#YOLO

yolo_008

L’Iraq è diviso in sciiti e sunniti. Gli sciiti sono la maggioranza. Da qualche mese, un terzo del paese è in mano a un gruppo islamico ultraestremista sunnita che si è autobattezzato ISIS, Stato Islamico di Siria e Iraq. Da due anni combattono nella guerra civile siriana contro Assad e siccome spararsi solo con le forze governative era banale si sono messi ad accoppare anche i ribelli moderati. Le differenze tra ISIS e gli altri terroristi schioppabomba sono che 1) dicono di essere uno Stato e non un gruppo e 2) sono così pazzi che persino Al Qaeda dice che esagerano.

1. Cosa sostengono questi babbei?
L’immancabile conquista del mondo featuring guerra totale contro occidente e Islam moderato. Vorrebbero istituire un califfato non si capisce dove o come.

2. Che fanno di bello?
Mah, roba tipo esecuzioni di massa da 1.500 persone (occhio, immagini orrende) e pianificare attentati da noi.

3. Da dove saltano fuori?
Quando Osama Bin Laden schiatta gli succede Al-Zawahiri, un medico egiziano che il giorno del giuramento di Ippocrate stava in vacanza. Assieme a lui c’è Al-Zarkqawi, un veterano del cacamento di cazzo mondiale fino a ieri rivale di Osama, giacché Osy voleva creare un esercito in grado di scacciare l’invasione occidentale, mentre Zarky voleva una guerra civile su larga scala. Nel 2003 la Zarqawi entertainment autobombisce una moschea irachena accoppando un centinaio di sciiti e l’ayatollah che stava andando bene nel moderare gli animi. Zarqy si esalta e seguita a far detonare cose finché nel 2006 gli USA fanno detonare lui. Gli succede un tizio, dronato nel 2010, a cui succede al-Baghdadi. Entra in gioco il generale Petraeus. A differenza di tutti gli altri americani rincoglioniti prima di lui, capisce che la linea dura non funziona. Petraeus parla con la popolazione locale, tesse alleanze, distribuisce aiuti, organizza pizzate indebolendo il consenso di Baghdadi e la sua filosofia del “la vita è una merda, fatti esplodere con un sorriso”. L’atteggiamento di Petry non piace a Washington. Lo silurano accusandolo del fatto che invece di scopare questa

8660bc2cf541aef17b0e8c3b62e666f1

preferiva scopare questa.

Paula-Broadwell-the-woman-at-the-center-of-David-Petraeus-cheating-scandal-warned-another-woman-to-stay-away-from-the-retired-general

L’America si scandalizza: quest’uomo è malato, è anormale, non può stare a capo della CIA, dicono. Tutto torna come prima e nel 2011 Baghdadi ricomincia a ingrossarsi. Nel 2013 cambia il nome della crew in ISIS.

4. Quanti sono?
Non tantissimi. C’è meno gente lì dentro che a Camponogara, quindi per riuscire a far casino si alleano con gruppetti sparsi. Finora tengono sotto controllo 27 città. A fine 2013 han conquistato Falluja, Ramadi e altri cacai polverosi.

5. Dove pescano il cash?
Hanno istituito uno Stato grosso come la Giordania, organizzato una raccolta di soldi simile alle nostre tasse. Vendono elettricità al governo siriano dopo avergli conquistato le centrali elettriche. Esportano il petrolio che han rubato in Siria durante la guerra. Coi soldi stipendiano (assai bene) i miliziani, che rimangono fedeli. A questo vanno aggiunti i riscatti che l’occidente paga per riavere indietro le hipster che vanno lì per farsi i selfie da mostrare agli amici e finiscono come carne da stupro in mano a questi mangiamerda.

6. Che mi frega?
Parecchio, perché ISIS recluta tra gli occidentali. Italiani. E non solo figli di immigrati, ma proprio uomini nati e cresciuti a pizza e mandolino che un giorno hanno lasciato casa, famiglia e amici per andare in mezzo a terroristi assassini. Anche donne. E se sei arrivato a leggere fin qui sai su ISIS più di quanto ne sapessero loro: l’ultimo acquisto che due ragazzi inglesi di vent’anni hanno fatto su Amazon prima di arruolarsi erano “Islam for dummies” e “the Koran for dummies”. Direi che la religione era l’ultimo dei loro motivi. Allora perché? Cos’ha spinto 40 italiani a lasciare tutto per ficcarsi in mezzo a pazzi che parlano lingue sconosciute, mangiano pane e ragni, respirano sabbia, sguazzano nel sangue, stuprano, assassinano e dormono tra scorpioni e merda?

I giornali lo spiegano con “un profondo malessere esistenziale“.
Ah, cazzo, e io che iniziavo a preoccuparmi.

Voglio dire, per un istante avevo pensato che degli occidentali con aria condizionata, supermercati, servizi sanitari e Playstation che entrano in una setta d’inculacammelli assassini fosse un’enormità da analizzare. Qualcosa che fa nascere un casino di domande persino nella testa di uno come me, a cui basta guardare la Leo che twerka per dimenticare tutti i problemi.

 

thenug-HBHAsuu3ogGQcosa?

 

Però se è solo un profondo malessere esistenziale allora va tutto bene. Capita. Un Citalopram, un Tavor, un Minias, già che ci siamo andiamo ad ammazzare gente dall’altra parte del pianeta. A posto così.

 

uno-jihadista-occidentale-in-siria-581576

 

O forse no.

Perché mettiamo che dopo aver visto gli orrori di cui ISIS è artefice io decida di andare a spaccargli il culo; mi arruolerei in una milizia, sarei carne da cannone, impreparato, mal equipaggiato, non addestrato e pieno di buona volontà… solo che non posso farlo. Nessuno di noi può. E’ illegale. Se io oggi decidessi di formare una milizia per andare a uccidere quei nazisti mi arresterebbero. Sono sugli spalti di una partita, alla mia squadra manca un giocatore e le regole dicono che non posso sostituirlo, posso solo entrare nella squadra avversaria. Di fatto sono nato dentro un sistema che ha come unica reale alternativa quella di combatterlo.

A me sembra una cosa enorme.

Per un attimo ho pensato a sciachimisti, adolescenti suicidi, grillini, ultras, noglobal, neonazi, indignados e animalisti uniti da due parole: POTENZA INESPRESSA. Migliaia di persone ogni giorno si svegliano in una comunità che non gli piace e non possono uscirne. Alcuni lo accettano senza problemi perché ci si trovano bene come me, altri entrano in comunità parallele dove interpretare un ruolo diverso. I circoli neonazi, i CSO, i forum di sciachimisti e animalisti sono versioni più o meno straccione di Second life.

Fuori da lì tutto resta uguale e le dosi di Minias necessarie a non notarlo aumentano. Quindi che fai? Fight club e V per Vendetta fanno ragionamenti limitati e le alternative che propongono sono farse, opzioni improduttive al limite dell’onanismo. A che cazzo mi serve far saltare i monumenti o assassinare politici, nell’Unione europea? Ne arriveranno altri. A che mi serve distruggere i palazzi della Mastercard? Li ricostruiranno. Se anche ci fosse un’apocalisse zombie la società si ricostruirebbe evolvendosi nello stesso modo. Lo dice la Storia. Noglobal, anarchici, quelli che “un altro mondo è possibile” sono gamberi: seguono la corrente girati dall’altra parte – e lo sanno benissimo. Nessuno crede davvero che scrivere su un muro “boicotta ________” possa cambiare qualcosa. Lo fanno per vivere nella loro finzione.

Del resto che potrebbero fare?
Sul nostro pianeta non c’è più una seconda possibilità.

Non esistono posti inesplorati dove cambiare nome, lasciarsi tutto alle spalle e rifarsi una vita su una baleniera o con uno zaino e un fucile. Non c’è un solo lembo di mare o terra che non sia definito, legalizzato, legiferato e interconnesso. Nemmeno l’idea dell’avventuriero esiste più, oggi l’impiegato che sogna di evadere pensa ai Caraibi o scorrazza felice per le pianure di Skyrim. Non importa qual è la tua vita, bella o brutta che sia non hai modo di uscirne. Persino suicidarsi è illegale. Forse è per questo che più di mille persone sarebbero felicissime di andare su Marte senza possibilità di ritorno.

Io qui sto una crema. L’occidente è pieno di studentesse bisessuali taglia 42 che interpretano divinamente Anaconda. Ma se non avessi prospettive, se le mie scelte mi avessero portato al limite e mi dicessero che esiste una terra dove posso guadagnarmi una nuova vita sparando a quella banda di nazisti assassini lo farei di corsa. Non sono l’unico a volerlo fare, ma non posso. E 40 italiani con la merda nel cervello hanno deciso che pur di farlo saltano la barricata. ISIS ha monetizzato l’unico vero punto debole nel nostro sistema: il fatto che siamo condannati a vivere la nostra vita fino alla fine.

#YOLO.

  • cervelletto

    cioè ma è davvero la Leo!?

    • BellaTwilight

      Ma no! E’ fic(a)tio teatrale!

    • Gino Flesso

      …un blog di puttanate che…
      ah no, non c’è più scritto

  • Diego Sapigna

    Sempre il top

  • DK

    zarky però è un po’ troppo Littizzetto. Che, come internet ci insegna, è una gran spilorcia

  • HR

    Il fatto che Al Qaeda dica che l’ISIS è troppo estrema persino per loro suona un po’ come “chi ci forniva le armi si è spaventato di questi scismatici e adesso ci hanno detto come agire per evitare che escano troppo fuori dai ranghi”.

    • Sveglia!!!!!

      E’ qll ke penso anchio! ora ke e passato cosi tanto tempo da quando gli Us si sono buttati giu da soli le torri debono trovare un nuovo nemico! e voilàt, proprio adesso ke il mitico Dibba a detto le cose come stanno, ecco ke mettono questo video di questo gruppo sconosciuto ke fatalita proprio ora al qiada li ha espulsi. A me mi sa di marcio. Vuoi vedere ke… e tutto un pastone per i giornali. Informatevi di piu, ma non sulle televisioni, sui giornali e sui libri: usate la rete, quella buona (non quella il mano al sistema)!

      • Eugenio

        Sono confuso, non so più chi è veramente grillino e chi lo fa solo for teh lulz.

        • Alex P

          Fa qualche differenza?

          • Gino Flesso

            non so più se sono sveglio o nel sogno.
            trollception

  • Kung Paolon

    “Un pazzo contromano? SONO TUTTI CONTROMANO!!!”

  • Massimiliano Rossi

    Cristo, il finale è veramente una martellata. Ero sul punto di divorarmi un panino alla Nutella, ho letto sto pezzo e ora non ho più fame.

    • Amilcare Brivio

      Bel pezzo,grazie per avermelo consigliato Max.

  • BND

    Applausi

  • Nicolas Marzaroli

    Meraviglioso. Cioè più che altro l’argomentazione è meravigliosa. Il resto è tragicomica verità.

  • Davide Battisti

    E’ la seconda volta che ti consiglio La fine della storia e l’ultimo uomo, costa sì e no 8€, buttaci un occhio

  • Gianni Querulo

    Potrebbe essere più chiaro? Il pezzo rimane poco comprensibile, secondo noi.

  • davide1982

    sono interessanti anche i punti di analisi fatti dai wu-ming qui sulla questione http://www.greenreport.it/news/iraq-siria-i-30-punti-dei-wu-ming-pkk-kurdo-sta-fermando-gli-islamisti-islamico/ in particolare la resistenza fatta dal PKK come reale alternativa tra USA o ISIS

  • BangBros

    Amy Reid in versione medievale non si può vedere.

    • Matteo Ferrara

      Classica interpretazione di Giovanna d’Arco desumo

    • tonimola

      Bro, Amy Reid si vede e gusta in qualsiasi modo…

  • Matteo Ferrara

    “Come avrebbe potuto l’artista, il soldato nell’artista, non lodare Dio per la caduta di un mondo di pace di cui era così sazio, così nauseato! Guerra! Quale senso di purificazione, di liberazione, d’immane speranza ci pervase allora!” così si esprimeva Thomas Mann agli albori della Prima Guerra Mondiale[i] http://www.austriacult.roma.it/it/la-prima-guerra-mondiale-e-larte/#_edn1

  • Simone Robutti

    Puoi sempre andare a combattere nel Donbass. Le milizie russe arruolano da tutta Europa per combattere i nazi ucraini. E anche Assad fino ad un tot di tempo fa aveva una milizia straniera integrata nell’esercito siriano. Adesso non so più.

    • Nicola Visonà

      “nazi ucraini” ha preso più salvini alle ultime elezioni…

    • Elia Cavallaro

      “Non esistono posti inesplorati dove cambiare nome, lasciarsi tutto alle spalle e rifarsi una vita su una baleniera o con uno zaino e un fucile.” Non è esattamente il motivo per cui è stata creata la legione straniera? @.@ nebo legionario!

  • Sonny

    Usciamo la rivoluzione, pisciamo dal culo e arruoliamoci nella legione straniera!

  • Simone Robutti

    Confermo, ci sono più di 40 italiani che si tagliano lo scroto per noia. Ne conosco personalmente almeno il doppi.

  • Djeug WiKo Vuillermoz

    pensassero meno si godrebbero di più la vita. presto si stancheranno d’incularsi cammelli e vorranno tornare sui loro passi.

  • Angelo Sciancalepore

    ^ Fonti? Sono molto interessato alla vicenda.

    • Angelo Sciancalepore

      Ok, grazie!

  • Jules Verne

    7 divisioni di un esercito che sta in piedi con la colla, se osano entrare in Turchia è la volta che concimano il deserto.

    • Nilais Allen

      la turchia sta pendendo dalla parte dell’ISIS, non so voi

  • corvocalvo

    Applausi (come sempre)

  • Teodoro Lascella

    Più che “annientato”, credo che le 7 divisioni citate se la siano data allegramente a gambe dopo avergli venduto le armi.

    • Jules Verne

      “Voi quanto offrite?” “Un dollaro al giorno e un cammello” “Tutti nell’ISIS!”

    • Andrea

      Beh, nzomma, l’ISIS dell’esercito iracheno ha visto a malapena la polvere; a questi fottesega di combattere. Coi curdi del PKK gli sta andando un po’ peggio, visto e considerato che stanno prendendo mazzate da squadroni composti principalmente da donne. http://www.liveleak.com/view?i=101_1409890684

  • Jules Verne

    Eddiciamolo: se c’era Andreotti a comandare in USA ora il Medio Oriente era un luogo ameno e tranquillo da venir voglia di trasferirsi. E pieno di dittatori, ovvio.

  • Jules Verne

    Se c’era ancora Saddam i terroristi dell’ISIS erano ancora più gasati di adesso.

  • Teodoro Lascella

    Gran pezzo, 2 precisazioni

    Dove pescano il cash: oltre a quanto scritto, credo che usufruiscano di una discreta linea di credito dal quatar dello sceicco al-thani, altrimenti non mettevano in piedi uno stato grosso come la Giordania e non conquistavano le centrali elettriche

    Le pianure di Sky-rim: in realtà la propaggine nord di Tamriel pare essere un territorio montuoso, al massimo trovi qualche vallata 🙂

    • Jules Verne

      Tantissimi soldi arrivano anche da donazioni private dei vari ricconi arabi, non necessariamente dagli sceicchi

      • Teodoro Lascella

        sicuramente, non sottovaluterei però il fatto che ci sono stati come il qatar e l’arabia saudita che da questo punto di vista fanno il doppio (triplo) gioco.

        • Jules Verne

          Anche lì è un casino totale, Qatar e Sauditi non è detto abbiano li stessi piani, non so nemmeno se appartengono alla stessa dottrina islamica. Il sunnismo è molto, ma molto più diviso di quanto un italiano, che ha come riferimento la monolitica Chiesa cattolica, pensi.

          • Teodoro Lascella

            i “ben informati” sostengono che l’arabia saudita abbia messo al bando l’isis e che il qatar al contrario lo finanzi (chiaramente sottobanco)

          • Jules Verne

            Sapevo anche io così, e temo che il Qatar abbia molti più soldi in contanti dell’Arabia.

    • Ahah, L’ascella.

  • BoboMilano

    Nebo passa almeno un paio di studentesse bisessuali taglia 42. #checefottedellISIS

  • ihaveadrin

    «2) sono così pazzi che persino Al Qaeda dice che esagerano.
    [omissis]

    4. Quanti sono?

    Non tantissimi. C’è meno gente lì dentro che a Camponogara, quindi per
    riuscire a far casino si alleano con gruppetti sparsi. Finora tengono sotto controllo 27 città. A fine 2013 han conquistato Falluja, Ramadi e altri cacai polverosi.»

    Visto che nessuno ha ancora fatto il pedante, mi assumo io questa responsabilità: è propaganda USA. Per Al-qaeda non vanno bene perché sono andati a rompere i coglioni in syria dove Al-qaeda voleva altra gente e dove pochi di loro sono siriani, il che produce resistenza anche attiva della popolazione, ma a questi inculacammelli non gliene fotte un cazzo e preferiscono gestire le relazioni con i civili usando le lame.
    È vero che sono pochi, ma hanno i ceceni. Ceceni : goatfucker military forces = Gurkha : British Army.
    Fonte: War Nerd

    Con ciò è vero che stanno andando a spararsi addosso dove possono per spostare i conflitti, ma bisogna far di tutto perché siano solo quaranta. C’è stato un tempo in cui, in uno scenario di guerra civile in cui l’Italia c’entrava solo come Paese vicino, ci sono stati 50.000 italiani, che cercavano velocità e la violenza connaturata nell’uomo, ma anche solo i vantaggi e il posto fisso nel fascismo che molti di loro ottennero. E, grazie anche a loro, Francisco Franco ha mantenuto il potere fino al ’69.

  • corvocalvo

    Io dico decolliamo e nuclearizziamo

  • Pascal Door

    Anche io penso che l’ISIS sia nato come rivolta contro la modernità, mi hai leyto nel pensiero.

  • Barbie Olio di ricino

    Ultima parte, dico “legione straniera”. Ps sono tra il migliaio che ha partecipato alla riffa “vieni anche tu su Marte con Mars One”, ma non è per lasciarmi tutto alle spalle, semmai desiderio di andare dove-nessun-cazzo-di-uomo-ha-mai-messo-piede

    • Non hai capito. La Legione e le altre sono solo forze paramilitari al servizio di un altro paese (quindi l’Italia ti bollerebbe di alto tradimento). Se io non volessi combattere per il governo francese, ma per dei principi miei non posso.

      • Barbie Olio di ricino

        Aspetta, mi riferivo al discorso “posti inesplorati dove cambiare nome, lasciarsi tutto alle spalle e rifarsi una vita su una baleniera o con uno zaino e un fucile.”. In realtà non è una forza paramilitare, ma un corpo militare d’élite (mica cazzi) e non si viene bollati come traditori. Pensa, se non hai precedenti penali (altrimenti non possono più prenderti a bordo) puoi pensare di arruolarti e cambiare il nome in” Nebo Porcoddio GQ Xanax “. Facci un pensiero. Comunque sì, per principi tuoi non puoi combattere senza incorrere in rischi maggiori di quelli pendenti sulla testa di eserciti regolari e non.

      • Brutal Deluxe

        Guarda che di italiani nella Legione Straniera ne sono andati a bizzeffe. Alla fine del servizio sei francese ed hai una nuova identita’.
        Il problema e’ che non prendono chiunque, altrimenti conterebbe un miliardo di effettivi.

        • st0c4zz0

          esatto. La statistica è che ne prendono 1 su 6.
          La nuova identità non è una cosa imposta. Se lo si vuole la si ha.
          Ad ogni modo non prendono più gente con reati gravi alle spalle…

      • Gavino Piredda

        La Legione non è paramilitare. E in alternativa, ci sarebbero i Tercios spagnoli, la legione straniera spagnola. ‘Na vita da favola.

        • In entrambi i casi sarebbe tradimento. E poi, perché l’unica alternativa che ho è combattere per un altro Stato battaglie che magari non conosco o non approvo?

          • st0c4zz0

            La legione straniera (francese) è militare e non paramilitare.
            Quando vieni preso nella legione (la selezione è di circa uno su sei), c’è un intendimento tra i due capi di stato maggiore (francese ed italiano). In italia è come se fossi virtualmente morto (poichè lo stato italiano sa benissimo dove sei… solo che ovviamente non può intervenire in nessun caso). In francia esisti solo dopo aver completato l’addestramento.
            Il tradimento inteso come “visto che me ne vado dall’italia allora sono un traditore” è una cazzata pazzesca NON DEGNA DI TE NEBO.

            poi che non ti piaccia andare a combattere per la francia ci sta…

          • No, hai ragione. E’ tradimento solo se fai o hai fatto parte di una forza armata italiana. Errore mio.

          • Pippo

            Neppure così, Nebo. E’ tradimento se ti arruoli in una forza militare di una nazione NEMICA. Siamo alleati dei francesi dal 1944.

          • st0c4zz0

            Nope. Come detto sotto è tradimento solo se ti arruoli in una nazione che IN QUEL MOMENTO è dichiarata nemica del tuo PRIMO stato di appartenenza.

            Voglio dire… tutti quelli che hanno fatto il servizio militare poi se sono espatriati (che ne so… in america, canada, inghilterra, francia…) e si sono arruolati altrove mica hanno commesso tradimento.

            Poi se vuoi approfondire…

            http://www.altalex.com/index.php?idnot=36762

          • Gavino Piredda

            Non è tradimento

  • Bruce

    nebo hai appena descritto il mio male di vivere aggiungendoci un bel culo, a che indirizzo posso mandare le trenta puttane?

  • Norberto

    Questo è il tuo primo pezzo che mi ha davvero fatto male, Nebo. L’ultima parte è annichilente e tremenda. Ti ringrazio

  • Alice Stoll

    L’esercito dell’Iraq è più o meno una barzelletta dalla prima guerra del golfo. L’attuale iterazione americano-centrica ha in più l’enorme difetto di essere stata ben equipaggiata per gli standard regionali. Quando scappano adesso lasciando anche una scia di equipaggiamento di valore. Il metro di paragone, nell’area è il PKK e gli altri peshmerga.

    • Alice Stoll

      Beh, in 100 ore hanno approssimativamente subito perdite per 10000 uomini infliggendone in tutta la campagna circa 200. E è anche andata meglio delle previsioni, decisamente orientate ad una resa subito dopo le prime perdite di carri. Il punto è che gli iracheni si arrendono, e si ritirano in maniera scomposta. Lo hanno sempre fatto e lo faranno sempre.

  • lotamma

    ci pensavo l’altrogiorno… piace anche a me la fica, ma al momento per come sono senza obiettivi e prospettive, rimpiango un sacco di non vivere in un’epoca in cui si possa davvero partire verso l’ignoto e l’avventura.. cioé l’avventura c’é sempre, ma non é la stessa cosa, é molto difficile oggigiorno improvvisarsi pionieri di qualcosa e far fortuna.
    Alla peggio ho pensato alla legione straniera, ma riflettendoci bene preferirei un anno lavorando nelle fattorie per il mondo magnando e pernottando a gratis con Woof. Penso che lo faró, é un buon compromesso per staccare un po dal grosso di questa societá

  • Baboo85

    Nebo, se scrivevi ancora un po’, mi convincevi tu ad arruolarmi negli ISIS…

    • SpiderMorosaStipendio

      vitaccia!

      • Baboo85

        Mica cago soldi. Lo posso fare perche’ vivo ancora coi miei e praticamente non ho spese. L’auto e’ usata.
        Se vivessi da solo, non avrei mai potuto permettermela (e in ogni caso ho dato una bella sberla al mio conto in banca).

        Comunque, anche se sono messo meglio di tanti italiani senza lavoro (ci sono passato anche io, ma periodo pre-crisi, se mai siamo stati fuori da una crisi), non sono qui a fare i salti di gioia.

        Anche un mio amico ha una piccola azienda e uno dice “si fa i soldi”, peccato che non sia cosi’, che si fa il culo da mattina a sera per tirare avanti e che ha avuto difficolta’ a farsi fare un mutuo per la casa (perche’ al contrario di quello che si crede, se l’azienda e’ piccola le banche temono ancora di piu’ il rischio di non avere indietro i soldi).

        La tua risposta poteva andar bene se cagassi soldi come certe persone, come dico sempre “i soldi non fanno la felicita’, ma te la puoi comprare”. Pero’ per poterlo fare devi avere TANTI soldi.
        Io mi sono fatto 10 anni di lavoro non contigui (con periodi da disoccupato anche per mesi, e ti assicuro che non e’ bello affatto) senza poter mai comprarmi nulla o poter uscire di casa, perche’ alla fine con la poverta’ che mi davano li spendevo tra vacanze e svago.

        Da 4 anni sono in questa azienda e da 2 sono indeterminato. Mi fa cagare il lavoro tanto da volermi licenziare adesso se potessi, ma pagano bene e con la prospettiva della svizzera non vedo l’ora di cambiare cercando direttamente la’.
        Se permetti lo sfizio della spider (che non terro’ troppi anni perche’ costa un botto mantenerla) e le vacanze in America e Giappone con gli amici me le vorrei togliere ADESSO e non a 50-60 anni come fa tanta gente. Almeno io preferisco cosi’.

        So che c’e’ chi sta peggio e ripeto, ci sono passato anche io. E ogni mattina mi alzo dicendo “cheppalle sto lavoro”.
        Se permetti, ognuno ha i suoi problemi. Fosse per me tornerei in un negozio di pc a fare il nerd che lo preferisco, ma purtroppo pagano a sputi e con quelli non posso viverci.

    • Jay S

      Ti capisco!! Sono nella stessa situazione, lavoro ce l’ho la vita va bene, ma mi sono un po’ rotto le palle di stare qui… non sono come Nebo che mi bastano le ventenni bisessuale che mi fanno la pole dance su palo… soddisfazione qui ne trovo poca anche se tutto va bene… la mediocrità fa male!
      Certo piuttosto che andare nel deserto ad ammazzare e rischiare di essere ammazzato, mi trasferisco uno Stato X dell’UE e mi cerco un nuovo lavoro!!

      • Baboo85

        Ecco uno che capisce.

        Il problema e’ proprio questo: la mediocrita’. O un lavoro che non piace o dove si viene “sottopagati” rispetto agli sforzi fatti o al tipo di lavoro.

        C’e’ chi sta peggio e mi spiace, sono passato anche io a periodi di non lavoro (per fortuna brevi, il piu’ lungo era 6 mesi) e mi sentivo “male”.

        Ma anche avere un lavoro ben pagato, non e’ sempre una soddisfazione se non e’ bello o non e’ un lavoro che piace.

        Si’, un lavoro che piace. Se mi proponessero qui un lavoro come tecnico di computer in un negozio (che ho fatto in passato per 1 anno) con uno stipendio decente (non gli 800 euro del cavolo) e un contratto fisso… Firmerei subito col sangue, anche se mi pagassero meno di dove sono ora. Perche’ a me piace lavorare coi pc, ho tanta manualita’ e intuizione su queste cose (anche per altri lavori manuali come elettricista o idraulico, ma non mi piacciono cosi’ tanto).

        Non esiste il lavoro perfetto o quello divertente, dopo un po’ ci si annoia comunque con la routine. Ma che almeno mi piaccia la tipologia.

  • grex
  • Paolo Samuel Gazzola

    Se questi son spuntati perché li abbiamo armati per tirar giù Assad, e reclutano in maggioranza tra gente che vive in una naziona che da 12 anni vien bombardata o da una che da 3 anni è in guerra civile, continuo a considerare insulso risolvere tutto armando qualcun altro ancora e bombardando tutto da capo

  • Matthew77

    Massimo rispetto!

  • cazzopazzo

    ovviamente è un blog di puttanate (che apprezzo molto)…però Nebo, affiancare gli anarchici ai Noglobal e ai grillini può solo significare che la tua conoscenza dell’anarchismo viene da Studio Aperto….

    • arcp

      io son stato ad una loro riunione.
      c’eran tutt, ma erano un po’ strani.
      tutti e cinque.

    • RedazioneStudioAperto

      c’è una gran bella differenza tra l’anarchismo e i pensatori anarchici e i quattro scancagnati pseudo-intellettuali-acari di cui puoi avere esperienza come “anarchici” nel NordEst. Se oggi esistono ancora persone che agiscono seguendo l’anarchismo, credo siano i primi a non etichettarsi come anarchici per non essere confusi con questa feccia.

  • Comunquemente l’ISIS sta ingrossando le file e non sono più pochi. Ho letto 100k uomini ma le cifre vanno prese con le pinze. Sicuramente non sono più i 20k iniziali di qualche mese fa. Per fare quel che fanno sarebbe impossibile.

  • ivanagnostico

    OT

    Dove cazzo lo trovo il testo dell’articolo su Christy Mack?

    E’ sparito dal fottuto webbe?

  • spartaco58

    Mettiamola così: sull’ineluttbiltà, nella storia, di prenderlo in c..lo allegramente ci sono molte testimonianze contrarie; finite male? finite bene? ad personam il giudizio ma comunque ci sono state. Non tutti cambiano l’umore e la propria esistenza davanti ad una shakerata di chiappe. Detto questo, 40 dementi che pensano di cambiare il mondo unendosi ad altri dementi deliranti nel nome del loro dio e ben organizzati, remunerati e addestrati ( il tutto da chi poi esattamente?) fanno testo, purtroppo forse più degli altri milioni che preferiscono il personale taglio dello scroto. Vediamola come una piccola crepa che si fa strada in un muro ormai molto più che pericolante; un muro che non protegge più nessuno forse nemmeno i suoi proprietari; un muro, in qualche modo, da abbattere e da ricostruire e tutto può essere utile allo scopo: i 40 nuovi deliranti, i depressi autolesionisti, e i rifugiati fra le chiappe virtuali, e quell’infinità di “alienati” per cui basta non vedere che tutto va bene e in fondo è sempre stato così.

  • J

    Mmm discorso molto pericoloso quello che fai. Secondo te per cambiare vita la soluzione è andare a tagliare teste? Sono palesemente cagare per persone deboli e le possibilità sono infinite di cambiare vita. (Pardon sono da mobile e non rueeco a scrivere) cmq è da pazzzi cercare di giustificare certe scelte

    • KlausBarbie

      il tuo è un commento all’articolo?
      fammi indovinare… arrivato qui dal sito di BarbieXanax?

    • breezio

      Va beh, i problemi che hai tu sono di entità brobdingnagiana.
      (essì, adesso muovi il culo a vedere chessingifica)

  • nereus

    avete sbrodolato già abbastanza.. una sola cosa letta mi ha fatto ricordare quel che penso anche io. Vi rendete conto che quando nasciamo siamo costretti ad accettare il contratto di rispettare la costituzione minchiosa che ci propinano. Tutti a menarla coi diritti e con i contratti da firmare altrimenti sono validi, pure satana non può fare un cazzo senza la vostra firma e invece toh, devi accettare ineluttabilmente le regole del tuo governo pupazzo perché non c’è alternativa, non si può recedere dal contratto senza essere privati della propria libertà. Come dire che il mondo è una grande itunes e non c’è posto per chi cazzo non gli da i dati della carta di credito e si fa mettere a pecorina..

    • spartaco58

      mah…ci sono stati anche momenti nella storia in cui da 90° si è riconquistata per un attimo la posizione eretta quel tanto che è bastato a tagliare un po’ di teste e di kazzi che ti avevano messo a pecora.

  • Moriarty

    Usi la parola “azisti un po a cazzo … e poi metti il Link del Killer dell’Eur che era un mezzo-ebreo filo-israeliano squinternato … bho

    • Moriarty

      *nazisti

  • Triplo

    Nebo, Wu Ming ha pubblicato uno storify molto ben fatto (e un po’ lunghetto) su ISIS e PKK, vai a dare un occhio: il PKK sta riconquistando città e regioni in mano a ISIS.

    Qual’è la parte comica? Che per l’occidente il PKK fa parte dei cattivi, sono indicati come “terroristi”.

    E come si spiega al popolino che dei terroristi combattono contro altri terroristi, addirittura liberando popolazioni di altre religioni (yazidi) che stavano facendo una brutta fine?
    Facile, non si spiega e neanche glielo si dice.

    https://storify.com/AsinoMorto/isis-e-guerra-in-iraq-i-30-punti-di-wu-ming-piu-qu

    #yolo-prozzolo

    • matteo

      Sai che qualunque cosa pubblica Wu “No tav, Acab, lottaduraaenzapaura” Ming è merda fumante, vero?

  • st0c4zz0

    e comunque quella nella foto è una sorca stratosferica.

  • Ezechiele

    Per avere un’idea del califfato che vogliono creare basta prendere una cartina dell’espansione araba nel medioevo.
    Suppergiù è quello.

  • Antonio

    Approfondisci la storia delle studentesse bisessuali taglia 42, per favore.