Intervista esclusiva, parla il barbone: “Non è andata così”

BrzXCdPIAAAPVzN

Sconvolto da questo post ho dovuto smuovere mari e monti, ma grazie a un incrocio di persone sono riuscito a risalire al luogo e alla zona dov’è successo. Ho preso il primo Frecciargento e mi sono fiondato a Roma, nel quartiere dei Parioli, dove dopo qualche ora ho rintracciato il barbone di cui Beatrice Borromeo parla in questo post. Non è stato facile convincerlo, anche perché dormiva. Dopo qualche riluttanza ha accettato di rilasciare a me – e solo a me – un’intervista esclusiva. Si è anche offerto di fornire nome, cognome, farsi fotografare e registrare, ma io gli ho detto che è roba da giornalismo vecchio stile. Il nuovo giornalismo, di cui Beatrice Borromeo è avanguardia e Marco Travaglio appassionato seguace, non porta alcun tipo di fonti o prove. Quindi terrò il barbone nel più totale anonimato, al pari del racconto pedopornogr dell’inchiesta della Borromeo sul sesso tra adolescenti.

 

Sor Vittorio, perdoni l’ora e grazie per avermi concesso quest’intervista.
Sì, ma poi me dai i cinquanta euri, vero?

Sicuro, deve presentarsi alla sede del Fatto quotidiano e dire che la mando io. Ora racconti com’è andata.
Gnente, io c’ho la dissenteria cronica, no? E’ ‘na cosa che c’ho fin da pischello, cacavo, cacavo sempre, che poi alla fine non è manco male. Ieri pomeriggio camminavo per i fatti miei quando all’improvviso sento una fitta bestiale alle viscere, che è l’annunciazione.

Prego?
Sì, sì, è quando devo partorì l’anticristo. Insomma, scongiurando l’onnipotente, piegato in due dalle coliche, arranco alla ricerca di un altare sacrificale. Bar, negozi, fontane, tombini… Io ho cacato ovunque, nella mia vita, sa? Ovunque. Per dirle, a quarantatrè anni ero l’amante di una donna, il marito rientra e io mi devo nascondere sul cornicione del palazzo. Complice l’aria fresca m’è toccato bombardà il sottosuolo, un casino che non le dico, ratatatata, tutta sui passanti della movida. M’hanno cercato per ore, ma io me so’ salvato facendo er verso dei piccioni. Lo vole sentì?

Magari dopo. Torniamo a noi, per favore. Lei sta male e cosa fa?
Capisco che il mio sigillo rettale, per quanto inviolato, non resisterà a un secondo assalto. Allora mi rannicchio dietro una piantina. Abbasso le braghe, recito due paternoster e espello l’orrore. San Gennaro fa la grazia, va tutto bene. Dico così perché magari se c’avevo pezzi grossi faceva male, invece vuuuush, via tutto subito.

Arriviamo al punto.
Io dopo ‘ste cose so’ stanco. Mi distendo, prendo fiato, ringrazio la madonna. Dietro di me vedo che stanno a fa’ un trasloco. C’è una biondina, co’ il collo che pare un’oca, sta lì ferma a guardà i rumeni che lavorano. A un certo punto me vede, piglia due cuscini con su scritto “Versace home” e me li butta addosso, dicendo “tenga pover’uomo”. Adesso, non è per dì, ma io de du’ cuscini che cazzo me ne faccio?

Si siede più comodo?
Ma se manco c’ho ‘na casa, a rincojonito! E’ come regalà un’ancora a uno della valtellina! Damme un rotolo de carta igienica, piuttosto!

Capisco. La ragazza in questione era Beatrice Borromeo?
No, c’aveva un nome lungo così.

Una volta ricevuti i cuscini lei come ha reagito?
Le dico “ah signò, co’ questi è difficile che me ce pulisco er culo” e lei s’incazza, dice che sono uno schizzinoso perché lei ha sempre trattato bene i barboni e io ero il primo che le rispondeva male. Allora io je dico che alla mensa sociale non l’ho mai vista. Lì ce stanno i preti, li conosco tutti. Lei no.

E lei?
E lei sbrocca, grida “tu non sai chi sono io, la mia famiglia è nobile da generazioni, è persino parente di San Carlo, uno che ha donato tutto ai poveri” e se ne va.

San Carlo quello delle patatine?
Boh? Magari si riferisce a san Carlo Borromeo, detto “il castissimo” perché si rifiutava di parlare con le donne, pure se parenti. Fece arrestare e torturare 150 persone dall’inquisizione.

Non credo, il suo aveva lasciato tutto ai poveri…
San Carlo non ha dato una madonna ai poveri, ha perseguitato l’ordine degli Umiliati, quelli che volevano la chiesa tornasse a una vita più austera e morigerata invece de sbandiera’ lusso e ricchezza in faccia alla gente. Vedi te che fiore de benefattore.

Magari era un altro. Poi scusi, lei come le sa queste cose?
Insegnavo Storia, poi m’hanno licenziato per fa’ posto a uno che ha fatto namedropping a manetta e canna due congiuntivi su due. Mò damme i soldi e vaffanculo.

Guardi, le lascio questo foglietto, deve presentarsi alla sede del Fatto Quotidiano e chiedere di parlare con Sexytravi.
Chi?

Sexytravi, loro conoscono. Se le chiedono informazioni dica che la manda Nebo di Bagni Proeliator e che lei avanza 100 euro per l’intervista. Grazie e arrivederci.

 

 

 

TL;DR

riassunto

 

 

EDIT:

Beatrice Borromeo mi contatta su Twitter promettendo repliche registrate, che sono sicuro tutti noi attendiamo con trepidazione.

10489762_514412638660088_4863156040466882798_n

  • Benny

    Semplicemente mitico!

  • Ktullo

    Secondo me, una denuncia ti arriva! (Ovviamente, a torto)

    • *Ha torto.

      • Dirk Soave

        Marcomk, prima di correggere qualcuno (cosa davvero antipatica) accertati magari che questi abbia sbagliato.
        Qui hai fatto una figura davvero barbina. ..

        • Luca Pizzorno

          Marcomk era ironico. Ha torto, con l’H, inteso come “lei ha torto”

  • Rasputin

    ahahahah! hai detto bene alla fine! il meme alla fine (appunto) è quello usato solitamente su /b/. articolo geniale, in ogni caso 😀

    • Alice Stoll

      Ma davvero? Capito zio, c’è il meme. Da /b/ oh. Troppo un taglio.

      • amicocinghiale

        Wow 1337, such le 4chan army is here

      • Rasputin

        Tranquilla, un po’ di entusiasmo te lo posso anche prestare.

  • San Carlo quello delle patatine? Ce lo siamo chiesto tutti, ammettiamolo.
    Che poi è bellissima la parte in cui dice che il prete se n’è andato via tutto imbarazzato. Ora che so che funziona così dico di essere discendente di Osama per ottenere il rispetto che mi spettta.
    Seh.

  • Mik

    malimortaccitua… di che te la senti calla, no che fai name dropping…

    E ora datemi un cuscino che sono indigente!

  • Pulsar

    Si capisce che la tua è un’intervista fake dal fatto che non sei così pirla da spendere dei soldi per un frecciargento solo per sputtanare la Borromeo.

    • Engine

      Come risposta ad una storia fake, una intervista fake. Assolutamente appropriato.

    • Lorenzo Meulli

      Cosa non funziona nella tua testa?

  • Armilio

    La cosa del bombardare dal cornicione quelli della movida ho sempre sognato di farla.

  • Polonio

    Via tutti ad aspettare trollate sul post originale!

  • Komet

    Il post della Borromeo è MEH, a a te faccio notare alcune piccole cose

    1) San Carlo utilizzò le ricchezze di famiglia a favore dei poveri e dei miserabili, tanto per fare un esempio aprì il ricovero di S. Maria Maddalena a Milano per accogliere le prostitute e cercare di dar loro una nuova vita. Durante la pestilenza del 1576/77 vendette il Principato d’Oria per 40 mila ducati e ne divise il ricavato tra i poveri. La sua eredità finì per la maggior parte all’Ospedale Maggiore di Milano.

    2) San Carlo non si rifiutava di parlare con le donne, solo che visto il periodo in cui viveva e visto il malcostume che molti prelati avevano per evitare maldicenze parlava con esse solo in presenza di testimoni ed in luogo pubblico, e solo per lo stretto necessario

    3) Le uniche testimonianze sulla persecuzione dei protestanti svizzeri si hanno da autori protestanti. Non è un po’ come chiedere a Umberto Bossi cosa ne pensa della laurea di suo figlio? Non se ne trova traccia ne “Dizionario Storico della Svizzera”, o sono io che non trovo questo passo o è una balla, c’è poco da fare. Tra parentesi, i religiosi per torture e roghi si affidavano al braccio secolare in quanto potevano infliggere solo pene spirituali (scomuniche etc), e risulta un po’ difficile credere che nella Repubblica delle Tre Leghe sia potuta succedere una cosa simile visto che le due Diete di Ilanz del 1524 e del 1526 decretarono la libertà di culto in quelle valli.

    In conclusione, mi chiedo se te sei uno storico travestito da comico od un comico travestito da storico.

    • frakkiu

      No, vuole solo fare lo splendido con le citazioni storiche.
      Purtroppo Nebo è una zappa, e ogni tanto si vede XD

    • vrkas

      Certo, senza dimenticarsi che anche gran parte della storia della Chiesa Cattolica è scritta da autori cattolici.

    • Jordi

      3)Quel passaggio invece nel dizionario storico della svizzera c’è,forse sei tu che non sei in grado di leggere o di cercare ,o entrambe le cose
      http://www.hls-dhs-dss.ch/textes/i/I8073.php
      La lingua parlata è l’it. e la religione prevalente è quella catt.; un
      avvicinamento, nel XVI sec., alle dottrine rif. è stato contrastato con
      piena efficacia attraverso la visita pastorale di Carlo Borromeo (1583).

      • Komet

        L’ho letto quel passaggio. Ora dimmi, è stato contrastato con la tortura? Scrivere “contrastato con piena efficacia” può anche significare che abbia fatto una buona predicazione.

        • Jordi

          Con la controriforma che bollava le dottrine protestanti come eresie……
          Cosa credi che abbia utilizzato?

          • Komet

            Massì, facciamo di tutta l’erba un fascio.

    • ilconfederato

      E’ un buffone travestito da comico: altrimenti ci metterebbe un nome vero su sto blog, e non un “Nebo”, che serve solo a dire puttanate senza esporsi.

      d’altra parte l’unica volta che uno ha minacciato di fargli causa (per aver postato le schermate) si è cagato addosso ed ha tolto tutto…

      • Harry Deekolo

        Ma sei mona di natura o è colpa delle scie chimiche?
        Guarda che come si chiama Nebo davvero lo sanno tutti, eh…

        • ilconfederato

          Le uniche scie chimiche sono solo quelle che ti atterrano nel culo, inutile venetastro ignavo e alcolizzato… o quelle rimaste nei muscoli di “nebo”, con tutti gli steroidi che si prende…

          • Magari. Ma grazie del complimento frà

          • Harry Deekolo

            Ok, sei mona.
            Attento al tuo, di culo, sudista dei miei coglioni, ché se vincono i tuoi amici pentastelluti, gente come Dibba e Casaleggio a spanarti l’ano a colpi di manganello ci mette poco.

      • Pascal Brax

        Ti sei perso il fatto che ha pubblicato un libro (beh dai, libbricino) che ha pubblicizzato qui sul blog, con nome e cognome e pure la fotografia segnaletica.

  • ConteZero76

    Pensa che c’era DJ Trava, è andato in Brasile. Ha fatto name dropping per entrare allo stadio ed abbiamo perso i mondiali.

    • pado

      a te ti ho già visto… se non sbaglio sei uno dei top commentatori del fatto online.

  • Jordi

    A frà ,un ce siamo:al fatto quotidiano fanno l’elemosina per non fallire firmano gli appelli per gli abbonamenti,cioè non stanno messi proprio molto bene come ca$h,se poi je mandi pure culo tonante in redazione…..

  • Harry Deekolo

    Bella Nebo, ammetto che non credevo alla storia del post su facebook della bionda guaina da cazzi altolocata.
    Così sono andato a cercarmela e -sorpresa!- non l’ho trovata.
    Stavo già per buttare nel cesso la fiducia che nutro per te, poi mi sono accorto di aver usato come chiave di ricerca “BEATRICE SBORROMEO”.

    • Rob Von Soma_Cruz

      Strano che tu non l’abbia trovata

  • vrkas

    La Borromeo ha idee un tantinello confuse su chi fosse davvero il suo antenato Carlo Borromeo, noto come San Carlo.

  • bastaconladroga

    “Sexytravi”

    Ciao, vado a scavarmi la fossa.

  • vrkas

    Si, piuttosto quello che è impressionante è il credito che gode nelle stanze del Fatto Quotidiano.

  • Rob Von Soma_Cruz

    Nel dubbio, bestemmio.

  • Der_Mario

    Excuse me sir, che cadso é il name dropping? Un nuovo sport olimpico? Name dropping ad ostacoli o di fondo?

    • definizioni a domicilio

      namedropping: appannaggio della nobiltà o qualunque ambiente con poco ricambio genetico.

      • Der_Mario

        Quindi roba che noi poor turds non potremo mai capire, abituati come siamo a mischiare il nostro corredo cromosomico con altri pezzents. Meno male perché mi vergognerei come un ladro a esternare su twitter il mio fare namedropping, o peggio ancora postare selfie (sguuuurz… questa word mi fa puking) che sollecitano la cattura di Mr. B.Haram.

  • Nebo ma l’iperzinnuta ammiccante nella nuova copertina chi é? sembra la versione piú figa di michelle rodriguez

  • eritreocazzulati

    daje Nebo che magari BB presa dalla tua geniale prosa te la smolla.
    E poi tu ci farai un post sopra ovviamente.

  • Lorenzo Meulli

    “Mi pare l’action figure di steve jobs pistolero.”

    Sto crepando, è un’immagine bellissima.

  • San Crispino

    Droppati di testa dall’undicesimo piano BB.

  • Zen my Ass

    La cosa piu’ interessante di tutto questo (falsa intervista a parte, ottima) e’ questa tipina che tira fuori la storia di un suo antenato di 400 fa… ma come cazzo si fa? 400 anni. Che poi, se avesse dato tutto ai poveri, com’è che i suoi discendenti sono ancora oggi ricchi da fare schifo e fanno il bello e cattivo tempo a Milano da alcuni secoli a questa parte?

  • Indignato

    In questo articolo manca qualcosa di fondamentale che è sempre stata presente nei tuoi articoli… dov’è l’immagine con figa?

  • dussander

    ovviamente un filantropo misericordioso si fa costruire una statua alta trenta metri a sua immagine e somiglianza. gli operai li ha ripagati tutti con pace, amore e cuscini.

  • Alex

    Si ok, quello che vuoi, però un quatto o cinque(cento) colpi alla Bea glieli darei con immenso piacere lo stesso 😀

  • VodkaNachos

    Ah, ma da quando i preti vanno in giro a fare i turisti asiatici? Sta cazzo di Beatrice…

    Fràte, comunque, voglio un pezzo sulla storia del barbone che va a casa dell’amante, arriva il marito, si nasconde sul cornicione e causa il freddo spicciona sulla gente di sotto. Tutto rigorosamente alla tua maniera. 😉

  • Pingback: Patti chiari | Il Pacco Quotidiano()

  • Bobo

    Nebo lo vuoi capire o no che DEVI SEMPRE dare il nome delle pulzelle della testata? La gnagna è l’unica cosa che conta.

    PS: San Carlo Borromeo la nipotina la buttava nel lago a fare l’oca

  • Bargle

    Namedropping = “lei non sa chi sono io” 2.0

  • Lorenzo

    Che poi la contessina che fa la paladina dei poveri di fronte al pretaccio cattivo vorrebbe dire che se l’è cercato bene il sacerdote… Frequento molto la Chiesa e ne devo ancora trovare uno che si esprima così: il chè non vuol dire lasciarsi andare ai buonismi su questi poveracci (quello con cui sono cresciuto, che organizza in parrocchia un Caritas molto attiva, un paio di volte all’anno finisce sul giornale perchè qualche squilibrato andato a chiedergli denaro lo malmena)

  • Eishiro

    divertente, ma metti le citazioni storiche giuste almeno 😀

  • Guest

    cmq ho dato un esame di storia moderna, tutto incentrato sull’inquisizione: san carlo era uno dei controriformisti più intransigenti, e durante la sua visita pastorale in svizzera condannò al rogo 10 eretiche (se volete vi posto lo scan e le fonti del libro). C’è da dire che si mandava al rogo spesso in quel periodo, bastava o rifiutare l’abiura o cadere nello stesso errore una seconda volta.

  • K

    nome, cognome, fotografia e registrazione? Eh beh certo, in culo alla privacy e al rispetto per la persona.
    Tipico italiano che vive nelle caverne e scrive cazzate in cerca di popolarità: film già visto, tolgo il disturbo.

    • Harry Deekolo

      Hai per caso notato che lo screenshot è preso dalla pagina facebook della signorina Borromeo? E che tale pagina è raggiungibile per chiunque tramite motori di ricerca, essendo PUBBLICA?

  • 13VRZ

    Cedi lo passo!

  • nereus

    comunque è vero i barboni sono degli schifosi, nessuno gli vieta di farsi un bagno, è il loro stile di vita, le strutture per ospitarli ci sono, ma d’altro canto come biasimarli quelli non devono render conto a nessuno e possono puzzare e bighellonare quanto vogliono senza che nessuno li infastidisca ahaha che vita.