

    Quelli che tu chiami “allergici al glutine” soffrono di una terribile malattia che si chiama celiachia, non so se la conosci; dovresti informarti meglio prima di scriverci battute sopra.

    Porco dio.

    Forza Nebo.

    • Sonny

      Ahahahahhah! N°1

      • Daniele Cereda

        Basta farmare monetine sull’isola…

    • Harry Deekolo

      Al “porco dio” ho iniziato a fare la ola da solo davanti allo schermo del pc.

  • JustAnother

    Ciao Nebo, dato che il fraintendimento è facile, con il presente messaggio ci stai dicendo che tu scrivi con turpiloquio, cazzi e fighe per farci sorridere? Racconti vittorie e lutti con iperbole sessuali, gif porno ed affini perché vuoi raccontarci le storie per farci ridere?
    Questo modo di scrivere ti riesce naturale o è uno stile ad hoc che ti sei imposto/creato per uscire dalla banalità ed acchiappare lettori?
    Ti faccio queste domande in modo sincero, non son qua a “trollare” o a scavalcare barricate; fin dalla prima lettura ed in quelle successive mi sono sempre chiesto se il livello letterale, con utilizzo di cazzi e patatine, non fosse simile alle notizie di super gossip delle riviste inutili. Mi spiego meglio: mettere in copertina la Fico col culo di fuori non è simile alla tua (volutamente) scrittura sessista (dai, non puoi dire di no, quante volte denigri le donne in questo blog – ripeto volutamente perché vuoi avere uno stile così-)?
    Guarda caso, quanti lettori hai e quante lettrici?
    Non sto criticando, vorrei solo capire se il tuo è uno stile naturale o se te lo sei creato per differenziarti ed accalappiare un certo pubblico.
    Spero in una tua risposta e spero di non essere frainteso. Ciao! 🙂

    • JustAnother

      Ciao Riccardo, grazie della lezione ma non stiamo parlando di definire l’Arte. Va meglio se al posto di “naturale” dico “spontaneo”?
      Guarda che non ho attaccato Nebo, evitiamo difese inutili; quel che voglio sapere è se lo stile “cazzi, fighe, donne, orgie” è una sua ricerca o se gli vien spontaneo, perché purtroppo non ho mai sentito niente di quando faceva l’MC e quindi non so come scriveva anni fa.

      • JustAnother

        Vabbuò, ho già detto che non voglio filosofeggiare sul significato di Arte. Uno può essere portato a disegnare meglio di un’altro che è portato a suonare la chitarra e non è un processo artificiale perché avviene spontaneamente, l’essere portati ad una determinata materia non deriva dagli studi o dal conoscere il lavoro degli altri, ma non siamo qui per parlare di queste cose.
        Amen, vorrà dire che l’errore è stato mio e che Nebo non mi degnerà di risposta in quanto sono troppo ignorante per porre una semplice domanda.
        Glielo chiederò di persona la prossima volta che lo incontro.

    • ciemmerre

      JustAnother mi permetto ti riponderti per me visto che appartengo al genere donna.

      Seguo il blog da parecchio tempo e leggo sempre volentieri gli articoli di Nebo, ovunque li pubblichi (anche se ovviamente preferisco quelli “liberi” che scrive qui).

      Per quanto mi riguarda non mi sono mai sentita minimamente “degradata” da nessun articolo scritto da lui anzi, semmai l’opposto.

      Li trovo molto divertenti e ben scritti e apprezzo proprio il suo modo di raccontare storie sia vere che di fantasia.

      Quello che mi fa incavolare in generale sono ben altre cose e quasi sempre mi offendono di solito prima come “persona” poi magari/anche/forse come “donna”.

      Per la vicenda non mi esprimo, la seguo dall’inizio e si sono già sprecate molte parole, onestamente quello che mi dispiace è che Nebo abbia perso, a causa di questo bailamme, una parte (piccola spero) dei suoi introiti, che di questi tempi sono quelli che ti salvano il culo a fine mese.

      Ciao!

  • Pispax

    La cosa che fa incazzare me è la logica di tutto questo.

    Tu hai scritto un articolo molto intelligente. La redazione lo ha letto, capito e pubblicato.
    Una sciacquetta furbastra e iperegocentrica lo ha letto e lo ha capito benissimo, ma ci ha visto un modo furbastro e iperegocentrico per acquistare popolarità.
    Mille cretine l’hanno seguita.
    GQ ha perfettamente capito la rava e ha deciso di seguirla per avere aggratis un po’ di pubblicità da ombrellone.
    Millemila contatti a seguire.

    GQ ci ha guadagnato la pubblicità. La sciacquetta “ha vinto la sua battaglia” e ci ha guadagnato popolarità.
    Tu ci hai perso un lavoro.

    Scrivere cose intelligenti non paga.
    “Indignarsi” si.

  • Sonny

    Eh si ma cazzo basta mettere ste virgole e poi il punto! Ci vuole la e congiunzione! Cioè, la grammatica non è un’opinione (a casa sua).

    Tutta questa situazione comunque dovrebbe focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sul preoccupante fenomeno del calo generale del quoziente intellettivo. Cioè, è in picchiata…

  • Francesco

    Fin da quando nasci ogni cosa serve a ricordarti che il mondo è un posto di merda. Questo sviluppa un’evoluzione divergente di gente che si lamenta e gente che ride della merda. Grazie Nebo, per tutto il lavoro che fai su questo blog e altrove, perché il mondo è ridicolo, la vita è una barzelletta, e l’ironia non è una mancanza di rispetto (e chissà per quale motivo i blog migliori che seguo sono pieni di donne nude).

    • Claudia

      Bellissima! La metto sul mio stato di Skype

  • Leonardo

    Testicoli, testicoli, testicoli. Grande Bagni.

    • qaz

      Anche secondo me l’inchiappettamento di Nebo è con-causato dal fatto che ‘femminicidio’ sia la buzzword giornalistica dell’anno.. indignazione a costo zero e risonanza cento.

  • Pinco

    Prima ti pubblicano un pezzo e tutto va bene.
    Nessuno l’ha controllato prima?
    Poi scoppia il casino e scaricano su di te.
    La figura del direttore responsabile si è estinta? Oppure online non vale?
    Poi il licenziamento, o meglio la cessata collaborazione.
    Ma le scuse? A chi? Alla Mack? A Barbiecosa? A me che non me ne frega un cazzo? Visto che ti proclami un mercenario io quelle scuse le avrei fatte solo per evitare il licenziamento, altrimenti che andassero in culo.

  • Antonio Castellani

    peccato per le reazioni di chi non capisce e preferisce un falso perbenismo.

    …continua così, dal mio “ufficio” ti continuerò a seguire 😉

  • Antò
  • Daicazzo

    Class action per far riprendere Nebo in redazione a calci nel culo! Caliamo qualche youtuber anche noi cazzo

  • Adriano Snow Romaldini

    Sante parole!!! Gente che si indigna ancora leggendo questa roba e chiedendo l’immediata gogna è veramente fuori dal tempo che viviamo oggi. Bella Nebo!

  • Marco

    Tutti dovrebbero leggere una delle migliori analisi satiriche mai scritte (http://www.wumingfoundation.com/pagina_satira_luttazzi.pdf). Lo spirito del tuo pezzo è chiaramente il grottesco: causare orrore nel lettore attraverso l’umorismo. Non tutto il pubblico lo capisce però, dovrebbe essere istruito, dovrebbe avere una minima apertura mentale e soprattutto non avere pregiudizi.
    Evidentemente hai centrato l’obiettivo e hai smascherato la caratura morale di molte persone. Mi spiace soltanto per le conseguenze che ne sono derivate…

    Dal canto mio posso augurarti buona fortuna e offrirti un bicchiere se passi in osmiza a Malchina 😉

  • Giovanni Nati

    io sono uno di quelli che entrano qui dentro di nascosto in ufficio (dovendo anche aggirare il firewall), forza Nebo!

    • Tonimola

      Pure iooooo 🙂

  • Nicola Cudemo

    Cristo. Bravo. Mi piace come scrivi.

  • gaetano

    L’ignoranza di alcune persone è una brutta bestia. Forza Nebo !!

  • Nicola Cudemo

    Guarda, se parte una raccolta fondi per querelare la redazione di ‘sto giornale dimmerda, partecipo.

    • Fabio Gnesin

      compra il libbro

      • gian

        quei soldi finiscono in rum e pera

  • Bruce

    non mi viene niente di intelligente da dire, per cui ti dico solo bravo nebo

  • von kleist

    qualcuno ha il link alla youtubers la cui brillante intelligenza ha scatenato il tutto?

    • BoboMilano

      C’è nell’articolo di Rrobe, ma ti consiglio di non guardarlo. E’ roba forte, mi si è incrinato un timpano

  • Y0UC_1

    l’ordine dei giornalisti ….

  • Francesco Losa

    92 minuti di applausi: http://youtu.be/xDr7fi1gFco

  • Il colmo sarebbe che GQ adesso assumesse la Xanax al posto di Nebo. Dopotutto lei ha 15000 mi piace e Nebo solo 5000, quindi è per forza una persona migliore di te. Poi vedendo il video della tipa, direi che è facile prendere i pezzi giusti dell’articolo per farti sembrare un coglione e saltare le parti in cui attacchi War Machine.

  • nereus

    Ahahaha ti hanno smerdato.. Ma poi non ti vergogni a lavorare per GQ.. Lol ora puoi tornare a fare il camionista seguendo la tua naturale passione!

  • Culo

    Nebo SEMPRE registrare le telefonate. TUTTE. E via di querela.

  • Endi

    Fai le scuse, chiedi scusa, attendo le tue scuse. Mi immagino la scena di una suora alta, grossa, con occhialoni argentati, il dente d’oro, con il battipanni in mano! Non ha capito però, a chi lo stava chiedendo! Go Nebo GO!

  • Omino Verde

    I leoni da tastiera sono sempre dietro l’angolo.
    Continua a scrivere senza fare caso a queste persone.

  • Sven Baumgartner

    Hai reagito nel modo migliore, non smettere mai di scrivere.
    E poi quanta cazzo di pubblicità ti ha portato tutto questo parapiglia? GG WP.

  • Premessa: Non leggo GQ, e già il solo fatto che abbiano deciso di chiamare la loro sezione pseudopulp con la parola più decontestualizzata e stuprata (a proposito) senza ritegno dei nostri tempi pensando di dargli così un’aura ggggiovane mi ha messo davvero tristezza. A Nebo e a voi altri giustamente non ve ne fregherà un cazzo, ma ci tenevo a dirlo.
    La vicenda spiega perfettamente come il partito tra l’altro dell’indignazione usa&getta abbia un consenso che oscilla tra il quinto e il quarto della popolazione avente diritto, d’altronde il canovaccio è lo stesso: uno indica la Luna, un altro non stupido ma in cerca di facile notorietà dice a un gregge decerebrato di guardare il dito e il suddetto gregge osserva belante il dito. Profit.
    Voglio emigrare…

  • Stark

    Trovo ridicola la telefonata che hai ricevuto, ed i toni di questa, sopratutto. Fai bene a prendere le vie legali, Nebo.

    Ci vediamo sulle barricate.

  • Alice Stoll

    Per quel che conta, Nebo, noi siamo sempre qui. In bocca al lupo.

  • eritreocazzulati

    Sembra di vivere dentro il film Idiocracy.Dove gli idioti hanno gia vinto e l’intelligenza media è crollata spaventosamente.
    Le Attention Whore sono sempre in cerca di un motivo per finire sotto i riflettori.Ieri eri te, oggi una pubblicità con una donna scosciata, domani un protagonista stronzo di un qualche film che incidentalmente è pure Gay (con tanto di accusa di omofobia al film in questione).
    Motivi per chi si indigna un tanto al chilo ce ne sono sempre, pensa, c’hanno fatto anche un partito…pardon, MoVimento.

    Tu tieni duro, sulle barricate a passarti i fucili carichi ci siamo anche noi 😉

    PS invito tutti quelli che gia non l’abbiano fatto a comprare “La storia la fanno gli idioti”, del sempre nostro Niebbo.

  • Billy

    Fammi capire: sei stato licenziato per aver fatto piangere i gattini su internet?

  • Marco Z.

    Per quel che vale tanta solidarietà anche da parte mia … uno del M5S.
    Mi sono sempre fatto quattro risate quando parli (male) di noi.
    Proprio non capisco le critiche che ti hanno mosso. Ancor meno capisco GQ. In verità l’unico peccato mortale di cui ti sei realmente macchiato è stato mandarmi il libro SENZA autografo … stronzo 😉

    • Franz

      Sei QUEL MarcoZ ?

  • Dinolib

    Quello che hai spiegato era fin troppo chiaro nel tuo articolo, fra l’altro di piacevole lettura e ricco di sensazioni. Imho quanto accaduto è causa del fatto che oggi si legge pochissimo. Le tecniche di narrazione come la tua non sono infrequenti…
    In bocca al lupo e complimenti, hai un vero talento!!

  • angelo969

    Ma ti hanno licenziato per questa qua?
    https://www.youtube.com/watch?v=fRziDq4Flc0&list=PLuEtysSmA_Zdk9RSqbatRpmORiIRjdLkI
    Sarà stato per non sentirla più gracchiare, dopo due secondi avevo il timpano frantumato.
    Visto che hai gli avvocati in mezzo potresti farle causa, e se non fosse che pare un po’ cessa, aggiungere che accetti anche risarcimenti in natura, vedi poi la finta bigotta come strilla

    • Brutal Deluxe

      Ma questa e’ messa cosi’ PRIMA o DOPO un’intera boccetta di Xanax?

      • angelo969

        Mahh? Prima o dopo, la tipa è davvero straziante

  • Clementine K.

    “Perché ho scritto così quel pezzo? Per deridere un frustrato con cento chili di complessi d’inferiorità che si mette con una pornodiva e poi la massacra di botte per gelosia, come se uno allergico al glutine andasse a vivere nel Mulino bianco.” quindi tutte le pornostar devono anche essere infedeli secondo te?

    “Per dipingere la scena in modo che si imprimesse nella testa lasciando al lettore un’immagine sgradevole, invece del solito scrollare di mouse annoiato.” Ok. Ti credo. Ma cito dai commenti di chi ti segue: “ma barbie sputa o ingoia?” “se proviamo a regalarle un vibratore?” “puttana troia ti meriti solo cazzotti”. Quest’ultimo è sicuramente quello che più ha capito il tuo l’intento. Non voglio difendere né Marta né te, ma vorrei che mi dicessi sinceramente se secondo te, dopo aver letto questi commenti, il messaggio è davvero passato.

    • 16dB

      Il messaggio EVIDENTEMENTE non è passato, dato che, a quanto pare, nemmeno una “laureata e critica cinematografica” (Barbie), sembra averlo recepito. Cosa facciamo? Io non voglio fare quello che “tutti gli altri hanno un QI inferiore al mio”, ma qui siamo veramente al di sotto del livello minimo di capacità di comprensione del testo. Smettiamo tutti di scrivere? L’ultimo commento, volendo, probabilmente è il più ironico, anche solo inconsapevolmente, dato il contenuto dell’articolo oggetto dell’intera discussione.

      • Clementine K.

        Io non ho chiesto se Marta avesse capito o meno; ho chiesto a Nebo se I SUOI FOLLOWERS avessero recepito il messaggio, perché se nemmeno loro lo hanno fatto allora forse il problema non è della Xanax né dei suoi followers. (Tra parentesi sono sicura che già prima ci fosse stato del dissenso, semplicemente lei lo ha portato alla luce ed avendo un seguito ha fatto scalpore, ma addossarle una colpa simile mi sembra esagerato, nel senso che non ha tutto questo potere)

        Ironico? Sei sicuro? Ti lascio lo stamp, a te giudicare: http://postimg.org/image/3sixfqn5p/

        • Vorrei far notare che metà dei messaggi incriminati è di un unico “follower”. Dire “ritardata” non è una offesa sessista, ne dire che ha 12 o 13 anni.

          Poi RealKull è uno che commenta sul Tubo. Sei certa che è un lettore di Nebo, sì? ne han parlato in tanti di sta vicenda.

          Detto questo l’analfabetismo funzionale colpisce un sacco di gente in Italia, ce ne saranno un sacco anche tra i lettori di Nebo, questo non toglie che il suo articolo era chiaro, poi uno può non apprezzare la dark humour o le immagini forti, ma dovrebbe ammettere che il dark humour non svilisce l’oggetto dell’humour. La maggior parte delle persone non capisce Hegel – non che stia paragonando Nebo ad Hegel, intendiamoci – ma questo non vuol dire che Hegel scrivesse non-sense. Il problema è di chi legge insomma.

          • Clementine K.

            Gesù in croce ma perché continuate a rispondermi con cose che non vi ho chiesto? Cosa centra “Dire “ritardata” non è una offesa sessista, ne dire che ha 12 o 13 anni.”? Dove ho nominato il sessismo?

            Evidentemente abbiamo un concetto diverso di humor nero. Ma come ho detto altrove sono convinta che se lei non fosse stata una ex pornostar nessuno ne avrebbe parlato.
            Se avesse lasciato solo la parte in cui a lui non si rizza nonostante lei sia una pornostar, allora lo avrebbe denigrato (il wrestler), ma la parte iniziale dove lei fa i versi per cercare aiuto non vedo come possa far intuire che l’ articolo era per prendere per il culo lui. Tra l’altro gli articoli di Bagni mi piacciono, non sapevo proprio che l’autore fosse lo stesso e non per questo adesso penso che lui sia un coglione o un maschilista, per carità. Posso pensare che ha fatto uno scivolone senza sentirmi dare della bigotta o della femminista?

          • Certo. Anche per me l’articolo è un po’ fuori contesto: c’era da aspettarsi reazioni del genere. E aldilà del messaggio, Nebo voleva scrivere di quella storia con il suo stile, credo. E fare condivisioni che quel suo stile gli ha sempre garantito, credo(2). Però devi un attimo riparare qualche circuito della logica.

            Se tu chiedi a Nebo se il messaggio che ha detto di voler far passare (cioè ridicolizzare i mononeuronici che usano i muscoli contro le donne) è stato capito o no dai suoi lettori, cosa c’entrano molti dei commenti che hai portato a prova che anche i followers non l’hanno capito? una beata cippa. Molti di quei commenti sono semplicemente offensivi – cos’è, mò non si può neanche offendere una donna? – molti sono scritti da un’unica persona e alcuni sono su youtube senza poter capire se sono lettori di Nebo oppure no.

          • Clementine K.

            Non centrano niente infatti, ho riportato uno stamp non fatto da me e che non ho avuto voglia di tagliare, ricarica su un sito di hosting e metterlo qui 🙂

          • ihaveadrin

            Quindi incolpi i follower di Nebo per qualcosa che non sai neanche se abbiano detto i follower di Nebo (per quel che ne sappiamo i commenti di Carucci potrebbero essere sul diario Facebook di Roberto Recchioni, come in effetti sono). E sì che potevi anche cercare insulti in questa sezione commenti, ci sono, pochi (non è che la malattia dell’essere droni programmati per indignarsi a comando sia qualcosa di raro), ma ci sono. Famose a capì: per produrre sti sbrodoli, la Xanax è una persona a cui tieni oppure sei logorroica. Se il tuo caso rientra in una sfumatura del primo, non potresti cortesemente impegnarti di più, invece di scroccare dal solito che rileva quanto BarbieXanax, nel corso degli anni, adori tirar su impression pubblicitarie facendo l’hater?

            Io sono logorroico e da grande vorrei rapinare ville di notte e fare l’avvocato dei mafiosi di giorno, in modo da poter vantare la mia smisurata arroganza e prosopopea, ad esempio.

          • Clementine K.

            Come voi continuate a sostenere che chiunque abbia detto che non gli è piaciuto l’articolo è un succube della xanax. Io sono venuta QUI a chiedere, non altrove, è ovvio che mi rivolga ai suoi followers. Ma mi sa che tanto non ci capiremo mai.

          • ihaveadrin

            Quindi, sei logorroica.

          • Clementine K.

            Sulla seconda parte della tua risposta quello che dico è che non si può addossare la colpa del licenziamento solo a lei, perché PRIMA del suo video qualcuno non è stato daccordo con l’articolo.

        • Brutal Deluxe

          E che dicono di male? Le danno principalmente della ritardata ed in effetti probabilmente lo e’.

        • 16dB

          Riprovo:

          “L’ultimo commento, volendo, probabilmente è il più ironico, anche solo inconsapevolmente , dato il contenuto dell’articolo oggetto dell’intera discussione.”

          Se non siete la stessa persona tu e Marta avete davvero molto in comune.

          • Clementine K.

            Queste frecciatine magari le lasciamo in classe, alle medie, che dici? Leggendo di fretta mi è sembrato che avessi scritto che l’autore del commento potesse aver usato ironia, non che la cosa in sé fosse intrinsecamente (non inconsapevolmente) ironica.

        • 16dB

          Rileggi il pezzo: non mi pare nel pezzo si voglia fare della retorica sulla violenza contro le donne (blah – noia), bensì mettere in luce gli aspetti paradossali, e mettere ancor più in evidenza il disagio mentale del tipo. Se volevate un saggio di etica e morale tu e Barbie potevate andare a leggere altro, non un pezzo su GQ online – sezione “underground”. E poi lamentarvi.

          • Clementine K.

            Ormai non so più a cosa mi stiate rispondendo. Perché continui a parlarmi come se fossi la seconda testa di Barbie Xanax? Io ho le mie opinioni, e niente ha fatto intendere che siano identiche alle sue. Non capisco se ci sia un gap di comunicazione, se sia colpa del fatto che su internet non si capisce il tono o se semplicemente chiunque non scriva “bravo Nebo” “grande Nebo” “spaccagli il culo Nebo” sia un leccaculo della Xanax e quindi vada preso a parole per partito preso.

    • Brutal Deluxe

      Il messaggio di Nebo non c’entra proprio una mazza con le reazioni a quella demente di BarbieXanax. Per quanto mi sia simpatico non mi faccio certo dire da lui cosa pensare.

  • Harry Deekolo

    Confesso che fino ad oggi non avevo ancora visto il video della tipa col nome da bambola: mi ero fidato di Nebo e di Rrobe per concludere che era ripieno di puttanate.
    Oggi pomeriggio mi son detto che criticare per partito preso non era corretto, e l’ho messo su.

    Diocane, ridatemi i miei 11 minuti e 36 secondi.

    Meno male che stavo lavando i piatti.

    • Buriani Emanuele

      e non ti si sono rotti i bicchieri per la sua soave vocina?

  • Giulia Cecconi

    il celiaco che va a vivere nel mulino bianco è bellissima 😀

  • Ludovico Manzotti

    Cit. “Ogni giorno sulle barricate dell’Internet un indignato si sveglia e sa che dovrà indignarsi per qualcosa, o rischierà di guardarsi in faccia. Ogni giorno sulle barricate dell’Internet uno come me si sveglia, si guarda in faccia e ride. Io non so se chi legge sia un indignato o uno come me.”

    Geniale.

    Viviamo in un tempo di indignati e falsi moralisti su ogni livello della scala sociale. Sono con te Nebo.

  • Marletto_Cazzone

    È sufficiente staccare la spina di internet

  • mat

    Ma se io mi fossi indignato al video di barbiexanax, potrei chiederle di scusarsi e lasciare youtube?

    daje nebo.

  • Enrichettone

    “Signora lei è una donna PIUTTOSTO distratta”

    Va bene scrivere di merda ma che almeno le citazioni siano giuste. Detto questo quelli di GQ sono dei poveracci e tu non dovevi calarti le brache con la letterina di scuse.

    Tante belle cose.

  • Riccardo Valle

    Non c’ho parole…so solo che mi ha istigato più alla violenza aprire un video random di Barbie Xanax piuttosto che leggere il tuo articolo su Christy

  • Ciccio Pasticcio

    oh ma alla fine sticazzi e vaffanculo alla tipa.

  • Luca Ghizzardi

    Nebola è la cosa più bella che io abbia mai letto.

  • morteallacensura

    E’ anche vero che la Xanax è stata oggetto di insulti abbastanza pesanti: non credo che sia colpa sua se Nebo ha perso la collaborazione.

    • Brutal Deluxe

      Magari non e’ colpa della Barbie sotto Xanax, ma gli insulti sono ben meritati.

  • Matteo

    Paradosso. questo mi fa pensare a quanto insulsa sia una parte della rete. …virale, twitstar…. ma vafangúlo.

  • Ho seguito tutta la vicenda e anche se sembrerà impossibile credo che ad uscirne bene siete in tre: il Rrobe, che riesce a polarizzare la colpa su chi ha davvero delle responsabilità, la BarbieXanax, che alla fine esprime solo la sua opinione, e te che alla fine sei diventato un po’ il “capro espiatorio”. Detto questo l’articolo è una porcata, non in sé ma perché esprimi maldestramente la tua opinione sulla vicenda. L’unica parte che fa intendere cosa ne pensi veramente è la citazione di Pain&Gain. Credo che se non avesse riguardato un vero fatto di cronaca forse avrebbe avuto ben altro effetto.
    Simone

    • 16dB

      Io fare figure di merda non la reputo proprio una vittoria (Barbie).
      Certo, tutti possono esprimere le proprie opinioni, ma se l’opinione che declamo alle masse con orgoglio dimostra che non ho capito un testo tutto sommato abbastanza semplice, bhe, evivva, ho vinto!
      Per il resto l’opinione è abbastanza chiara… forse non troppo indirizzata direttamente verso quello che si vorrebbe fosse il vero tema centrale dell’articolo, almeno secondo la morale comune. Mi pare qui non ci si voglia concentrare troppo sulla violenza contro le donne etc… (del resto è un tema scontato in questo caso), ma semplicemente su quanto sia rincoglionito e fuori di testa il tipo. Hey! E’ GQ, e mi pare che per la “testata” siamo pure al di sopra della media degli articoli. Se cerchi filosofia ed etica sei nel posto sbagliato, ne convieni?

      • Il Rrobe ha spiegato bene. Al quartier generale di G(che!?) l’etica sta a zero, così come le palle. Mi dispiace che alla fine paghi e debba chiedere scusa la persona sbagliata, tutto qui. Ognuno poi è libero di dire la sua.
        Simone

    • Harry Deekolo

      No, vabbè, la bambola ansiolitica avrebbe solo un modo di uscirne “bene”: scrivere chiaro e tondo pubblicamente “scusate regà, avevo letto l’articolo sotto effetto di alcol e stupefacenti e nun c’avevo capito un cazzo”.
      Quegli sfigati di gculo sono da attaccare al muro, ma ‘sta minus habens dovrebbe quantomeno riconoscere la sua incapacità di comprensione testuale
      Si può giudicare l’articolo più o meno riuscito, ma che sia un pezzo grottesco è ovvio: dal video si deduce che miss Barbie tutto ciò NON L’HA CAPITO. Non ha capito neppure che Nebo stava stigmatizzando l’aggressore: anche qui, lo stile prescelto è discutibile fin che si vuole, ma non certo l’intenzione.
      Se la tipa non è in malafede (possibile), abbiamo un fail su tutta la linea, cazzo.

  • 16dB

    Qui lo sbrocco è a livelli fantascientifici. Mi spiace solo che non hai più lavoro. Ma il resto (commenti pro e contro) è veramente da manicomio.

  • Lorenzo

    Nebo ciò che scrivi è pura arte. E la gente non la capisce, non ci arriva. Ma tu continua così e non ti fermare davanti a delle bassezze così basse.

  • Mauer

    come cazzo si fa a travisare il senso dell’articolo che ha scritto?

    Ha scritto dei pezzi migliori, quello si, ma cristo santo il giudizio finale é cristallino.

    “Tutt’ora non me ne capacito.” <- this

  • Fabrizio Carnovale

    il problema non è la youtuber sconosciuta, le cui motivazioni sono ovvie, ma i suoi fans che commentano senza un briciolo di cervello e probabilmente senza nemmeno aver letto l’articolo incriminato

  • Bubba Ho-Tep

    Nebo io ti odio: per colpa tua ho dovuto assistere a 11 minuti di video di una saccente che blatera cose senza alcun senso in maniera insopportabile. Per quello c’era già il blog di Beppe Grillo.

    A parte questo, da freelance a freelance, massima solidarietà. Se passi da Brescia il primo sciampagnone te lo offro volentieri.

    L’abbiamo voluto il mondo Social che permette a chiunque di potersi esprimere liberamente? Ecco le conseguenze.

  • ale

    virgola virgola E punto

    per il resto: forza Nebo (anche se il libro mi ha fatto incazzare) !!!

  • BoboMilano

    In fondo lo sapevi anche tu Nebo che con GQ sarebbe andato tutto a puttane

  • BoboMilano
  • Lohoris

    Purtroppo al ritardo mentale non c’è fine.
    Il problema è che spesso tali ritardati occupano posizioni di potere.
    Che il cosiddetto “giornalismo” fosse “in crisi” era evidente, ma questo è persino più di quanto mi sarei immaginato.
    Il dramma è che ormai accade sempre più spesso di trovare cose sgretolate “più di quanto ti saresti immaginato”.

  • GaraventaFed

    Sinceramente, era un pezzo molto discutibile. Lo avevo notato ma mi ero astenuto dal commentarlo, pensando che lo avrebbe fatto qualcun’altro. Di base, non mi piaceva il tono gratuitamente antiamericano. In qualsiasi paese una pornostar che si mette con un fighter e si fa beccare a fargli le corna, due cartoni in faccia può anche aspettarseli. Anche in EU o in Asia, direi. Ma quello che davvero mi stupisce è la rivista, che prima pubblica il pezzo e poi, invece di difenderlo, scarica l’autore e lo cancella. Siamo veramente arrivati al fondo del barile. Sono lieto di non aver criticato il pezzo prima. Era esagerato e un po’ forzato, ma l’editore dovrebbe vergognarsi. Alla prossima edizione, mi aspetto su CG (che non leggo) un pezzo sulla scie chimiche. Sono sicuro che tutti i suoi detrattori lo apprezzeranno molto. Buon lavoro ed a presto (ci incrociamo talvolta su tuitter)

  • Nick

    Sono assolutamente dalla tua parte: l’articolo era privo di qualsiasi accenno di sessismo, se BarbieBus sapesse leggere avrebbe scovato sicuramente di meglio da dire nel tuo vasto repertorio 😉

  • Mauer

    cmq il “sessismo” qui c’entra una benemerita ceppa di minchia, lo si tira in ballo per lanciare slogan accalappia gonzi e l’opearazione é riuscita perfettamente.
    Non v’è discriminazione sessuale nel massacro oggetto del racconto di cronaca, vi é solo la codardia dello sfruttare rapporti di forza impari.
    Se il tizio si fosse trovato davanti un mixed martial artist di 120kg sarebbe stato picchiato come una cotoletta, indipendentemente dal sesso dell’atleta citato ad esempio.
    Nebo sta cosa l’ha colta citando appunto la disparitá delle forze in campo, chi invece legge con la sola intenzione di creare bagarre ovviamente sfrutta le zone sospese lasciate alla riflessione per riempirle di merda che il pecorame vario ingoia belando gioiosamente.

  • Alex

    “Iban il terribile”: pensi ancora al modestissimo guadagno che faceva comodo, eh? 😉
    E comunque che qualcuno di GQ (no dico gichiù!!!) faccia il grosso… Jesus… Ma hanno mai preso in mano quel cacatoio che chiamano rivista?

  • Fred

    Molti nemici molto onore Nebo! Continua cosi’!

  • spitinfirla

    Nebbo ‘n t’a pijjà! Ti rimangono le riviste uterine.
    Meglio quelle che un giornale da Gran Qü.

  • Sayo Zetsu Sen

    E’ “Lecter” mio dolcissimo cantastorie..

    Da anni tiri su di morale le mie giornate universitarie.

    Ti voglio bene come un papà.

    Oggi ero depresso e cercavo: buonumore su google e mi è capitato questo.

    http://www.usedpanties.sexy/blog/

  • Dlz

    Supporto nebo, sto shitboxando le merde di GQ… Daje amico

  • Francesco Paternesi

    Ci metto la faccia (o quasi) perchè il video di Xanax l’ho visto tardi ( ad articolo ormai rimosso ) e, da quella prospettiva incompleta, sembrava abbastanza palese che fosse una cosa di dubbissimo gusto.
    Letto l’articolo però, non era poi così terribile, anzi.
    Certo, qualche immagine non m’è piaciuta uguale ma è evidente che l’articolo vuole fare tutto tranne che essere sessista, favorevole al femminicidio, a sostegno dell’infibulazione e tutta una serie di mutilazioni fisiche e psicologiche che una donna può potenzialmente subire nel 2014.
    Per quanto riguarda l’etica della libertà di parola beh, Xanax ha espresso il suo giudizio e ne ha diritto (cosa che invece non è stata concessa all’autore del pezzo), GQ ha fatto una figura di merda colossale e mi auguro che questa rivista collassi su se stessa perchè se non hai le palle di difendere una tua proprietà intellettuale non ti salva nemmeno il calendario 2015 della Rodriguez a figa al vento ( probabilmente l’unica cosa che fa ancora vendere qualche copia di una rivista per maschi alfa ).

  • Giga

    La cosa assurda è il fatto che ti abbiano licenziato per un articolo che comunque ti hanno revisionato e pubblicato loro stessi. La cosa su cui concordo è il fatto che l’articolo sia pessimo. Ma ovviamente siamo noi che non capiamo nulla.

  • +1

  • PazienteZero

    Beh…allora se ‘sta gallina prova a leggere autori come questi:

    http://www.laydo.it/?cat=1144

    http://www.svartjugend.com/2013/06/26/bormann-imbarazzava-gli-ospiti-del-berghof-chiamando-la-moglie-con-un-fischio/

    le esplodono le ovaie.

    La verità è che per apprezzare, e soprattutto comprendere, la natura di certi testi un q.i. a due cifre non basta…

  • Ecco, se mai passerai dal litorale laziale ti offrirò volentieri una sbronza a base di scotch (ne ho una bella collezione)…

  • valerio

    dacci solo il meglio del peggio! NOI vogliamo questo, gli altri che s’inculino!

  • _triplo

    “tutt’ora non me ne capacito” me lo ripeto da giorni… Per quanto riguarda GQ: se rispondevi di essere dell’ODG come ti avrebbe trattato quel signore? Che gran bel professionista…

  • Chrono

    Tutto questo è successo perché Mack e Hamburger suonano come una battuta (Hamburger del Mack Donald’s). Meritavi l’ergastolo, Nebo! 😀

  • mr_di_zero

    Quindi giustifichi la violenza contro le donne di corporatura pesante, eh? Sono cose che fanno indignare, ancora oggi, nel 2014, che si debba sentire qualcuno che osa difendere il pestaggio di Brienne di Tart da parte di quella bestia che risponde al nome di Sandor Clegane. Vorrei vederti a fare del facile umorismo sulla violenza nei confronti della Tart, se fosse tua moglie o tua figlia.
    Sai oltretutto che, facendo questi ignobili distinguo, non fai altro che avvalorare un modello di donna e di bellezza che alla fine promuove l’anoressia e fa sentire in colpa le donne di taglia larga, classificandole come esseri di serie B e quindi quasi meritevoli di essere pestate a sangue dal primo buzzurro in cotta di maglia che passa per le strade del reame? La gente come te andrebbe rinchiusa in una segreta dopo aver gettato via la chiave. Considerami costernato, esterefatto, putrefatto, indignato. Virgola e punto.

    • eritreocazzulati

      non hai detto che disapprovi la violenza sui bambini.Quindi sei a favore della violenza sui bambini.Magari sei pure un pedofilo vero ?
      E le foibe? come mai non ne parli?
      Perchè a te le foibe sono piaciute vero? Magari sei pure necrofilo e ti eccita il sesso con i cadaveri putrefatti e magari indignati.
      Perchè si, anche i cadaveri si indignano.

      • mr_di_zero

        Ma allora non sai leggere?!? O sei ignorante!!
        Con un’orda di white walkers che sta cercando di passare la frontiera, tu ti metti qui a fare chiacchiere futili, del tipo se sia giusto essere pedofilo o meno.
        Allora tieniteli tu a casa tua, i white walkers, se ti piacciono tanto, visto che li difendi in quanto cadaveri.
        Cazzo tiri in ballo le foibe, quando voi schifosi nell’assedio nei campi di Pellenor avete ucciso quasi 90000 orchi, dico 90000 orchi , compresi orchi femmina e orchi bambini, che ora non torneranno a casa. Fate schifo a tirare in ballo le foibe pur di difendervi dalle vostre colpe. Vorrei che un nazgul stuprasse te e la tua famiglia. A sangue. Ripetutamente. Con una mazza chiodata arruginita. Cosi’ poi vediamo chi ride. Comunque sono un pacifista e tu sei un violento.

        • Daniele Cereda

          Dimentichi che Sauron è del partito democratico.

          • eritreocazzulati

            Questa faccenda che Sauron è iscritto al Partito Democratico la tirate fuori ad ogni campagna elettorale.
            Come abbiamo gia spiegato, Sauron venne ad una cena di finanziamento di Renzi perchè “interessato alla politica Renziana”, ma quando gli è stato spiegato che sterminare Hobbit e conquistare il mondo non era nelle linee programmatiche del PD ha ritirato la richiesta di adesione al partito.
            L’ultima volta li abbiamo visto con Gianroberto Casaleggio, sotto braccio, mentre Sauron spiegava a GianrobY la faccenda di Gaia.

          • mr_di_zero

            Sauron sara’ del PDmenoL ma tanto appena vinciamo le elezioni al GranBurrone, lo mandiamo a casa. #vinciamonoi #tuttiacasa #lonestaandradimoda

          • Simone Daminato

            Puahahahah ragazzi, mi avete veramente fatto piegare 😀

          • aldo

            secondo me siete tutti negri….

        • eritreocazzulati

          Quella del massacro degli orchi è un palese falso storico propagandato dagli Hobbit Sionisti.
          Tra le altre cose secondo la questura erano stati ammazzati 1 orco e mezzo e questo è quanto.
          Facile augurare che un Nazgul ti stupri la famiglia dal caldo del proprio posto da dipendente pubblico, magari pagato dai rimborsi elettorali del PD, vero?
          Perchè LAGGENTE qua muoiono di fame mentre voi disquisite del sesso degli Elfi.

          • mr_di_zero

            Non ti permettere di parlarmi cosi’, mia mamma era un’hobbit ed e’ stata picchiata da bambina da un orco.
            Non puoi paragonare gli Hobbit Israeliani agli Orchi della West Bank, comunque. Gli uni cercano solo di difendersi mentre gli altri sono veri e propri terroristi, e voi che affermate il contrario siete solo i soliti antisemihobbiti. Non sai la sofferenza che loro provano ogni giorno a sentirsi attacati da tutte le parti.
            Perche’ non ci andate a parlare voi con Sauron e convincerlo a fare la pace con la terra di mezzo, allora?
            Volgare ed ignorante.

  • Edoardo Cazzulo

    Solidarietà, Nebo.
    Ho letto l’articolo da Rrobe e ho provato a vedere il video della Poraccia, ma a metà è partito un bestemmione da far crollare il Vaticano.

    Ti lascio con un pezzo in tema:

    http://youtu.be/8PAt8uBVP3M

    PS vai giù pesante con le merde di GQ!

  • Ospite

    Una volta per far cacciare un giornalista servivano soldi e influenza, GQ dimostra che oggi una qualsiasi ragazza su YouTube ha lo stesso potere. La democrazia sul web la immaginavo diversa, ma amen.

    • Brutal Deluxe

      Eh calma. Ci sono solo 4 o 5 categorie che riescono ad ottenere azioni repressive immediate. Finche’ hai la loro approvazione puoi scrivere qualsiasi infamia e dormire tranquillo.

    • Clementine K.

      Ma sul serio credi che sia stata lei a farlo licenziare? Non ha nessun potere, è una persona come tutti che fa video su youtube, ne ha parlato come avrei potuto farlo io. La colpa è della redazione che non ha saputo prendersi le proprie responsabilità. Punto.

      • Brutal Deluxe

        E’ colpa del clima di terrore mediatico che circonda questo genere di notizie.
        La redazione di GQ (che comunque disprezzavo prima ed oggi disprezzo ancora di piu’) si e’ cagata addosso all’idea di quello che poteva succedere se la notizia finiva sui giornali o in TV. Li’ partivano soldi veri.

      • ihaveadrin

        «Ma sul serio credi che sia stata lei a farlo licenziare?»

        Beh, in effetti no. Ma la gif di inizio post è un’illustrazione molto efficace dell’accaduto: centomila umaniste che si sono andate a fidare della nulla comprensione del testo di un’altra umanista dai capelli blu hanno mandato email e telefonate incazzose al giornale in cui il vicedirettore è, nel tempo libero (libero dalla droga o dall’alcol che gli impediscono di sorvegliare adeguatamente su chi e cosa scrivono i suoi collaboratori e dipendenti), un micromanager isterico. Di chi è la colpa? Di nebo: il denaro è lo sterco del demonio.

        • Edoardo Cazzulo

          Forse volevi scrivere “onaniste”..

          • ihaveadrin

            No, volevo scrivere proprio umaniste.

        • Clementine K.

          La colpa è del giornale, sicuramente non di Nebo. Continuate a denigrare la Xanax non per quello che ha detto nel video ma come persona: la voce fastidiosa, il fatto che faccia anche video stupidi (su un altro canale), i capelli che aveva anni fa. Se fosse stata un’altra o se fosse stato un uomo su cosa vi attaccavate? Il naso grosso, la calvizie, il pene piccolo?

          • ihaveadrin

            Non serve attaccarsi a caratteristiche immaginate, quando ci sono quelle esposte al preciso scopo di attirare l’attenzione necessaria a creare facile hating che crea, tramite commenti insultanti su youtube e visiblilità da altri media internettici, facili visualizzazioni, le quali scaturiscono in soldi guadagnati costruendosi solo una cerchia di accolite che pendono dalle sue labbra.
            Ma il problema non è se sia utile che BarbieXanax abbia un pulpito per fare la versione nevrotica del personaggio “hater” di youtube, quanto che il suo pubblico si è mosso come una lobby, quindi quanto *sia dannoso*, che BarbieXanax abbia un pulpito.

      • Ospite

        Si, ma Xanax voleva che Nebo fosse rimosso, ha agito e ha ottenuto quello che voleva. Anche se la responsabilità morale resta alla redazione, si sono comunque piegati alle richieste di una persona qualunque.

        • Clementine K.

          Eh, è questo il punto. Persona qualunque. Io avrei potuto, fuori da internet, dire a tutti i miei amici e parenti di fare la stessa cosa.

  • Zen my Ass

    Una porte si chiude, altre se ne aprono. Mi dispiace per il modo in cui sei stato trattato, ma sono sicuro che avrai altre opportunita’ e che questa storia alla fine ti aiutera’ ad averne. Continua a scrivere come sai.

  • nemo

    siamo in Italia: ritira le scuse fa causa a tutti, alla youtubber per aver sprecato anni e anni di istruzione obbligatoria a spese dello stato.

  • Boh io sarò anche vecchio ma non riesco a capire questa cosa dello/a “youtuber”. Cioè viene percepito come una specie di “certificato di professionalità multimediale ggiuovane” l’essere riuscito a registrare uno username/password. Cioè un achievement per mongoloidi.
    Internet ha semplicemente esteso il range dello spam che prima era geograficamente limitato al tuo paesotto. Prima eri lo scemo del villaggio, ora lo sei di quello globale e puoi spargere le tue cazzate a livello planetario.
    Nebo, perchè non metti un link alle donazioni PayPal in fondo agli articoli?
    Invece dei like. Piaciuto? Dona se vuoi.
    Non è eticamente molto diverso dal “vendere” un articolo a chicchessia e mi pare onesto anche nei confronti di chi legge una cosa che lo ha divertito e ti vuole sostenere. Economicamente perchè coi like paghi poche bollette.
    Lo fa anche Attivissimo non vedi perchè tu non lo devi fare.

    Tutto il pistolotto sopra perè era solo per poter dire che io ho la terrorizzante impressione che l’ebola sia la risposta divina agli youtubers che sono ANCHE del M5S…

    • eritreocazzulati

      credo che da dopo questa faccenda youtubers ANCHe del M5S il buon vecchio Nick Banana dovrà rientrare in servizio permanente effettivo…

      • Ah se solo il paroon de sto blog potesse cogliere l’assist…

        • eritreocazzulati

          Confido nella mia opera di condizionamento.A furia di ripeterglielo dovrà pur cedere e ridarci Nick Banana…

  • francesco

    Tieni duro. A me l’articolo non è piaciuto, ma solo per motivi di estetica: so che puoi scrivere – perché ho letto qui la tua roba – molt meglio.

  • Brutal Deluxe

    Il nazifemminismo e’ un germe da estirpare. Mi spiace che ci sia incappato, Nebo.

  • Gab

    “Finché c’è gente che entra qui dentro di nascosto in ufficio”

    mi son voltato per vedere se eri qui dietro

  • Fabio Gnesin

    In ogni caso il bello di tutto questo è che:
    Nebo ha perso il lavoro,
    Barbie dimostra 40anni,
    e tutto l’Internet si è divertito un sacco al posto di andar a far maturare il PIL di quello 0,4 che servirebbe a pararci tutti il culo.
    Fantastico.

  • mousse

    Tempo fa venni ricoperto di improperi su Facebook per aver detto ad un paio di nazifemministe che a fare le vittime non si va da nessuna parte e anzi si contribuisce a peggiorare la situazione.

  • Stefano C

    Di nascosto dal PC dell’ufficio.

    1. “Nebola” è un capolavoro letterario.
    2. Appena esco disdico il mio abbonamento a GQ.
    3. Davvero…che schifo!

    Grande Nebo!

  • Baboo85

    http://prontoallaresa.blogspot.it/2014/08/di-come-gq-magazine-si-sia-calata-le.html

    A) che razza di rivista è quella che si fa intimidere da una youtuber e
    dal suo pubblico, fino ad arrivare al punto di rimuovere un articolo e
    licenziare chi lo ha scritto?

    B) a che serve un capo redattore, un vice direttore e un direttore, se
    poi nessuno si prende la responsabilità di cosa esce sul giornale?

    C) Che razza di editore è quello che non solo non difende le sue scelte
    editoriali, ma getta ai pesci un suo collaboratore per aver scritto
    ESATTAMENTE i pezzi che gli ha chiesto di scrivere, costringendolo pure a
    pubblicare scuse pubbliche?

    Bastano queste tre domande a riassumere tutta la vicenda.

    Nebo, al di la’ di tutto, l’unica cosa che si poteva contestare era il come e’ stato scritto l’articolo. A me non ha fatto ne’ caldo ne’ freddo e avendo un cervello e un paio di palle in mezzo alle gambe, ho letto e capito il senso dell’articolo e quello che e’ successo.

    Gente senza cervello come BarbieXanax non ha capito e si e’ indignata manco fosse stata lei la vittima (classica femminista senza cervello, di quelle che si accontentano delle quote femminili parlamentari, cosa che e’ esattamente contro il femminismo e la parita’ dei sessi (ovvero: piglio donne a caso non perche’ siano capaci ed intelligenti, ma solo perche’ devo raggiungere le quote. Un po’ come nel calcetto con gli amici, alla fine prendi l’impedito solo perche’ e’ l’ultimo e tocca a te scegliere per forza per giocare a numero pari)), gente senza palle si e’ inspiegabilmente cagata sotto per dei commenti negativi (il tuo responsabile, il vice direttore e il direttore) mettendo alla gogna un innocente (sta cosa non e’ contestabile via legale? Se no veramente, a che servono i responsabili?).

    Purtroppo siamo in Italia e comunque la societa’ moderna funziona cosi’. Una persona insignificante ed insulsa qualsiasi che pero’ ha un minimo di “potere sociale” (ovvero una persona con X mila follower), ha il potere di fare cose impensabili fino a qualche decina di anni fa (dove le avrebbero dato un calcio nel culo).

    Mi spiace per quello che ti e’ capitato, provo pena e compassione per la youtuber, i suoi follower e i responsabili di GQ, e provo schifo sul come funziona la societa’ moderna (soprattutto qui in Italia).

    E come dice uno dei tanti meme, mi fa schifo pensare che certa gente respiri la mia stessa aria.

  • Harry Deekolo

    Siamo a posto: ora la bambola depressa ha messo su facebook un wallpost in cui dice che si è inviperita con Nebo perché da piccola la menavano, povera stella.

    Ma quanto cazzo si può essere attention whore? A questo punto è evidente: era in malafede fin dal momento in cui ha criticato l’articolo, cercava lo scontro per aumentare seguaci e visualizzazioni.

    • “quando due tizi litigano in Internet ci sono tre fasi: la prima è aggressiva. Ci si dice una caterva di insulti che sono variazioni sul tema sei brutto/sei scarso/non scopi. La seconda è passivo aggressiva. Si buttano fuori storie personali strazianti fatte di sacrifici, lacrime e sofferenze immense paragonandole alla “vita facile” dell’avversario, che rincara la dose nell’eroico tentativo di dimostrarsi più poveraccio dell’altro.”

      Tratto dal post precedente. E’ un copione che mi son rotto i coglioni d’interpretare dal 2008.

      • Harry Deekolo

        Massì Nebo, hai ragione a palla, anche sull’essersi rotti i coglioni; però, anche se il copione era già trito nella Hollywood degli anni ’30, le palle mi sono comunque cascate a terra. Che ci vuoi fare, non sono abbastanza maturo…

        E tutti i suoi amichetti di mouse e tastiera lì sotto a scrivere “POVEGGIGNA TOPETTIGNA (questa la capisce solo chi segue Matteo Montesi o Christian Ice…), MA QUANTA BUA TI ANNO FATTA DA BANBINA, TESORONA!!!11!!!”.

        Dioserpente, mi viene il vomito.

    • andrea

      esattamente l’escalation che ha scritto nebo nel post precedente ahahahahah gesuuuuu.

      edit: giadetto.

    • Brutal Deluxe

      Protesto io perche’ l’hanno menata troppo poco.

      • Questa è una stronzata peggio della sua.

        • angelo969

          Ti starai mica rammollendo?!?
          Che ti aspetti da Brutal Deluxe, con quell’avatar?
          Raccontaci ttutto, ti avranno mica ricontattato da GQ, con la raccomandazione di andarci piano? 😉

          • Brutal Deluxe

            Io lo capisco il buon Nebo. S’e’ preso una bella bastonata questa volta e confesso che a volte ho anch’io paura. L’aria che si respira, su internet e nel paese si fa ogni giorno piu’ pesante.

        • Brutal Deluxe

          Allora ti censurero’ 🙂

    • mei mato

      ok che ormai è guerra santa ma sono andato a vedere su FB e non parla di sè ma di una vera o presunta testimonianza che non ho letto, c’è twist finale? Perchè altrimenti hai cannato

      • Harry Deekolo

        Orkodyo, mi sa che ho cannato, hai ragione, nulla da dire!
        Maledetta fretta… meno male che non ho scatenato i miei 6 follower in una santa crociata contro la pagina della barbina, altrimenti a quest’ora l’avevano cacciata a calcinculo dal pianeta.

  • Pingback: Una di quelle cose stupefacenti | Book and Negative()

  • Mi ero stranamente perso la vicenda, pur essendo molto attivo su twitter. Mi dispiace per i mancati guadagni, più che altro, ma vabbè…
    Di teste di cazzo è pieno il mondo, non è una scoperta né per te, né per noialtri che ti seguiamo.

  • Michele Balocchi

    Carissimo, due righe alla Barbie Tampax le ho scritte: le ho rimarcato quanto fosse ridicola e l’ho fatto con una certa educazione. Lei ha risposto dicendo che io “non so che contratto ti hanno fatto e ti hanno licenziato sicuramente per delle tue clausole contrattuali”.

    Ora, la discussione per quanto riguarda può finire qui: con una che non capisce (o peggio, fa finta di non capire) non ho voglia di mettermi a discutere. Per ora ti mando una pacca sul culo e un saluto, sperando che tu dalle barricate possa tirare uno sperma-proiettile definitivo.

    Scriverò due righe di questa vicenda anche su Lokee.
    Un salutone,

    Michele “Defrel” Balocchi.

  • Minonna

    Orsù, mi sembra tanto la storia di quel cuoco famoso che andava in televisione, ma dopo aver detto che in tempo di fame la gente magnava anche i gati, e che magnar gati è come magnar conigli, è stato licenziato per via del fatto che gli animalisti han detto che incitava a magnar gati.

    • Harry Deekolo

      Che peraltro sono buonissimi, i mici. Stesi a suon di raudi o stiacciati dalle auto, poi -via!- in forno con le patate.

      Free Bigazzi!

      • Barbie Olio di ricino

        La carne ha un sapore migliore se li fai infartare con i fischioni

    • Brutal Deluxe

      E’ proprio la stessa storia. Da una parte nazianimalisti, dall’altra nazifemministe. Categorie di zeloti senza cervello ne’ dignita’.

    • Ahi, mi stai toccando un nervo ancora scoperto.
      Ignoro quanta gioventù rechi teco purtuttavia ancora il cuor mi sanguina in meme del fu bonsaikitten.
      L’indignatio ad mendula canis ahimè non è storia nuova…

  • eritreocazzulati

    Spettacolare la nuova immagine di copertina.
    Le Guerriere mezze gnude fanno molto fetish, e noi apprezziamo.
    Tanto.
    (ok,almeno io 😛 )

  • BESTRIVENEUW

    Nebo, è Lecter, non Letter. Comunque una faccenda assurda, ma puoi sempre scrivere per Lercio notizie inventate.

  • Pado

    Vabbè dai ti andata bene, figurati se la xanax avesse letto questo.. che cazzo avrebbe capito? https://bagniproeliator.it/le-donne-sono-tutte-puttane-disse-un-ciccione-in-uno-strip-bar-di-praga/

  • Oh Nebo, era dai tempi ti Travaglio che faceva da scudo umano alla nobile scema che non ti leggevo. Che scelta stupida è stata. Non accadrà più. Mi son rimessa in pari. E mo che hai tolto le passere luccicanti dalla home posso liberamente non fare un cazzo e trastullarmi col tuo blog in ufficio.

  • Lello

    E’ una vergogna la censura, ma è ancora più vergognosa la gestione “post-censura”. Nebo, siamo con te.

  • Riccardo

    Secondo me l’errore è stato pubblicare l’articolo per l’audience sbagliata, ovvero far uscire un articolo da bagni proeliator su GQ. Detto questo, l’errore è di chi ti ha pubblicato l’articolo (che a me è piaciuto, tra l’altro), non tuo.

    GQ si è comportata in maniera allucinante. Questo e il contorno di telefonate varie è l’ennesimo triste corollario di un paese in cui il teorema è “forte coi deboli, debole coi forti (finché non cadranno in disgrazia diventando deboli)”.

    Grazie per tutto ciò che hai scritto e scriverai.

    Saluti da un pubblicista di vicino Gaggio ora a Londra.

  • Franz

    Continuerò a leggerti dall’ufficio e sui libri, per quel cazzo che conta…
    Vai Nebo, continua a far quel che sai fare fin troppo bene!

  • Barbie Olio di ricino

    Vi sconsiglio di scrivere di scrivere commenti che si possano prestare ad interpretazione, perché quella mentecatta ne sta approfittando per collezionare screnshots da infarcire con discorsi sulla fuffa, sul vittimismo e sul “se ridono per quello che Nebo spaccia per umorismo allora sono animali ; siccome un fan di Nebo ha scritto di volermi morta, allora tutti i fan di Nebo sono dei disadattati e degli animali”. Siccome pare chiaro che la Barbie non è capace (o non vuole perché le fa comodo) di discutere, ignoratela o, se come a me la sua presenza su youtube urta la vostra morale, segnalate in massa i suoi video e la sua pagina.

    • Harry Deekolo

      Guarda, io ho scritto un pugno di commenti sulla pagina facebook di quella squinternata, senza insultare nessuno e argomentando la mia posizione (si, lo so, mi la mia perversione è giocare con la merda, se non ti va bene facci un video :D). Ovviamente, da stamattina sono stato bannato dalla pagina, e così una serie di altri tizi che, senza ingiuriare nessuno, semplicemente cercavano di stanare la bamboletta e inchiodarla alle sue responsabilità (si, a tanti altri piace giocare con la merda, mi sento meno solo).
      Sinceramente, una così si merita tutti gli insulti che i mongoli dietro una tastiera le possono scrivere: è una falsa, e in totale mala fede ha provocato ‘sto casino solo per un bieco ritorno di popolarità.
      Tutto questo, tra l’altro, facendo dello sciacallaggio ai danni delle vittime di violenza, che è un po’ quello che ingiustente imputava a Nebo. TOP, dio cane.
      Ci vorrebbe qualcuno capace di hackerarle la pagina.

      • Barbie Olio di ricino

        Ahaaaaaaah, ho anche capito quale giocatore con la merda sei. Non lo capisci che se alla democratica Barbie muovete sempre le stesse critiche (a cui non risponde, se non attaccandosi a parole da poter decontestualizzare ed usare per mescolare la merda a proprio favore), allora lei molto democraticamente vi censura e blocca? L’ha fatto anche con me. Consiglio la segnalazione in massa (chi vomita merda lo si combatte a secchiate di merda) di video e pagina facebook (bossy compresa)

        • Harry Deekolo

          Massì, avevo capito di sprecare pelle dai polpastrelli a cercare di ragionarci, volevo vedere però se era solo scema o una volpona profittatrice come sospettavo (la seconda). Che ci vuoi fare, sono tardo oltre che coprofilo. Ovviamente ho segnalato a catena (ultime news: secondo fb non fa nulla di male…), e nel guardare la pagina ho notato che dice di avere 26 anni… all’improvviso ho capito tutto! Se avessi 26 anni e ne dimostrassi 38, sarei un po’intesito col mondo anch’io.

  • Barbie Olio di ricino

    Comunque, fateci caso : gli spazi della Barbie sono gli unici spazi in cui dei laureati in lettere, Dams e scienze delle merendine possono permettersi di darsi un tono (senza ricevere una pacca sulle spalle e 50 centesimi per comprarsi qualcosa di caldo)

  • Straniero

    Fottitene. 🙂

  • V17O

    Ma che razza di squadra è la redazione di GQ??? non difendono un collega neppure d'”ufficio”??? Ogni altro pubblicista della rivista scrive sapendo che in qualsiasi momento qualcuno glielo può mettere nel deretano e lasciarlo solo?? secondo me si sono squalificati con le proprie mani… bell’ambiente davvero…

    • BoboMilano

      Adesso rivaluto la questione “ferragosto”: non hanno pubblicato l’articolo perchè a Ferragosto nessuno controllava.
      Hanno cacciato Nebo perchè a Ferragosto non c’era nessuno: se chiamava l’ODG potevano dire che era stato quello delle pulizie.

  • Eishiro

    giuro che non avevo capito questo nell’articolo:

    “Chiedermi perché una donna bella come la Mack, che potrebbe avere
    qualunque uomo o donna del pianeta, scelga un ex carcerato con
    precedenti di aggressione e violenza.”

    già che ci siamo ti chiedo: ti sei dato una risposta?

    • BoboMilano

      Perchè le belle ragazze scelgono sempre i cattivi ragazzi, come ogni nerd ha scoperto nella sua adolescenza

      • Eishiro

        volevo na risposta da nebo

  • Chiara
    • Brutal Deluxe

      Interessante il paragone con i normali articoli di cronaca. Ovviamente i giornalisti che si occupano di quella sono iscritti all’ordine e quindi ben piu’ tutelati.

  • Ylenia

    Secondo te se, fra Youtubers intelligenti (qualche esemplare lo si trova) e petizioni firmate via internet, si riuscisse (tu, io, il tuo avvocato, RRobe o chi per esso) ad accumulare abbastanza “presenza alle spalle” riusciresti ad ottenere delle scuse da GQ ed un risarcimento in denaro? (non parlo di riassunzione, almeno secondo me una persona onesta come te quella redazione non la merita, ma ovviamente sono cazzi tuoi).

  • Stefano

    Un giornale (rivista etc…) che non protegge i suoi scrittori non è un giornale, è postalmarket.

    • breezio

      No, lasciami stare il PM! Mi ha praticamente svezzato (e come me molti altri). Il PM è un giornale serio. Senti già che ci sei dimmi per chi lavori che ti faccio licenziare con un video.

  • breezio

    Oh, sicuramente già lo sai, ma sei anche su you.ng

    Per quanto io disprezzi abbastanza il blog in questione è molto positivo che qualcuno ci abbia fatto un piccolo pezzo visto il seguito che ha: http://blog.you-ng.it/2014/08/19/potere-dellignoranza/

    • younginforma

      Presto ci scriverò io personalmente un pezzo, perché questa vicenda è una cartina tornasole sul serio impietosa e molto preoccupante del nostro paescuolo di narcisisti compulsivi (Barbie Xanax) e vigliacchi analfabeti digitali (i colleghi di CQ).

      Per il resto spiace che “breezio” ci “disprezzi abbastanza”, anche perché evidentemente questo bastevole disprezzo deriva da una lettura molto superficiale e piuttosto presuntuosa dei nostri numerosi e variegati contenuti. Ma ogni critica è ben accetta, purché sia anche ben argomentata e ben movitata. Può essere persino distruttiva ma vorrei che fosse seguita, appunto, da una motivazione.

      Magari si scopre di disprezzare ciò che semplicemente si conosce poco e male.

      Ps in ogni caso uno dei miei piani come direttore del progetto è quello di assumere presto NEBO, così potremo far indignare insieme milioni di utonti in tutto il globo terracqueo.

      Germano Milite

      • breezio

        Che ti/vi devo dire. Non era mia intenzione approfittare di un post per lamentarmi e parlare di ciò che non mi piace di un blog su un altro blog, altrimenti avrei tagliato la testa al toro e ci avrei fatto un video sopra, facendo licenziare un po’ di gente e via. Diciamo che non sempre apprezzo i vostri pezzi, certo, mica per forza di tutti, ma fare nomi non mi sembra certo elegante. Per il resto, se vi pigliate a Nebo fate un affare d’oro, ma questo non ve lo devo dire io, con o senza video (e meno male). Lunga vita e prosperità!

        • younginforma

          Beh nessuna testata è perfetta e sforna sempre pezzi al top che possono piacere a chiunque, neppure quelle che paghi perché non sono online dove “ètuttoaggratisse”, figuriamoci quelle indipendenti che devono auto-sostenersi senza grandi gruppi industriali, politici e fondi pubblici dietro. Ma di sicuro possiamo (e dobbiamo) migliorare e Nebo per noi sarebbe un ottimo nuovo acquisto. Naturalmente starà anche lui valutare l’eventuale proposta e poi decidere. Naturalmente mai ci comporteremmo come CQ. Questa è l’unica cosa che posso assicurare fin da ora.

          Notte
          G.M.

  • Ale

    Secondo me il fatto che l’audience di GQ non si possa permettere Nebo è la conferma definitiva che ne hai a strafottere.

    L’unica cosa è che da GQ potevano dirti “cazzo Nebo ci abbiam provato ma qua ci si inculano e non vogliamo andare a pettinare acciughe nel Baltico” piuttosto che ricoprirti d’improperi e minacce.
    Ma quella è questione di stile.

  • ilconfederato

    Karma, nebo, semplice karma…
    Tu sei un sessista, superficiale, con le idee di un uomo di neanderthal, capace (come il 99% dei giornalisti) di travisare notizie e distorcere la verità !
    Il karma ti ha punito: hai pagato per lo humor nero o il “politically Scorrect” (che per me sono dei pregi), quei tuoi modi arroganti e provinciali.
    Abbassa la cresta e vai a fare un lavoro serio (per pagare avvocati che ti difendano quando la polizia postale darà un’occhiata approfondita a questo blog) !

    Dimenticavo: per le leggi censura-internet, ringrazia i tuoi amichetti politici di professione…

    …Ora torno ad attaccarmi al blog di beppe grillo e alla bottiglia !

    • Minonna

      tette morte lecca scolopendra

  • Alahambra

    Indipendentemente da quello che penso sulla questione in sè, mi fa specie leggere questo: “Venire defenestrato da una redazione per le proteste de laggente, invece, no. Non me l’aspettavo.”
    Mi fa specie per il taglio ed i contenuti del post precedente, in cui sostanzialmente, si perculava allegramente Chiara perchè non comprendeva che l’autore dà alla gente quello che la gente vuole. Trovo quindi più che normale che, nel momento in cui la gente non apprezza più, l’autore venga defenestrato.
    L’incoerenza è una brutta bestia…

    • E ora definiamo la percentuale numerica de “la gente”.

      • Alahambra

        Volentieri, definiamola. Aiuterà senza dubbio a dar eun quadro più chiaro della situazione.

        • Harry Deekolo

          Io direi… 88%?

        • Ok, partiamo: il tuo assunto è che una videoblogger e venti persone siano la gente. Prosegui tu.

          • Alahambra

            No. Il mio assunto è che 20 persone che gradiscono valgono tanto e quanto 20 persone che non gradiscono.
            Proseguo pensando che se le 20 persone che non gradiscono sollevano un polverone, laggente (per dirla alla tua maniera) va dietro tipo cagnolino.
            I numeri li hai tu Nebo, non io. Non ho idea se quelli che scrivono al giornale per dire “Dio, quanto mi piace il Sig. Zuliani” siano più o meno di quelli che scrivono dicendo “Che schifo, il Sig. Zuliani deve tornare nelle fogne”.

            Se mi dici che i sostenitori concreti, quelli che si sbattono, sono più di quelli a cui non piaci mi fido e faccio marcia indietro. Altrimenti continuo a cogliere mancata confomità tra i due post. (e ripeto, indipendemente da quello che io penso riguardo tutta questa faccenda)

          • Ma guarda, basandosi solo sui commenti al pezzo basta contare i commenti negativi e confrontarli a quelli positivi. A questo potremmo aggiungere la mole di condivisioni che avevano i miei articoli su GQ rispetto agli altri (usando solo i numeri bruti, eh). Poi potremmo sommare il numero di gente su twitter, facebook, youtube e blog che dice di aver gradito l’articolo rispetto a quanti hanno detto di non averlo gradito.

            Basandosi su questi numeri, 20 fanatici schizzati hanno imputtanato una cosa che piaceva a ben più persone. Non che sia una novità, nel mondo. Tant’è.

          • Alahambra

            Bene, prendo atto e faccio marcia indietro.
            Grazie per il confronto 🙂

          • breezio

            Ma infatti metterla puramente sui numeri è sbagliato come ha dimostrato Nebo poi. Il punto è che c’è un video, il fatto che poi ci siano dei commenti è importante, ma secondario. In giro ci sono vari articoli che beccano commenti negativi e fanno disgustare a torto e a ragione emeriti imbecilli, ma nessun giornale prende provvedimenti per questo, è calcolato. Ora, se l’articolo a qualcuno non piace è una cosa, ma se uno di sti qualcuno ci fa un video sopra ad imperitura memoria, indipendentemente da quante persone apprezzeranno tale mossa (disprezzando l’articolo) il fatto che tale video attiri l’attenzione di persone a cui non fregava nulla di niente ma vanno a fregarsene solo perché c’è un video sopra e sento il bisogno di avacuare (quindi si monta il Caso) è ben altro paio di maniche. Che poi tale video abbia avuto il suo seguito non dovrebbe sorprendere. Una banalità; YT e gli YTubbers hanno dimostrato che per quanto tu sia un essere inutile, se sei un essere inutile dotato di videocamera o qualsiasi aggeggio per riprenderti, avrai anche tu un tuo seguito, sempre e comunque.

  • Tommaso83

    Stima e supporto assoluti. Purtroppo viviamo in un mondo fatto della violenza silente di frustrati e cattivi che si nascondono dietro il personaggio dell’indignato, per poter scaricare sul prossimo e su se stessi il proprio inesorabile fallimento, la propria ignoranza e la propria mancanza di sogni. Siamo ormai prossimi al ritorno del Nazismo.

    Forza Nicolò.

  • Jacopo

    Nebo, io sono uno di quelli che ha cominciato a leggere il tuo blog, e a passarmeli tutti dal principio a quando (spero MAI) finirai, mentre ero al lavoro. E, per diana, non smetterò mai!

    Sei una delle poche persone per la quale vale la pena seguirti e leggere le tue storie/avventure/esperienze di vita.

    Non smettere mai!

    Jacopo

  • definizioni a domicilio

    è molto interessante come un pesante analfabetismo di ritorno unito a ritenere il pensiero: “non mi piace–>non deve essere nemmeno pubblicato” abbia sempre avuto effetti molto tangibili.

  • Harry Deekolo

    Nebo, sei in buona compagnia: pensa che le feminazi americane se la sono presa con Manara… però allui non l’anno gensurado! È un gombloddooooo!!1!!!11!

    http://www.fumettologica.it/2014/08/una-copertina-di-manara-per-la-marvel-fa-discutere-i-giornalisti-americani/

    • No è che lui è Manara, ovvero il Marchese del Grillo del settore.

  • ciarrod

    quando ho capito che avresti collaborato con GQ ero sorpresa e anche preoccupata.
    Sorpresa perché non riuscivo a trovare una connessione minima tra te e GQ, preoccupata perché pensavo dovessi cambiare stile per forza di cose.
    Mi dispiace tu abbia perso un lavoro: per l’ennesima volta suonano le campane a morto per la libertà di parola, ma sinceramente dormo sonni più tranquilli.

    • In tutta sincerità: anch’io dormo più tranquillo. Sulla strada della dannazione è bello camminare al passo che voglio io.

      • Quello che mi auguro è che tu comunque ne abbia abbastanza per campare, perchè l’ENEL non fa prigionieri.
        E comunque ripropongo l’idea di introdurre (non ho idea dei costi) il pulsantino PayPal così il like assume davvero un significato. Io un 17 centesimi a pezzo potrei anche arrivare a darteli. Anche 18 se proprio sono di strabona.

  • Tiols

    Il tuo paragone con l’hamburger mi ha fatto venire in mente una battuta (riciclata): Christy Mack Backon.

    Comunque bell’articolo condivido il tuo senso del cinismo (parte vitale della mia risata) e… tu conosci Rrobe?! Grande!

    • Tiols

      Non so perché ho scritto bacon con la ck, forse per consonanza con Mack.

  • pxam67

    la citazione di de andre’ credo sia originariamente di oscar wilde, lo so sono un precisino del cazzo.

  • Maurizio Segovia

    ma la vera domanda è: chi cazzo è barbie xanax?

  • Lorenzo Meulli

    In pratica, una faccia da fondotinta ti accusa di “FEMMINIKIDYO11!!1UNDICI!” e vieni licenziato.

    In pratica, tu hai avuto casini, e non i tuoi superiori che avranno revisionato e valutato l’articolo.

    Io non lavoro e non intendo farlo a breve in quanto sono un liceale e wannabe universitario, ma mi pare che qualcosa non torna.
    Una rivista licenzia un collaboratore….. perché una youtuber ha fatto casino?

    Sono un tuo vicino, caro veneziano, e dico quello che tutto il popolo friulano direbbe al posto tuo:

    “PORCO DIO E LA MADONNA PUTTANA”.

  • @rgnfnc

    Io penso che tu debba semplicemente rivedere una tua vecchia affermazione: “farei di tutto pur di scrivere”. Ebbene GQ Ti ha dimostrato che la testata va selezionata in precedenza: alla fine chi legge GQ?

  • Gian M

    continua sempre così nebo, io voglio credere che un giorno tutta questa onesta sarà ricompensata, sarò ingenuo anche io, sarò solo speranza ma ci voglio credere. daje nebo

  • 13VRZ

    Questa non l’ho capita.

  • Rompicazzi

    Datemi il potere assoluto e vi libererò di tutte le puttanelle anoressiche youtubber della ciolla.

  • Paolo

    C’è un altro lato tragico di sta vicenda. Io sono andato a vedere il video sperando almeno di farmi una sega a volume spento, pensavo che una che si chaima “BarbieXanax” fosse un bel puttanone. E invece niente, è proprio ammosciacazzi. Che mondo schifoso.

  • Jordi

    Non ho mai comperato una sola copia di GQ in vita mia,e continuerò a non comperarlo visto che ai piani alti preferiscono dare retta ad una tizia che ,travestita da pokemon,si mette a saltare sul suo letto come una demente
    https://www.youtube.com/watch?v=hqpg0NSlC00

  • Riney

    Non ti conoscevo, ti ho scoperto grazie a questa polemica.
    Ora sei tra i miei preferiti.
    Per me Barbie Xanax e GQ ti hanno regalato uno strepitoso effetto Streisand! 😀

  • Emanuele

    Ma la xanax fa la ritardata di proposito oppure le viene naturale? Aspè ma dicendo questo non è che mi becco una denuncia per stupro, vero?

  • Sempre e Dovunque

    Nebo, in ogni caso avrai il mio sostegno (anche d’Atg.)!
    Immagina il cordiale ingresso in redazione di una Doppio Effetto…

  • Cinzia

    Spiace molto di più che una simile decerebrata si sia presa il diritto di farsi portavoce ( senza averne le minime capacità) di una battaglia che non le compete e appartiene e spiace per il tuo licenziamento, ma se quella è la politica del giornale sarebbe successo comunque. Diciamo che ti è costato almeno poco sudore, visto il nemico indegno. Ho letto l’articolo e non l’ho trovato neanche il più violento tra quelli che hai scritto. Io arrivo un mese dopo ma non ne sapevo nulla, dopo la purga twitteriana. Stammi bene , e forza col secondo libro.
    Antonella.

  • Pingback: I 5 film che mi fanno tornare a sognare - Lokee()

  • Marco Manconi

    Ho appena visto il video di ‘sta Barbie, ma solo tre minuti, sentire oltre la sua voce querula e petulante fare sciacallaggio su di una donna massacrata, è orrido. Non leggerò qui gli altri 300 e passa commenti, troppi, e butto giù il mio veloce.
    La tizia, Barbie, neanche si rende conto tra le altre cose di che figura di merda fa fare alle donne in generale, non fosse che ce ne sono un sacco molto più dritte e sveglie di lei, E’ una macchietta che gode a fare la gonnella alla faccio quel cazzo che mi pare, e se capitasse a lei di mettersi in casa uno psicopatico gorilla che la massacra, griderebbe invece che al proprio rincoglionimento, al femminicidio. Una cosi tiene talmente basso il livello delle donne che un qualsiasi maschio coglione e maschilista si sentirebbe rinfrancato a sentirla nella propria bassa opinione sulle donne.
    Ma tanto dio li fa e poi li accoppia, ne troverà uno al suo livello.

  • Pingback: L’essenziale è invisibile agli oRchi. |()

  • litiovet

  • Pingback: Enormi conigli rosa | Pessimismo Antropologico()

  • donkishotte

    Questa storia mi indigna.

  • SexyTravi

    … e noi saremo qui per leggerle.

  • Sara Bersani

    Ma, non c’erano molti più commenti ?
    Questa cosa mi inquieta

    • Difatti io li vedo. È Disquis che ha deciso di nasconderli, non capisco come o perché. Soprattutto, solo su questo post.

      • Sara Bersani

        erano nascosti su tutti i post precedenti a partire dalla Vita di uno stragista, però li vedevo se passavo dal forum di disqus https://disqus.com/home/forums/bagniproeliatorit/.
        Per fortuna adesso sembra tutto a posto, mi spiace averti scomodato