La lettera di Enzo a Lucia, questa volta scritta da un uomo

OrZXM

Nella pagina del Corriere della sera sembra che un marito tradito abbia comprato un’intera pagina per sputtanare la ex. Viene pubblicata una lettera che sbandiera i tradimenti della moglie. Qualunque maschio eterosessuale legga quella roba, però, si rende conto che si tratta di un’operazione di marketing. Basta leggere mezza riga per capire che l’autrice è una donna, perdipiù di Milano. Una città a prevalenza gay dove la poveretta non ha molte occasioni di scoprire come ragiona un etero. Ho quindi deciso di aiutarla per un’eventuale seconda stesura. Nelle celle grigie trovate il testo originale, sotto invece c’è quello che scriverebbe un cornificato dopo aver speso 30,000 euro +iva per una pagina sul miglior quotidiano nazionale. I numerini sono le note a margine per l’autrice.

Iniziamo.

 

Amore mio,

1264813298433  
1270744072920 1271374585406

 

 

 

Scusate, rifacciamo.

Amore mio,

“Stronza di merda,

per te farei di tutto lo sai. E tu invece ti faresti tutti. Ho sempre cercato di proteggere il nostro amore. E invece tu l’hai distrutto. E dopo sette anni di matrimonio, voglio raccontare a tutta Italia

vorrei elencare tutto il tempo, l’affetto e i soldi che ho messo nel nostro matrimonio, ma non mi sto sputtanando il reddito triennale di un metalmeccanico per informare l’Italia di quanto sono stato coglione. Preferisco investire i nostri soldi per raccontare all’Italia intera

 il tuo spregevole tradimento.

che hai le gambe così aperte che Baggio nel ’94 avrebbe fatto goal. [1]

Lucia è il tuo nome e per anni hai portato la luce nella mia vita, ma non conoscevo le tue ombre. E da quando ti ho vista con lui che ti baciavi davanti a quella diavolo di pasticceria, la nostra preferita, è arrivato solo il buio. Mia moglie e un altro uomo avvinghiati dentro a una macchina, come amanti in incognito.

Vorrei tanto essere poetico, ma non sono una laureata allo IULM che passa le sere a guardare repliche di Friends, quindi tralascio. Siamo stati sposati sette anni, durante i quali era da accendere ceri a San Cristoforo se rimediavo un bocchino. Quando t’ho sgamata a limonare in macchina, davanti alla pasticceria dove vendono le tue ossa grosse, avrei voluto gonfiarvi di botte entrambi. Ma siccome oggi nascere col pene è già un mezzo reato, ho preferito aspettare. [2]

Ma invece di dirtelo subito, ho indagato. E in un mese, 31 giorni per l’esattezza, ho scoperto che c’era dell’altro ancora! E soprattutto, degli altri. I martedì con le amiche a cena, avevano un fuori menù speciale, diciamo, perché non erano che uno squallido teatrino di amanti! Tu e i tuoi… “amici”. Molto bene e allora racconto tutto.

Così ho sborsato cifre mostruose a un ex celerino riciclatosi investigatore privato. Ho scoperto che le tue “cene tra amiche” erano gangbang con vari PR di Crotone. L’investigatore li ha visti uscire chiudendosi la lampo dei jeans con scritto “rich” sul culo e ho capito che la mia principessa ha gusti più raffinati di quelli che conoscevo.

Come quel viaggio che ti ho spinto a fare io, perché eri stressata per il lavoro. Hai preso un aereo da sola “per raggiungere le amiche di Roma” dicevi, quelle che non conoscevo, con gli agganci per la vacanza low cost in Egitto… e io scemo a crederci! Era solo il primo dei tuoi tradimenti. Te l’ha pagata l’avvocato quella vacanza.

Dopo la pasticceria e le gangbang ho deciso di mandarti in Egitto da sola per farti rilassare. Certo, è come lasciare Rocco Siffredi nel giardino delle vergini suicide, ma non importa; gli italiani hanno già capito che sommando il mio QI al tuo facciamo il figlio di Bossi. Stranamente non sei andata lì per rilassarti, ma per sbatterti un avvocato che s’è noleggiato il tuo buco del culo al prezzo di un biglietto Ryanair e una foto su un cammello. Taci che non abbiamo una figlia, perché se tanto mi da tanto lei avrebbe il telefonino sempre carico e la scuola le palle sempre vuote.

Come ho fatto a non capire? Non sapevo ti piacessero ricchi.

Credevo stessi con me perché ti piacciono i vecchi obesi, come alla Gregoraci piace Briatore. [3]

E infatti mi sa che ti piacciono tutti, dalle foto che c’erano nel tuo computer. Sì ti ho frugato nel computer.

Ho aperto il tuo PC con la stessa password della tua vagina: 1234. Partiamo dalla cronologia su PornHUB e XNXX: “squirting lesbians”, “interracial triple penetration”, “cheating couple”, “BDSM extreme”, “torture sex”, “brutal deepthroat compilation”, “milf gym double anal”, “whipping sluts”, “teen humiliation”. [4]

E ho scoperto del personal trainer. E della settimana di lavoro a Milano, che in realtà era solo una “romantica” avventura con real_macho, quel tizio con cui chattavi! (ma che nome è? Ma che persona sei tu? Immagino che insieme avrete vissuto tutte le sfumature dei colori dell’amore, dei sapori…).

Poi siccome sei così stupida che al sole fai la fotosintesi, hai tenuto in memoria tutti i messaggi. Ho così scoperto della settimana a Milano passata giocando all’allegro canguro sugli addominali di un truzzo conosciuto via chat. Immagino i dialoghi a base di grugniti e percussioni, ma hai avuto fortuna a trovare l’unico che nelle chat non ha un nick tipo Salentinu_32cm, LeccoPiedi8576566, CazzoEnormeXxX o SkiavoXPadronaPD. [5]

Ma la cosa peggiore Lucia, è la becera storia che ti stai facendo ora, con tu sai chi. Vedo che ti sei trovata bene con i miei colleghi, se vuoi te ne presento altri.

Dopo real_macho avevi bisogno di qualcuno in grado di pronunciare “derattizzazione” senza sudare, così ti sei ripassata i miei colleghi. La cosa peggiore è che hai scelto un incapace di terzo livello che non saprebbe dire la differenza tra un mucchio di merda e un budino. [6]

Il nostro matrimonio è finito.

Il nostro matrimonio è così finito che se tu ti dessi fuoco e io avessi la diarrea, prenderei l’Imodium.

Ti lascio, ma non immaginarci qui da soli, io e la mia ossessione di te che mi hai tradito con tutto il mondo. Io non tornerò indietro. Hai sbagliato tu e non mi vergogno a raccontare a tutta Italia la vita segreta della mia mogliettina perfetta. Anzi, ho persino aperto una pagina facebook.com/tuoexmarito

Ho assunto un avvocato che è un incrocio tra Perry Mason, un barracuda e Batman. Siccome ormai il 99% dei giudici sono donne, al 99% ti terrai macchina, casa e metà stipendio mentre io finirò a dormire nell’auto dei miei genitori a cinquant’anni, ma almeno i risparmi di tutta la vita li regalo all’avvocato e al Corsera piuttosto che pagare le SPA a una cagna a due zampe. Ho anche creato una pagina facebook, l’ho chiamata /quanticazzisepresaLucia. Siamo a oltre seimila. Like.

Io e te ci vediamo in tribunale.
Il tuo ex marito Enzo

Con tutto l’odio, la disistima, il rancore e il disprezzo possibili,
Enzo”.

 

 

__________________________________________________________________

[1] Le regole SEO su un foglio di carta servono come un trapezista monco col culo che prude. Lascia stare i grassetti, sulla carta i motori di ricerca non indicizzano, giuro. Ho provato.

[2] Nessuno indicizzerà quei grassetti. Davvero. Colgo l’occasione per farti notare che il marito sarà pure deficiente, ma se lei lo cornifica in pieno giorno davanti a una pasticceria dove la conoscono, allora devono essersi conosciuti alla riunione contro le scie chimiche.

[3] rex-business-people-laughing-in-office

[4] “sì ti ho frugato nel computer” come ammissione di colpa vergognosa? Tutte le coppie ficcanasano nei dispositivi digitali del partner in media una volta a settimana. Secondo te perché Google ha implementato la navigazione anonima? Perché su iMessage, Whatsapp, Twitter, Facebook e Skype si possono cancellare i propri messaggi? Cos’è, non vuoi vedere quello che hai scritto a qualcuno o vuoi dimenticarti quello che t’ha scritto l’altro? I social servono a fare corna. Come tutto quello che in Internet ha successo.

[5] “Le sfumature dei colori dell’amore, dei sapori”? Ma cos’è, un corso per sommellier? Io degusto il sapore della tua vagina, tu sorbisci il mio sperma servito caldo? Lecchiamoci i buchi del culo in questa primavera fiorita?

[6] Il termine “becera” è uso esclusivo delle femmine. Nessun maschio usa quel termine. Né gay, né etero, né Vladimir Luxuria. Se vai a vedere nella Treccani scoprirai che “becero” è scritto in rosa.

  • cessochimico

    Primo! Anzi.. Posso cancellare il messaggio?!

  • Andrea Blanco

    Pura poesia!

  • Lo specialista

    Nebo, diventerei gay solo per limonarti duro. Immenso!

  • Andrea

    Waiting for the FemenFags, with soft drinks and popcorn.

  • Snippy

    Sigh

  • Ctrl+c ctrl+v per ““squirting lesbians”, “interracial triple penetration”, “cheating couple”, “BDSM extreme”, “torture sex”, “brutal deepthroat compilation”, “milf gym double anal”, “whipping sluts”, “teen humiliation”. ”

    ma lo faccio solo per capire meglio l’articolo vedendo dei video di esempio, eh.

  • parapizza

    Ma ma ma io becero lo uso. Rende bene l’idea…

  • Neo

    Poi anche la scelta dei nomi…”enzo e lucia”…patetici…mi son cappottato dalle risate fin dall’inizio, dopo “Amore”

  • Quantic Foam

    meraviglioso. e sono biologicamente femmina.

  • bastaconladroga

    I jpg sono come l’icing on the cake. Mi scappello.

  • Marco Manconi

    Unico appunto: io la parola “becero/a” la uso eccome, però capisco che intendevi.

    • commentocomeospite

      ‘Che sei una donna.

      • Marco Manconi

        Se è una proposta, chiedi a Nebo, se lo vogliono tutti baciare in bocca!

  • Geniale.
    Sì, quella lettera è abbastanza un fail per qualunque agenzia pubblicitaria l’abbia scritto. Insomma, uno che è stato tradito non scriverebbe di certo con quel tono. “Amore mio”? Andiamo…

  • Kremisi

    “Sei così scema che al sole fai la fotosintesi” mi ha fatto sputare ogni singolo bronco.
    Grazie, Nebo. Te la ruberò e la rigirerò a tutte le mie future ragazze.

    • Nortrom

      Proeliator, un blog per coppie

  • mever

    ti amo maschiamente, cazzo!

  • Alan

    Derattizzazione però va con due T. Se non sbaglio.

    • Corretto, grazie.

      • pornorambo

        Dunque era forse un passaggio autobiografico? Quanto hai sudato per scrivere quella parola? 🙂
        Scherso, ti xe bravo, vecio!

      • Già che ci siamo “sommelier” con una L sola.

  • Phoenix

    “Dove vendono le tue ossa grosse”

    Vale un nobel per la letteratura.

    • Elessar

      Mi sa che sono l’unico a non averla capita :/

      • Angelo

        “Non sono grassa, è che ho le ossa grandi” frase piuttosto famosa qualche anno fa come stereotipo di quello che una cicciona direbbe.

        • Elessar

          Ah mio dio! È geniale… Nebo sempre più da Nobel, è vero.

  • Giuseppe P.

    mo so perplesso…..io uso becera,frequentemente,vuoi dire?

  • Aback

    GENIO

  • Aaston

    Nebo, sappi che ti stimo moltissimo.

    Sei l’unica pagina del mio internet sbloccata da Adblock.

  • Ospizio
    • Baboo85

      Ahahahahahahhah

    • Sergio Raimondo

      sono commosso

  • Avion

    Mioddio, io lo uso “becero”.
    Allora sono donna e ho un clitoride davvero grosso.

    • Sei un ciellino quarantenne vergine, Avion, sei di molto fuori scala. Ti salva che sei un manicomiense.

      • Nicolas Marzaroli

        Io ogni tanto uso “becero populismo” per vedere le reazioni negli occhi vitrei degli avventori del Saloon locale alle 3 del mattino. Ohi, Silver.

    • Alberto aka Jordi

      Puoi sempre intervallare una frase con delle bestemmie,risulterebbe di gran lunga più credibile della lettera del Corsera

    • Harry Deekolo

      Almeno non usi “senza se e senza ma”… spero 😐

  • Fabio Gnesin

    ahahahah

  • Nativi Digitali Edizioni

    Io uso “becera/o”, ironicamente. Per il resto, 92 minuti di applausi.

  • arcp

    essendo stata pubblicata la risposta di lucia, puzza di marketing da un centinaio di km.

  • Blubbo

    non ho resistito e sono andato a vedere su questa fantomatica pagina internet dove c’è la risposta della moglie che, guarda un po’, ha lo stesso identico stile della lettera del marito. sono indeciso tra un lol e un rotfl

    • Angelo

      Riassunto della “risposta”?

  • anto

    – se tu ti dessi fuoco e io avessi la diarrea, prenderei l’Imodium.-

    incommensurabile.

    • Fred Ventura

      l’ho capita solo ora :)))

  • Miau chan

    Da grande voglio essere come te.

  • Alberto aka Jordi

    Qual è la prima cosa che una donna guarda in uomo?
    Il portafogli

  • Diego Inversini

    Ho un mal di schiena della madonna ed anche solo starnutire mi fa capottare dal dolore. Per colpa tua ho riso talmente tanto che ho perso definitivamente l’uso della colonna vertebrale. Sei un mito!

  • Rob Von Soma_Cruz

    “Lecchiamoci i buchi del culo in questa primavera fiorita”

    Il colpo di grazia.

  • Nicola Ragazzini

  • Djeug WiKo Vuillermoz

    recenti indagini ISTAT confermano che il 99% dei visitatori della pagina facebook “tuoexmarito” hanno votato M5S.

  • Jacopo

    Grazie.

  • Laurelion

    Bello *__*

  • Rockmaninov

    Mi meraviglio (e non poco) che Barbie Xanax ancora non abbia detto la sua, seguita da 200 commentiidiotascemi del suo seguito di leccalecca…

    • Probabilmente si sara’ gia’ dimenticata tutto, quando hai 128 bit di capacita’ cerebrale non puoi tenere tanto materiale in memoria…

  • Baboo85

    Io col punto 5 sono esploso ahahahhahahaha

    In effetti e’ vero, “becero/a” e’ una frase prettamente femminile, mai sentita pronunciare nemmeno dai gay…

  • E’ più credibile la tua di lettera.
    L’altra sembra scritta dallo sceneggiatore (di riserva alla riserva della riserva) di centovetrine

  • Nebo, ammettilo, e’ una grande operazione di marketing. Il telespettatore italico ci va a nozze con queste cose. Posso scommettere che il “reality” con i mariti cornuti avra’ grandi ascolti e che il pubblicitario che si e’ inventato tutto ricevera’ un bel bonus (a meno che non sia il solito povero cazzone di stagista pagato a sputi in faccia)

  • GrammarNazi

    Sommelier con una sola L, mi pare.
    Ennesima sfilza di perle, comunque.

  • Precotto

    è bello perchè Nebo scrive una cosa e tutti leggono pensando: “UGADA Donne = merda, perchè sono ancora nella friendzone di quella stronza?”