Close enough







A 2000 metri di quota, a bordo di un C-130, una troupe sta facendo un servizio fotografico sull’aeronautica militare inglese. Il portellone posteriore è abbassato, tutti sono assicurati con cavi. Il fotografo parla per radio al pilota dell’EFA dicendogli che tipo di manovre fare. 









Per un’inquadratura domanda al pilota di avvicinarsi.

















– Di quanto?
– Quanto riesci – taglia corto il fotografo.



– Così è abbastanza? – domanda alla radio il pilota.

  • dio….sono morto dal ridere!

  • Anonymous

    gli ha sputato sul parabrezza per pulirlo

  • Top Gun.

  • Ma… se praticamente si infila nell’aereo davanti, i motori ricevono abbastanza aria? :v

  • Credo che a differenza di quelli italiani i piloti inglesi si addestrino abbastanza.

  • Anonymous

    Armin, sei fuori strada… I nostri sono tra i megio addestrati in assoluto anche perché fanno le scuole di volo negli USA e vengono anche utilizzati negli Squadron Exchange. I loro vengono qui e i nostri vanno lì…
    Per quanto riguarda le foto fatte più da vicino sono fotomontaggi. La turbolenza generata dai 4 motori del C 130 sballotterebbe l’ EFA in modo da renderlo incontrollabile anche se fosse qualche metro più indietro e poi così vicino proprio non riuscirebbe ad arrivare. Andrebbero in stallo i compressori…
    Alex

  • Anonymous

    più che fotomontaggi è l’effetto del tele che schiaccia il fondo.

  • Anonymous

    le uniche immagini vere sono le prime due, le altre tre magie di photoshop poteva mettergli anche nyaacat a sto punto…
    e poi che i piloti inglesi siamo meglio di quelli italiani /facepalm