La festa delle sante

2

Siamo al bar verdi durante l’aperitivo. Io, Luca e Atza sorseggiamo il terzo spritz piluccando dal buffet. Sono le otto e un quarto, quel momento dell’aperitivo in cui decidi se cenare o passare al Negroni e trasformare la serata in una tragedia. Sto per divincolarmi dall’abbraccio di un altro superalcolico quando Ario arriva, parcheggia la macchina sul marciapiede, scende con occhio spiritato e ci punta. Il bello di Ario è che oggi come vent’anni fa, ogni volta che lo vedi pensi a tutti i soldi che ti deve. Attraversa la folla guardando le tette delle ragazze e distribuendo complimenti, afferra un bicchiere mezzo pieno abbandonato su un tavolino, scrocca una sigaretta da un ragazzino e plana da noi con sorriso hollywoodiano.

«Ciao sfighi, come butta?»
Grugniti.

«Ehi, scusa?» dice il nostro alla cameriera «mi avete dato lo spritz con un capello dentro.»
Lei prende il bicchiere: «Mi spiace. Te lo rifaccio?»
«Certo. Allora, voi, prima raccontatemi le novità, poi ne ho una io che è spaziale»
«Niente da segnalare, si parlava di polit…»
«Bello, bello. Allora, sapete che ieri era la festa dell’utero, no?» interrompe «sono andato a vedere lo spogliarello anch’io.»
Al tavolo cala un silenzio sconsolato: «Ario, ma che cazzo» dico.
«State calmi, ci dev’essere una spiegazione eterosessuale per tutto questo» fa Atza.
«Sì, la prossima volta sarà “solo la punta, giusto per provare”, poi “finché le palle non si toccano non è gay” e nel giro di tre settimane lo trovano in maneggio che munge cavalli senza mani.»
«MI FATE PARLARE O NO?»
«Dai.»
«Entri, è il festival della menopausa su cui si è schiantato un camion di gomma. Tette di silicone, labbra di botulino, zigomi ricuciti, culi drenati, capelli tinti, ciglia finte, unghie di plastica e nasi piallati. Sul palco questi tizi ballano, si spogliano e rimangono in perizoma brillantinato. Tutti col fisico gonfio gay, tipo Nebo.»
«Ma gay tua sorella.»
«A quel punto i ballerini scelgono una e la portano sul palco, la fanno inginocchiare e uno tira fuori l’asciugamano.»
«Che asciugamano?»
«La cosa più geniale mai inventata dall’uomo. Altro che il butrone di X, là.»
«Bosone di Higgs» corregge Atza, appoggiato alla parete.
«Quello. Comunque, è fantastico. Il tizio si arrotola l’asciugamano attorno alla vita, sotto si sfila il perizoma, va davanti alla donna e le infila la testa sotto. Quello è il momento in cui una donna scopre davvero chi è.»

«Ma che c’era nello spritz rubato?» fa Luca.
«Temo sia lucido»

«Ragionate un secondo. Appena tu, donna, ti trovi in quella situazione, sai due cose: primo, nessuno ti vede. Secondo, se anche dicessi che lì sotto non è successo niente ognuna delle tue amiche crederà a quello che vuole. Che tu gli faccia un pompino o meno è irrilevante. Niente più maschere, moralismi, ruoli, paure, finzioni. Con quell’asciugamano, per la prima volta nella vita di una donna, qualunque scelta tu faccia riguarda te e solo te. Questi sono i momenti in cui una donna capisce davvero chi è: tra un asciugamano e il cazzo di uno stripper.»

 

6xxnxj

 

Ancora una volta nella vita, Ario mi appare come il Cristo redivivo che dall’alto del nulla distribuisce parabole in grado di cambiare le sorti dell’umanità. Lo diceva anche Mark Twain su Hadleyburg: se tu ti vanti di essere onesto ma attorno a te tutti ti reputano disonesto, se un giorno hai l’occasione di rubare, cosa fai? Siamo tutti fedeli su un’isola deserta. Scuoto la testa: sto ragionando sulle parole di uno squilibrato con la terza media.

«Fin qui ci siete?» domanda.
Noto ora la cameriera con lo spritz a mezz’aria che lo ascolta rapita.

«Sì, purché cessi questo delirio» dico.
«Siamo all’inizio. Adesso prendi Paola, la moglie di Francesco. Sai quella tutta santerellina, occhio pulito, perfetta, casta, il ritratto della moglie dell’anno sui giornali di Famiglia Cristiana? Lei cosa farebbe, se si trovasse in quella situazione?»
«La Paola?! Non ci si trova e basta. Mica finisci in un locale con su scritto STANOTTE SPOGLIARELLO MASCHILE perché cercavi parcheggio, eh.»
«Già. E’ per quello che Checco l’ha sposata: perché è una brava donna. Non la regala in giro, ti ispira sicurezza, maternità, serietà, ma è un’illusione. Quello che mi sono domandato io guardando…»
«…i ballerini…» fa Luca.
«…guardando LE DONNE, è: qual è il primo valore di Paola?»
C’è un rapido giro di sguardi: «Boh, che… che è la classica brava ragazza» azzardo «seria, affidabile, non lo so. Chiedi a lui.»
«E’ QUESTO il punto! Tu sposi una donna perché non ha fatto (o fa) qualcosa. Il suo unico valore è l’inesperienza, cioè il primo valore di Paola è l’ignoranza. Consideri una donna “da sposare” in base a quello che non sa e che non ha fatto. E’ una stronzata. Se vuoi una moglie fedele non sposi una santa: sposi una vacca.»

Attorno ad Ario molti gruppetti sono in silenzio. Fanno finta di no, ma si vede che ascoltano. La cameriera senza nemmeno accorgersene beve dal bicchiere.

«Una vacca ha visto diecimila uccelli eppure sceglie il tuo. Una vacca ha provato diecimila uomini, eppure sceglie te. Una vacca è la sola donna che può farti dei complimenti con cognizione di causa. L’amore è dire “non importa su quanti uccelli ti sei strozzata, ti amo” e non “ti amo perché non hai mai visto un cazzo”.»

Alle mie spalle uno sputa la birra tentando di trattenersi.

«Ssssssì, beh, c’è da dire che poi potrebbe rifarlo, non ti pare?» dico.
«Cazzata. Se l’ha già fatto e ha scelto te, vuol dire che il resto non le interessava più. Viceversa, una che non l’ha mai data in giro prima o poi sarà spinta a farlo. Ecco la crisi di mezz’età. Ecco chi sono quelle negli stripclub. Le sante, non le vacche. Le vacche fanno feste della donna ogni sabato sera, le sante si concedono un sogno di una notte. Tipo gli sfigati che fanno gli operai e poi fanno i signori in vacanza per una settimana l’anno.»
«A proposito, Ario, com’era Sharm?»
«Cosa c’entra, io non sono operaio, sono saldatore.»

«Vabbè. Mettiamo il discorso stia in piedi, stiamo sempre parlando di italiane, eh? Mondo dell’est e affamate di soldi sono altra roba, suppongo.»
«Bon. Ma se sgami la santa che ti riempie di corni ci resti male, se sgami la vacca che ti mette le corna te la sei andata a cercare.»
«Vero, ma chi se ne frega.»
«EH, CHI SE NE FREGA, UNO C’HA PIU’ CORNI D’UN CESTO DI LUMACHE, CHI SE NE FREGA?!» sbotta Atza.
«C’è una bella differenza tra una santa che ti tradisce e una vacca. La prima lo fa perché è insoddisfatta, repressa, spaventata dalla sua ignoranza e finisce per mescolare affetto con il sesso. Le sante sono quelle che si innamorano dell’amante. Le vacche, se succede, tradiscono per divertimento. Nessun sentimento, solo grandi trombate. A parità di corna le vacche torneranno sempre da te, le sante no.»
«Pensa i grandi piaceri della vita. “Oh ciao raga, mia moglie m’ha messo i corni con trenta spogliarellisti ma ha detto che era solo per divertirsi”. Dopo le compri anche un mazzo di fiori.»
«U-uh» sorride Ario «e ti fa più male quello o la frase “mi sono innamorata di un altro”?»

Un blocco di ghiaccio da trenta tonnellate ci piove sulla testa. Alcuni, ai tavoli, si girano. Ario assume l’aria compiaciuta, annuendo comprensivo.

«Vedete, scorreggine? La vostra insicurezza è facilmente sgamata. E’ irrilevante chi le scopa il culo, conta solo chi le sborra nel cuore.»
«Scusa?» dice la cameriera, mettendogli il bicchiere in mano «questo è il tuo spritz. Offre la casa.»
Se ne va.

«Ario, per curiosità» chiedo «con tua moglie… tutto bene?»
«Oh, ieri sera sono andato a vedere cosa faceva con le amiche. Era lei, quella sotto l’asciugamano.»

 

weebay-shocked-face

  • Questo post è come un passo della Bibbia

  • Anonymous

    Come al solito il Dalai Lama del Web… Grandissimo!

  • Anonymous

    Leggendo gli articoli in cui racconti le tue vicende insieme ad Ario, penso sempre più che lui sia la persona più geniale di questo pianeta!

  • Dimmi che quella foto l’hai presa da facebook. Ti prego.

  • Anonymous

    Crittato

  • Anonymous

    E fu così che Nebo divenne un evangelista

  • Anonymous

    Mi hai perso dopo la prima gif.
    Ma un cazzo di nobel al tuo amico nessuno ci ha pensato mai di darglielo?

  • Anonymous

    E’ irrilevante chi le scopa il culo, conta solo chi le sborra nel cuore.

    Una frase degna di Banana Yoshimoto.

  • E’ proprio vero che le lauree non servono a un cazzo.

  • Anonymous

    Ho scoperto questo blog la settimana scorsa, nel giro di 3 giorni mi sono letto tutti i post, dal primo all’ultimo, ma dopo questo devo chiedertelo. Posso farti mio Dio personale ?

  • @vagnard non si chiedono i trucchi ai prestigiatori :asd:

  • Fantastico. Davvero fantastico.

  • 90 minuti più 5 di recupero di applausi

  • Hai ragione. Sei il mio eroe! XD

  • Il nuovo Vangelo

  • Anonymous

    Ben fatto.
    Comunque non sono l’unico che ha riconosciuto la/e pornostar della foto… ditelo

  • Anonymous

    CULT FOLLOWING IN 10,9,8…

    – Doc –

  • Anonymous

    ti dovrebbero fare ministro dei blog

  • Dal Vangelo secondo Nebo.

  • Anonymous

    Il XXI secolo ha trovato il so Omero, l’epica rinasce su questo blog. Standing ovation.

  • Filosofia giustissima e che applico sempre: le santarelline mi stanno antipatiche, viva le vacche.

    Detto questo, la descrizione iniziale dello stripclub è uguale ai porno “DancingBear”. Se non sapete cos’è andate a cercare su internet. No, non fate quella faccia arrapata.

  • Manuel

    Ogni volta che mi trovo davanti a post come questi, dopo averli letti tutti, mi dico “Ecco, questo è il post più bello in assoluto”. Quindi, ora, attendo fiducioso il prossimo capolavoro.

    Diocan Nebo, mi hai sborrato nel cuore.

  • Tutto quello che avrei voluto dire è già riassunto in ognuno degli altri commenti, è tutto troppo bello per essere vero.

    Saper far ragionare ridendo è una dote preziosa 🙂

  • “…E’ irrilevante chi le scopa il culo, conta solo chi le sborra nel cuore»

    Sono le 2:06…credo che la signora del quinto piano si sia svegliata di soprassalto finendo aggrappata al soffitto dopo aver sentito la mia esplosione di risate!!!!

    PS: io sto al primo piano, quindi oltre alla signora del quinto, credo di aver tirato giù dal letto tutto il condominio…compresa la milfona che confina con il mio appartamento!!!!!

  • Atticus Finch

    Ario For President.
    Sarà per sempre il mio Guru.
    Avrà la terza media, ma in filosofia….110 e lode.
    Enorme, grande, biblico. e da oscar blog

  • Anonymous

    porca puttana nebo sei un grande, sei un fottuto grande. credo di amare te e i tuoi fantastici post. ti sposerei giuro. e poi toglierei tutti gli asciugamani di casa per rimpiazzarli con delle salviettine di carta,giusto per non destare sospetti. Lucrezia

  • Anonymous

    Chapeau. Consiglio di leggerlo subito dopo aver letto la dichiarazione del grillino sui microchip sottocutanei.. Praticamente un Rum cubano dopo uno del Lidl..

  • Anonymous

    @.@ …non fa una piega…

  • Bibbia, davvero.

  • Anonymous

    CLAP…CLAP…CLAP…

  • Allora devo intervenire con una perla di cultura: molto ma molto prima della variante “dancing bear” quel genere di spettacolo e’ stato reso pubblico dal mitico sito “partyhardcore” ben piu’ di 10 anni fa.

  • sbrigati a pubblicare un libro santiddio, c’è urgenza

  • Cardinal Fungenzio

    Nebo papa subito

  • dio se le pensi e le scrivi giuste.

  • Mi piace un sacco come scrivi, e la filosofia del tuo amico è quella logica che cerco invano di spiegare alle mie amiche. E ora non ti venisse pensato di chiedermi cosa ho fatto l’8…
    😀

  • Anonymous

    grande!:)
    Sandra

  • Fantastico..! Dopo kyra docet devo aggiungere anche te!
    ps. l’8 ero chiusa in casa. ; )

  • Anonymous

    Io non ci credo che sia tutto vero.

  • “non credi sia tutto vero”? cosa, la filosofia di fondo? o la scena, se è successa o meno?

    riguardo alla scena: chissenefrega se è vera o meno. l’ho letta con piacere. non so nemmeno se esiste Nebo, potrebbe essere l’interfaccia di Skynet che studia le future prede via internet, e allora? vengo qui per farmi due risate (e a volte riflettere), non per scrivere la storia dell’uomo

    (se invece parlavi della filosofia di fondo, allora sto zitto)

  • Anonymous

    Dovresti star zitto comunque

  • “stronzo di cui non frega un cazzo a nessuno” XD

  • Stub

    PAR POCHI
    Osteria me so rabaltà dal ridere! … Fioi quando xe che se organixa un raduno dei lettori del Nebo? Dei, propongo raduno, cussì femo anca 4 ciacoe e poi tutti imbriaghi marsi dentro i fossi!

    PER TUTTI
    Cribbio, che risate! Ragazzi e ragazze .. quando ci sdebitiamo con Nebo e co. offrendo loro un aperitivo per l’impareggiabile tempo scanzonato che ci regalassero? Che occasione per fare la nostra reciproca conoscenza, passare del tempo di qualità e abbassare lo spread!

  • Anonymous

    Standing Ovation

  • Rileggendo per l’ennesima volta questo pezzo mi sono reso conto che mi ricorda qualcosa. Oltre ad Ario che me l’immagino come Sean William Scott che interpreta il mitico “Stifler” della serie di commedie “American Pie”, sono abbastanza sicuro che piu’ di un passaggio, per quanto riuscitissimi, siamo citazioni a qualcosa che ho visto al cinema. Cerchero’ di ricordare 😀

  • Anonymous

    Se vengo a Venezia posso parlare con Aria ?
    Mi bastano 10 minuti per essere un uomo nuovo.

  • Anonymous

    La tipa della foto non è Ariella Ferrera?..buongustaio…

  • Anonymous

    Ma al verdi di via verdi? La prossima volta vengo a cercarvi se c’è la possibilità di ascoltare queste perle.

  • Ti stimo.
    Dovresti (ROTFL) scrivere. :*

  • Anonymous

    “E’ irrilevante chi le scopa il culo, conta solo chi le sborra nel cuore”

    penso che mi tatuerò queste parole sul glande

  • Mi hai aperto nuovamente gli occhi dando parole a pensieri che ogni tanto mi passano per la testa..io..io ti ringrazio..nebo..

  • Anonymous

    Genio cazzo genio

  • Anonymous

    Nebo, hai di fronte due strade: fondare una setta stile Scinetology o M5S, oppure guadagnarti dei semplici stalker.

    “Vengo a cercarvi la prossima volta!” I brividi, cazzo…

    – Doc –

  • non go paroe

  • @Vagnard: partyhardcore! dà qui la mano! no, forse la mano meglio di no.

    Comunque DancingBear è finto eh, non giusto per la cronaca. Partyhardcore devo ancora capirlo.

  • E’ finto anche Partyhardcore. Fin dalla notte dei tempi del genere CFNM ci sono stati fior fior di analisti (lol) che si sono chiesti se potessero essere spettacoli veri anche solo in percentuale. La maggior parte dei dubbi giravano intorno a quesi famigerati “braccialetti colorati” che alcune delle avventrici indossavano. A sollevare ovvie perplessita’ e’ la qualita’ davvero troppo elevata delle clienti, spesso delle fighe di livello incredibile. A conti fatti ci si e’ rassegnati che si quegli spettacoli esistono in alcune parti del mondo, ma che quello che si vede sui siti e’ “staged”. Un po come tutta internet 😀

  • Anonymous

    sì però la foto nel profilo è quella del pescatore inasato di “mostri d’acqua dolce” o quel che l’è…corretto?

  • Anonymous

    92 minuti di applausi

  • Anonymous

    cazzo…sto da 10 anni con la mia lei, ed era vergine quando l’ho trovata….mi daresti il numero di ario?….ho bisogno di un consulto….

  • Anonymous

    Se Ario esiste davvero, lo voglio conoscere di persona per fargli i complimenti.

  • Anonymous

    clap clap clap

  • Anonymous

    Leggendo questo mi sono commosso…davvero,sono scoppiato a piangere… ora ho una nuova filosofia di vita.

  • Anonymous

    Sarebbe tutto vero, tutto perfetto se non si fosse dimenticato di un particolare: ci sono tante esponenti del sesso femminile a cui piace proprio il cazzo; e non solo il tuo.
    Quelle che a 10 anni spiavano il fratello o il cugino mentre si cambiavano, che han fatto il primo pompino a 13 e a 16 avevan visto più uccelli di un ornitologo in pensione, per fare un esempio.
    E madre natura non aiuta!
    Dato che è ormai assodato che invecchiando (maturando per le suffragette del terzo millennio) la libido delle donne aumenti, mentre quella degli uomini diminuisca (il nostro picco si ha intorno ai 21 anni, proprio quando l’età in cui la donna media è calda come un iceberg). Per cui se a 20 anni già sei una che cambia cazzi come si cambian mutande o calzini, a 40 non è così detto che tu perda questa abitudine, anzi! Ci son buone probabilità che sia vero il contrario!
    P.M.

  • perdonate se mi permetto, ma l’avevo pensato anche io qualche tempo fa, ed è un piacere leggere tutto questo esposto con la chiarezza che solo il Nebo può esternare.

  • La scenetta mi ricorda molto South Park, con Ario nelle parti di Eric Cartman, ovviamente.

  • Anonymous

    Il Cristo Redentore è tra noi. Si chiama Dario, fa il saldatore e ha la terza media.

    – Rob –

  • Anonymous

    Mi stai sul cazzo perché sei geniale. Bravo!

  • Baboo85

    Voglio conoscere questo Ario, ti prego 😀

  • karmasteque

    Ciclicamente mi ritrovo a leggere questo post e rimango rapito dalle parole di immensa saggezza che racchiude.

  • ma sti tuoi racconti, sono realmente biografici o diciamo che hai preso spunto? o sono totalmente inventati? son frutto di tue riflessioni? sono comunque uno spasso, però resta il dubbio

  • Anonymous

    Abbiate pazienza, ma chi di voi lo considera un Dalai Lama o un portatore di grandi verità, mi faccia capire, cosa dice di così incredibile e nuovo? Quali sono le verità che diffonde con questo suo scrivere così volgare e sboccato?

  • “Ario” necessita di:
    mandare al diavolo il suo pusher: gli passa roba tagliata male, chiaro.

    procurarsi uno strizzacervelli per determinare se:

    a) e’ figa-dipendente e non riesce nemmeno a stare 10 minuti senza che debba infilare l’attrezzo da qualche parte, possibilmente umanoide, femmina e ancora calda.

    Oppure

    b) soffre di misoginia degenerativa allo stadio avanzato.
    In tutti e tre i casi urge TSO subito…per “Ario”. ( ironia portaLi via)

  • Anonymous

    La cosa più bella della mia vita

  • sQuare

    Premio pulitzer per la pornografia letteraria. Porca puttana che racconto!

  • Dario

    Mi è piaciuto il racconto, è scritto bene.

  • Ringrazio un caro amico per avermi illuminato, la lettura annuale è d’obbligo xD

  • DatC.

    Leggere questo post l’8 marzo ormai è una tradizione.

  • Mi sono spesso chiesto se, più nei post che nella vita reale, Ario sia il tuo alter ego spirituale. Ho pochi dubbi sulla sua esistenza fisica, ma quello dei post lo immagino possibile personaggio metafisico cui tu affidi i tuoi pensieri stupendi…

  • Ogni volta che lo rileggo crepo nuovamente dal ridere.
    «E’ irrilevante chi le scopa il culo, conta solo chi le sborra nel cuore.» Questo è uno degli aforismi più belli che abbia mai letto.

  • John Carmack

    BOOM!